PDA

Visualizza la versione completa : La riunione del CAV sarà sempre il venerdì?



lburti
25-01-2007, 00:08
Io non posso partecipare alla vita del CAV perché il venerdì sono sempre impegnato:triste . Da sempre. E sarà per sempre? Mi chiedo se altri si trovino in questa mia condizione. So di altri circoli in cui la riunione è in altri giorni della settimana:apll , senza problemi di partecipazione, anzi. Lorenzo

PGU
25-01-2007, 19:34
Io non posso partecipare alla vita del CAV perché il venerdì sono sempre impegnato:triste . Da sempre. E sarà per sempre? Mi chiedo se altri si trovino in questa mia condizione. So di altri circoli in cui la riunione è in altri giorni della settimana:apll , senza problemi di partecipazione, anzi. Lorenzo

Quoto lBurti, in questo senso: quasi tutti i soci attuali non sanno che circa 13-15 anni fa al Circolo ci si trovava di GIOVEDI (nel mitico Forte san Mattia).
Lo spostamento al venerdì è avventuto dopo "referendum popolare" si è scelto questo giorno della settimana per facilitare i ragazzi o gli universitari che il giorno dopo non avevano lezioni....
Ma questa condizione ormai, non è più secondo me così vincolante, oppure le condizioni sono variate
Ora, che sono cambiate molte cose, che è passata troppa acqua sotto i ponti, che è arrivato l'osservatorio che "disturba" l'attività in sede (diciamolo chiaro e tondo... io ho avuto anche uno "scontro" a riguardo), come pure le uscite che i soci vogliono fare di venerdì o sabato che le persone che l'hanno richiesto all'epoca praticamente sono scomparse dal Circolo, potrei pensare di dire e di proporre che si può progettare un cambiamento di rotta nella filosofia della nostra associazione, e nello specifico (vi sono molte altre cose a cui si dovrebbe mettere mano) si può pensare ad un DIVERSO GIORNO/SERATA di ritrovo in sede, da Lunedì a Giovedì. Poco importa se il giorno dopo
Il venerdì lo riserviamo ai "pizzaioli" (riscontro che spesso parecchia gente, ovvero soci, infatti si ritrova in sede solo per.... eh? ... :arrflame ), agli irriducibili delle uscite, a quelli che vogliono andare in osservatorio, a quelli che vogliono impiegarlo per altre legittime cose.... e siamo tutti contenti.

Ne sono ormai convinto.

Volete che indiciamo un pre-referendum qua sul forum??

widescan
25-01-2007, 20:16
buona idea pgu.... bei ricordi il giovedì sera...al freddo umido con qualche scorpioncello in agguato :loverat.... per me potrebbe andare anche la domenica sera... ma sarei l'unico mi sà :laugh

lburti
25-01-2007, 22:24
buona idea pgu.... bei ricordi il giovedì sera...al freddo umido con qualche scorpioncello in agguato :loverat.... per me potrebbe andare anche la domenica sera... ma sarei l'unico mi sà :laugh
Per Algol! Non pensavo che la mia uscita avesse il minimo seguito! Ma se può servire a far ripensare a tradizioni, se non hanno più senso come quando sono nate, sono il primo ad essere estasiato! Lorenzo

FlavioCastellani
26-01-2007, 10:10
Beh, io sono tra quelli che vedrebbero molto bene lo spostamento in un altro giorno della settimana dell’incontro in sede. E’ chiaro che le uscite il venerdì contrastano non poco con l’attività in sede (che siano in Osservatorio o in altri siti). Secondo me dobbiamo veramente cominciare a ragionarci assieme tutti quanti. Un giovedì sera, ad esempio, potrebbe essere altrettanto interessante. Inoltre questo risolverebbe anche un altro problema legato alle uscite: c’è infatti da tener conto che vi è una vasta parte di frequentatori del Circolo che non sono assolutamente interessati alle uscite pratiche. Questi vengono in sede per parlare di astronomia, leggere o ascoltare una conferenza. Ebbene, se le uscite rimangono il venerdì (programmate o non programmate che siano) e il circolo si apre il giovedì, ecco che accontenta tutti.

