PDA

Visualizza la versione completa : Montatura Eq6 Pro



Slater
06-10-2009, 15:01
Buongiorno a tutti.

Sono un neo possessore di un Celestron 9,25, su montatura Eq6 Pro.

Prima di arrivare a questo acquisto, ho utilizzato alcuni rifrattori e quindi questo SC è una novità! :D

La mia domanda però, è rivolta alla montatura ed ai movimenti che può fare.

Ho visto che possiede due levette metalliche sotto il cannocchiale polare, ma a cosa servono? E come posso impostare la gradazione sulla ghiera, per centrare la stella polare?

Inoltre, altra domanda, devo obbligatoriamente usare lo skyscan per "muovermi" nel cielo, oppure posso, (e come?), farlo liberamente?

Grazie dell'aiuto.

Max :masperem

Paolo
06-10-2009, 17:59
Ciao intanto e benvenuto sul forum :apll

Intanto ti rispondo velocemente io, poi magari altri saranno più specifici.

Allora, intanto complimenti per l'acquisto anche io possiedo una eq6!

Le due levette che ci sono ai lati della montatura servono durante la procedura di allineamento della montatura stessa verso la stella polare.
In pratica dopo aver sistemato "grossolanamente" il treppiede in direzione della Polare (puoi aiutarti con una bussola) potrai tramite queste levette centrare la polare nel crocicchio che si intravede dal cannocchiale polare.

Le due levette infatti agiscono con movimento fine di altezza (su e giu'), naturalmente dovrai aggiustare anche l'azimuth utilizzando le rotelline nere (che agiscono sinistra/destra).

Almeno all'inizio ti sconsiglio di utilizzare la ghiera (potrebbe essere starata e non vale la pena perderci troppo tempo)
Ti conviene soltanto fare in modo che la stella polare si intravveda al centro del crocicchio del cannocchiale polare, questo è sufficiente ad avere una sufficiente (messa in stazione) almeno per il visuale.

Naturalmente puoi agire in manuale con la eq6, basta che non la accendi e che tramite le leve che ci sono sull'asse di Ascensione retta e su quello di declinazione blocchi o sblocchi il movimento quando passi a visonare un oggetto o l'altro, dovrai cioè utilizzare il cosiddetto metodo starhopping che letteralmente ti consente di "saltare" di stella in stella...ma bisogna avere una qualche dimestichezza col cielo. (Magari stampando da un planetario per computer...)

Comunque non sfruttando lo skyscan sfrutti poco la montatura...però è sicuramente un buon banco di prova iniziale.

A disposizione per chiarimenti/info successive. :salut

Paolo D.

Alioth
06-10-2009, 18:26
Ciao Slater e benvenuto:sorr
io uso questo semplice metodo per fare un veloce puntamento polare, a patto che il cannocchiale polare sia perfettamente o quasi collimato.
http://mkastropage.altervista.org/stazionamento.htm
:salut

Slater
06-10-2009, 19:17
Grazie per il caloroso benvenuto! ^_^

Ho un dubbio che però mi assale... O_o

Le levette, sono di una durezza incredibile! E' normale? Devono essere girate verso destra e sinistra, (tipo a chiudere o aprire), e l'escursione deve essere lieve?

Ho sentito parlare dell'auto guida. Come si fa a realizzarla?

Grazie mille per gli aiuti! *_*


P.s.

Sono possessore da stamane e perdonatemi se faccio delle domande scontate... :)

Alioth
06-10-2009, 19:55
Io le levette di cui parli non le ho mai usate, ma uso il sistema che ti ho linkato e il cerchio graduato in A.R. e il gioco è fatto, se poi la tua EQ6 è la versione con firmware 3 cioè aggiornabile all'ultima versione 3.25 , l'orario della polare te lo da direttamente la Synscan tramite le coordinate del luogo dove osservi , l'orario e la data.
Questo puntamento serve per lo più a chi fa fotografia a lunga posa dove serve un'allineamento polare il più preciso possibile, se tu ti dedichi all'osservazione visuale non serve a nulla tutta questa pignoleria.