Ciao
Flavio

Idalprete
26-01-2007, 17:26
buona idea pgu.... bei ricordi il giovedì sera...al freddo umido con qualche scorpioncello in agguato :loverat.... per me potrebbe andare anche la domenica sera... ma sarei l'unico mi sà :laugh

Già, i mitici scorpioncini del forte... Nostalgia a parte, io ero stato uno dei sostenitori dell'apertura al Venerdì. All'epoca, come è stato appropriatamente ricordato, fu indetto un referendum dal risultato plebiscitario (1 voto contrario).
I tempi in effetti sono cambiati e le situazioni pure, credo comunque che sarebbe il caso di indire una consultazione generale. Se c'è una chiara maggioranza, la si segua (tanto io non riesco mai a venire lo stesso).

caveat Quello di facilitare giovani e studenti non era un argomento stupido...

PGU
26-01-2007, 18:41
Secondo me dobbiamo veramente cominciare a ragionarci assieme tutti quanti. Un giovedì sera, ad esempio, potrebbe essere altrettanto interessante. Inoltre questo risolverebbe anche un altro problema legato alle uscite: c’è infatti da tener conto che vi è una vasta parte di frequentatori del Circolo che non sono assolutamente interessati alle uscite pratiche. Questi vengono in sede per parlare di astronomia, leggere o ascoltare una conferenza. Ebbene, se le uscite rimangono il venerdì (programmate o non programmate che siano) e il circolo si apre il giovedì, ecco che accontenta tutti.


Ben detto! sono completamente d'accordo.

Volevo anche precisare che il giorno di ritrovo potrebbe essere qualsiasi giorno della settimana! voglio dire: anche domenica sera!!! (ma credo bene che preferiamo tutti un infrasettimanale). Pensiamo anche, ad esempio, come pura ipotesi, al lunedì, (dico io, ma ovviamente possiamo parlarne).
Inoltre si può capire benissimo che l'eventuale cambiamento può scontrarsi con le esigenze degli altri gruppi e con altre situazioni contingenti. C'è da fare ovviamente un po' di campagna diplomatica con la circoscrizione e con tutti gli altri gruppi ed iniziative.
NON SPAVENTIAMOCI DI QUESTO!! e prendiamoci tutto il tempo che ci vuole.
Può accadere che, se questa proposta e queste intenzioni di cambiamento di giorno vanno in porto, può accadere che effettivamente vedremo i frutti anche fra 2 o 3 anni, e non subito .... ebbene per me può andare bene! se so che ci "sistemiamo" con questo progetto, che sistemerà tutte le esigenze e le molteplici e variegate nostre attività (ben altra cosa di 15 anni fa) posso aspettare anche questi 2-3 anni.

ciao

PGU
26-01-2007, 18:53
caveat Quello di facilitare giovani e studenti non era un argomento stupido...

è giusto anche quello che dici! e credo che se ne terrà dovrà tenere conto anche questo giro, ma c'é qualcuno, ora come ora, che ha queste necessità?
A tal proposito Pensavo anche ad un eventuale lamentela riguardo al fatto che... <<domani [il giorno dopo] vado a lavorare....>> perché sicuramente ci sarà qualcuno che eleverà questa obiezione...
Ebbene io dico che pochi tra noi, se si trovassero, ad esempio il Lunedì o il Giovedì al circolo, con orari, diciamo tra le 21 e le 23 , avrebbero problemi a compromettersi il sonno in maniera tale da non poter andare a lavorare il giorno dopo ( non so se mi sono spiegato bene). Ma credo che sarebbe comunque il caso di sondare anche queste esigenze.
Tanto meno gli astrofili che dovrebbero essere abituati alle notti in bianco....
D'altra parte ricordiamoci che a Verona ci sono fior di associazioni che i cui membri si ritrovano senza problemi in giorni feriali e lavorativi.

Insomma il mio discorso, che, se non si fosse ancora capito, è totalmente "aperto" e disponibile (ma fortemente favorevole, ormai, a rigettare il venerdì, pure io all'epoca avevo votato per il venerdì), vuole essere un invito, a TUTTI una volta tanto a considerare il fatto di non pensare in maniera GRANITICA sulle tradizioni, le abitudini e le convenzioni che il Circolo ci ha abituato in nquesti anni, ed ad avere una idea ed un atteggiamento più "elastico" della proposta.

A parte questo... Ivano: Ti ricordi perfino i risutlati del referendim!!! :masperem che forza!!:apll

ciao :salut

widescan
26-01-2007, 20:55
ad esempio il gruppo Gastrofili di val d'alpone si riunisce il martedì alle 21.... però loro hanno le montagne dietro l'angolo e perciò i loro strumenti sono sempre pronti all'uso senza far centinaia di km :arrflame

lburti
29-01-2007, 22:58
Sono in trepida attesa della fatidica convocazione per il sondaggio. Lorenzo

Sergio
30-01-2007, 08:31
Un sondaggio e una decisione che potrà essere presa solo all'assemblea generale, dove tutti i soci sipotranno esprimere pro o contro. Dovremo, quindi, aspettare il prossimo Gennaio 2008.

Paolo
31-01-2007, 22:59
In effetti come ben dice Sergio questa scelta dovrà essere effettuata durante l'assemblea dei soci, naturalmente chi è interessato dovrà proporre la cosa all'assemblea quindi ricordiamocelo per il futuro. Magari fra qualche tempo meteremo un sondaggio sul forum così a titolo indicativo per vedere cosa ne pensiamo!:si

Fabio.C
01-02-2007, 11:20
Dopo 4 anni di circolo io mi sono fatto queste due idee :
1 - secondo me spostare la serata dal venerdì potrebbe essere molto utile soprattutto per cercare di attirare un pò più di giovani visto che il venerdì da loro è vista più come una serata a scopo divertivo.
2 - poi dal mio punto di vista il venerdì è la serata più pesante data dal fatto dell'ultimo giorno settimanale lavorativo.

Se devo essere sincero secondo me il giovedì sarebbe più indicato però io ho fatto questa osservazione guardando soprattutto i miei impegni.. poi si vedrà perchè quando posso vengo sempre volentieri anche il venerdì

PGU
01-02-2007, 18:41
Un sondaggio e una decisione che potrà essere presa solo all'assemblea generale, dove tutti i soci sipotranno esprimere pro o contro. Dovremo, quindi, aspettare il prossimo Gennaio 2008.

Eccola qua!!! :ouch :eek: :arrflame
Da Sergio non aspettavo che questa risposta. :triste

Scusate se lo dico fuori dai denti, e senza nessuna polemica o rancore, ma conoscendo ormai molto bene fatti persone e comportamenti all'interno del Circolo, la trovo una risposta totalmente insoddisfacente, ed evasiva!

Quando in qualche post addietro, scrissi testualmente (cito me stesso):


.... un invito, a TUTTI una volta tanto a considerare il fatto di non pensare in maniera GRANITICA sulle tradizioni, le abitudini e le convenzioni che il Circolo ci ha abituato in questi anni, ed ad avere una idea ed un atteggiamento più "elastico" della proposta....

mi riferivo anche e soprattutto PROPRIO A QUESTO TIPO DI ATTEGGIAMENTI, PROPRIO A QUESTO TIPO DI RISPOSTE!

E' vero che è l'assemblea a decidere, ma non si può "scaricare" la ressponsabilità di una decisione così importante ed "epocale" alla sola assemblea nello spazio di 10 minuti (cioé il tempo necessario della presentazione della mozione in sede di assemblea ed al tempo necessario per decidere e votare, proposta poi da presentare di fronte ad un pubblico "ignaro", forse prevenuto perché non ha avuto il tempo di "elaborare" una decisione così importante, sicuramente per nulla "istruito" su fatti ed idee).
L'assemblea, penso io, in questo caso importante non può che fare altro che RATIFICARE, ma non decidere ratificare una decisione maturata in MESI di campagna, dopo alcune DISCUSSIONI in sede di consiglio, e tra i soci durante le serate di ritrovo. ma la campagna informativa e pure un referendum deve essere fatto e divulgato, magari mandando anche per posta una scheda a tutti i soci, e perché nò, provando anche ad indire un sondaggio in queste pagine del forum.
Molti al Circolo non si rendono conto che ci sono, fuori, fior di astrofili che (a dir loro, ...per carità...) non vegono in sede perché apriamo al Venerdì.
Molti al Circolo non si accorgono che l'accavallamento e lo "scavalcamento" di attività contemporanee facenti parte alla stessa organizzazione (Circolo e Osservatorio) creano imbarazzo in alcune persone e che anche recentemente qualcuno ha "lasciato" per questi motivi.
Non si puossono delegare (oserei dire liquidare) certe decisioni all'anno venturo, ad un'occasione che occupa lo spazio di mezz'ora (perché all'assemblea cìè anche altro da discutere), ad una occasione che, almeno negli ultimi anni, è divenuta sempre di più solo un atto formale senza vera discussione e con soci (e non soci) "informati sui fatti".