Per la questione autoguida le EQ6 degli ultimi anni hanno la porta ST4 per L'autoguida, il che consiste in un sensore ccd o cmos applicato ad un secondo telescopio montato in parallelo al telescopio principale chiamato appunto telescopio di guida.
Questo sistema diventato ormai o quasi indispensabile per le foto a lunga posa, non fa altro che correggere le piccole imperfezioni di inseguimento delle montature, permettendo di fare pose di svariati minuti senza che compaia il "mosso" delle stelle mantenedole il più puntiformi possibile.
Io non conosco il tuo grado di conoscenza nel campo dell'astrofotografia e nemmeno dell'osservazione visuale, ma se sei diciamo alle prime armi, prima di pensare a discorsi tipo autoguida e cose del genere, ti consiglio innanzi tutto di farti una buona ottima conoscenza del cielo, magari rivogendoti ad una associazione di Astrofili dove troverai gente esperta che in tutta calma risponderà ad ogni tua domanda e dubbio, e poi in ultimo partire con l'astrofotografia magari della Luna e dei pianeti, e poi per ultimissimo il profondo cielo.
:salut

Paolo
07-10-2009, 21:49
Grazie per il caloroso benvenuto! ^_^

Ho un dubbio che però mi assale... O_o

Le levette, sono di una durezza incredibile! E' normale? Devono essere girate verso destra e sinistra, (tipo a chiudere o aprire), e l'escursione deve essere lieve?

Ho sentito parlare dell'auto guida. Come si fa a realizzarla?

Grazie mille per gli aiuti! *_*


P.s.

Sono possessore da stamane e perdonatemi se faccio delle domande scontate... :)

Le levette è vero sono molto dure, però quando le usi devi sempre tenere lasca una e tendere l'altra o viceversa a seconda se stai andando verso il basso o verso l'alto come direzione. Devono essere usate sempre a chiudere (almeno io ho sempre fatto così)

L'autoguida io non l'ho mai fatta, la eq6 è provvista dell'autoguida però per farla funzionare devo comunque mettere in stazione il telescopio con la sua montatura e poi devi procurarti un ccd od una webcam adatta allo scopo.
Ti consiglio di lasciare perdere l'autoguida almeno per adesso in quanto ha significato solo per fare fotografia a lunga posa.

Visto che devi "imparare" ti consiglio di partire con lo stazionamento polare del telescopio e poi una volta che sei certo di averlo fatto bene di imparare ad usare lo skyscan (visto che c'è il computer perchè non usarlo ?)
Tieni però conto che senza l'allineamento polare il computer è inutile.

Una volta che sei sicuro di aver centrato la stella polare con il cannocchiale polare allora puoi accendere la montatura e seguire le indicazioni dello skyscan che ti chiederà informazioni importanti quali orario fuso, data posizione geografica ecc...e poi l'allineamento con le stelle (meglio con 3 ma possono essere sufficienti anche 2) il telescopio si muoverà in direzione di esse, ma tu dovrai essere bravo a confermare o posizionare esattamente la stella che ti nomina al centro dell'oculare.

La cosa può essere snervante all'inizio ma poi con la pratica diventerà sempre più naturale.

Ciao!:salut

Slater
07-10-2009, 22:10
Grazie di cuore!

Mi avete tolto dei dubbi, che mi stavano perplimendo.

Ieri notte, ho visto Giove con l'oculare in dotazione, (a 94x), ed è stata una bella emozione... :laugh

In merito agli oculari per ampliare gli ingrandimenti, sono meglio gli ortoscopici come, Baader, oppure i Televue, (serie 4 da 17mm?)

Grazie ancora... :masperem

Alioth
08-10-2009, 19:52
io personalmente sul planetario adoro gli ortoscopici specialmente i Baader "ortho Genuine Phantom" sono una pacchia:si

Slater
10-10-2009, 22:43
Comprerò quello da 9mm, che ne dici? O è meglio quello da 7mm?

Alioth
12-10-2009, 20:45
Bhè dipende che ingrandimento vuoi ottenere con il 9 otterresti 261x mentre col 7 avresti 335,7 x
Per i miei gusti personali preferisco minor ingrandimento e più incisione dell'oggetto che sto osservando, quindi io opterei per il 9mm. ma questi sono i miei gusti.
:salut