Inoltre non ci pensiamo alle conseguenze di tipo "operativo"?
Se dovesse essere tutto deciso durante l'assemblea prossima: quanto dovremmo aspettare prima di vedere realizzato (se si decidesse il cambio di giorno, ovviamente), questa decisione? Solo dopo l'estate 2008? oppure entrerebbe in vigore nel Gennaio 2009?
Sono consapevole che, se decidiamo di farlo, non cambiamo subito il giorno di ritrovo, per motivi organizzativi, e per motivi di opportuinità e buon senso. Come ho detto nel mio precedente intervento. sono anche disponibile per non dire favorevole a vedere questa "riforma" attuata anche tra 1 o 2 anni.
Ma ciò non toglie che il delegare ad un'assemblea "lontana" e magari (non si sa mai) inconcludente, sotto questo profilo, mi sembra poco responsabile.
E per fare degli esempi: come la mettiamo con le altre associazioni? co-inquiline a Parona? ....perché qualcuna dovrà pure cederci il "suo" giorno di ritrovo!
Come la mettiamo con la Circoscrizione? quando dovremmo iniziare a "convincere" coloro che ci concedono la sede che cambiamo il giorno di riunione?

Sono tutti "problemi" a cui dobbiamo iniziare a mettere mano ora, informando la gente di questa intenzione e "cambiamento" nelle abitudini del Circolo, informando i soci, informando gli astrofili non soci, informando la circoscrizione ed i nostri "vicini" di sede... consultandoci tra di noi per vedere se è gradita oppure no. L'assemblea *da sola* può essere è una "trappola" una scappatoia di comodo che può non risolvere nulla.

Quindi, per favore, PARLIAMONE, AFFRONTIAMO IL PROBLEMA fuori dalle sedi istituzionali, indiciamo sondaggi, referendum, informiamo la gente, ma per cortesia, non "evadiamo" il problema delegando ad un'occasione formale, lontana e sbrigativa! Invito tutti ad essere mentalmente più ELASTICI!

Qualcuno, per cortesia dica senza timore se è d'accordo o non d'accordo con me... mi faccio "paladino" di questa mozione, e potrei proporre anche l'apertura di un sondaggio sul forum, se mi sarà permesso.

Grazie della pazienza, e.... scusatemi
ciao

lburti
01-02-2007, 18:50
Simpatizzo inevitabilmente per l'atteggiamento 'rapido' e l'invito alla flessibilità di PGU, avendo... lanciato il sasso in piccionaia senza assolutamente immaginare che si scatenasse tutto questo can can. Evidentemente i tempi erano maturi. Io interpreto l'intervento di Paolo come un richiamo allo statuto, che (nopn lo conosco a memoria) evidentemente prevede che un quesito di questo tipo sia portato in assemblea. Mi chiedo se non sia prevista anche la convocazione di assemblee straorinarie, nel senso di ulteriori rispetto a quella annuale. Lorenzo

PGU
01-02-2007, 19:05
evidentemente prevede che un quesito di questo tipo sia portato in assemblea. Mi chiedo se non sia prevista anche la convocazione di assemblee straorinarie, nel senso di ulteriori rispetto a quella annuale. Lorenzo

La questione sicuramente dovrà essere discussa e ratificata[B] in assemblea, da statuto e da procedura corretta, ma spero con le premesse che ho detto nel mio ultimo post.
Lo statuto prevede sicuramente anche assemblee straordinarie, ma, vedi, lburti, :loverat proprio per essere personalmente disponibile [B]all'esasperazione* ed al di là di ogni chiusura mentale da parte mia, (proprio quella che non voglio vedere tra soci e dirigenti), posso anche rinunciare a questa eventualità "straordinaria". Mi accontento sicuramente e senza problemi di discuterne anche ad una ordinaria.
Il discorso è che questa idea del cambio di giorno, ho riscontrato, è ormai fortemente sentito, in alcuni casi da soci, e soprattutto da chi non frequenta ed è magari "astrofilo" che vorrebbe venire, ma gli viene impedito per la cronica superficialità di NON DECIDERE, di "scaricare" ad un'assemblea lontana una decisione ad un pubblico di soci impreparato e non informato.
Questo è il mio timore! ne ho viste tante di storie del genere al Circolo che ormai ...

ciao

Guido
01-02-2007, 21:15
Credo che l'incessante richiesta di visite all'OMB ci costringerà sempre più frequentemente a sdoppiare le serate del venerdì perchè a maggior ragione il pubblico che raggiunge l'OMB si deve fare una 50ina di km e quindi preferisce sicuramente una serata come il ven o sab. Giovedì sera trovo sia una proposta interessante e perseguibile ed egoisticamente libera per me. Il fatto di dormire...beh io vado a letto sempre intorno alle 2 che differenza fa? Nessuna! Aderisco all'iniziativa.

Paolo
01-02-2007, 22:12
...bene bene la discussione si è fatta viva...allora lasciando da parte le incomprensioni che ci sono state, ci sono e ci saranno sempre in tutte le associazioni di questo mondo...se volete il mio parere personale sarei molto più contento se la riunione non fosse di venerdì sera, verrei sicuramente molto più spesso! :si Però c'è un però...!:D

Innanzitutto non essendo così assiduo praticante del circolo e rispettando coloro che si danno da fare e spendono tutto il loro tempo libero per il bene del CAV (tra questi sicuramente Sergio) non ho potuto che assecondare la richiesta che la scelta di cambiare il giorno della riunione debba essere deliberata in modo "ufficiale" ...anche perchè, pensandoci bene, il servizio che offre il CAV dal punto di vista professionale non è secondo a nessuno e quindi non si dovrebbe in corso d'opera (con un piano delle serate già bello che stampato) stravolgere gli eventi e far perdere la tramontana a chi ci segue con interesse....:comp

D'altra parte comprendo anche io che una organizzazione troppo burocrate e inflessibile ben poco si adatta ad una associazione dichiaratamente "di appassionati" come la nostra.....:ouch

la mia proposta allora sarebbe quella di "punzecchiare" (in modo benevolo si intende) il consiglio direttivo in carica (ne abbiamo il diritto direi) per fare in modo di indire a cadenza trimestrale o anche più spesso delle riunioni aperte a tutti i soci nella quale possano essere discusse ed eventualmente approvate a maggioranza delle situazioni/decisioni che riguardano il bene del CAV! :si

Ad esempio...siamo ancora in tempo prima che venga stampato il nuovo opuscolo dell'attività del secondo trimestre 2007 per decidere con una assemblea straordinaria se spostare le riunioni ad un giorno diverso dal venerdì...ecco in questo senso sarei d'accordo nel non aspettare per forza l'evento della prossima assemblea 2008! Se è una cosa che preme a tanti soci non vedo perchè non se ne possa parlare prima (sempre però in via ufficiale) magari ci accorgeremmo che siamo in 4 gatti che vogliamo cambiare il giorno che ne sappiamo ???!!! :confused: :laugh

Ciao a tutti!
Cieli Sereni!
Paolo. :salut

Cyrrus
01-02-2007, 22:21
Intervengo brevemente per comunicare il mio parere sulla questione.
Sono d'accordo con PGU, in quanto credo che in ogni caso discutere fin d'ora (e non rimandare alla prossima Assemblea) sulla possibilità di cambiare il giorno di ritrovo sia cosa ragionevole ed auspicabile.
Si è parlato dello Statuto, ma in realtà la nostra carta fondamentale non parla delle riunioni settimanali, e non fissa procedure da seguire per variare il giorno di ritrovo. Detto questo, è auspicabile che l'eventuale cambiamento del giorno di ritrovo sia formalmente ratificato in Assemblea, ma ciò non significa che non si debba sostanzialmente affrontare la questione, elaborare soluzioni, ascoltare il parere dei Soci, e anche decidere, prima, anche attraverso modalità informali come sondaggi o consultazioni di vario tipo.
Come dice PGU, l'Assemblea, informata all'ultimo momento, non sarebbe preparata per una decisione ragionata e sarebbe portata a votare frettolosamente, forse con una tendenza verso la conservazione dello status quo, o forse approvando quanto "consigliato" dal CD senza il necessario approfondimento (come avvenuto all'ultima Assemblea per la modifica dello Statuto, presentata la sera stessa).
Io, personalmente, ho sempre considerato la scelta del venerdì come una buona soluzione, migliore di altri; ma ovviamente se la maggioranza dei Soci fosse favorevole a cambiare giorno, bisognerebbe cambiare. Visto che la questione è stata sollevata, un sondaggio informale aiuterebbe a capire i diversi orientamenti.
Parliamone! :si
ciao :salut

fernando
02-02-2007, 08:58
Disponibile per qualunque alternativa
Fernando

Fabio.C
02-02-2007, 18:56
a proposito di venerdì sul sito non sono ancora aggiornate le serate 2007?

Sergio
03-02-2007, 09:15
No il sito non è ancora aggiornato, stiamo facendo una ristrutturazione un po' particolare che ha richiesto più tempo del previsto. Ancora pochi giorni e poi tutto tornerà come prima.

PGU
23-02-2007, 15:56
Vorrei rinverdire il topic.... ricordiamoci della questione, mi dispiace per chi mi giudicherà un rompib***, ed un porta-sf***, ma sono convintissimo di certi rimedi ai difetti del CAV ed ai cambiamenti che ultimamente si sono prodotti, e della questione ne ho fatto una bandiera.

Ricordiamoci della questione, e magari che non l'ha fatto scriva pure qui le sue opinioni (personalmente potrò vedere, dalle opinioni e dalle persone, se il CAV sarà, anche per il futuro l'associazione in cui mi riconosco come astrofilo e come amici oppure se la dovrò lasciare.... in quanto con mentalità in cui non mi riconosco più).
MA FACCIAMOLO, PARLIAMONE!! Per cortesia! Teniamo viva la questione che diversamente andrebbe dimenticata!

E' necessario, ormai, secondo me, cambiare giorno di riunione. "liberando" così il venerdì che potrebbe diventare il giorno ideale per l'astronomia pratica, in osservatorio e non... (comodo anche per il cosiddetti "pizzazioli" che svuotano la sede lasciando un senso di vuoto e di desolazione ogni venerdì.... ed alcuni molto spesso mcon le pive nel sacco.....)

Ovviamente bisognerà parlarne anche con le altre realtà istituzionali e associative di Parona.

Allora: che giorno vi andrebbe bene èper la riunione/attività in sede?

Cyrrus
23-02-2007, 17:28
Come dicevo qualche giorno fa nel mio primo intervento in questa discussione, anche se personalmente penso che il venerdi` non sia peggio di altri giorni della settimana (ma e` solo una opinione personale, che vale fino ad un certo punto), sono perfettamente d'accordo con PGU sul fatto che sia giusto affrontare la questione adesso, e non rimandarla alle calende greche.
Visto che molti hanno sollevato perplessita` sulla scelta del venerdi`, forse e` il caso e il momento di metterla in discussione.
Certe questioni, a mio modo di vedere, vanno dibattute, discusse per tempo, e non presentate in Assemblea all'ultimo momento, senza aver preventivamente informato i Soci.
In sede di Assemblea si dovrebbe soltanto votare formalmente sulla base di uno schema di discussione e di un dibattito gia` condotto e approfondito; e questo Forum e` un buon modo di raccogliere opinioni e suggerimenti.
Propongo di aprire senz'altro un sondaggio su quest'area di discussione, allo scopo di capire l'orientamento di alcuni soci e/o simpatizzanti. :si
Cosa ne pensate?

Fabio.C
23-02-2007, 18:16
hai fatto benissimo PGU a riproporre il problema... infatti io il venerdì se potessi dovrei sdoppiarmi in due per essere in CAV e in OMB, quindi spero che il problema venga risolto e sarò ben lieto di partecipare a discussioni e/o sondaggi in merito

Fabio.C
23-02-2007, 18:36
Come alcuni sanno, io sono uno di quelli "che non vengono piu`", come dice PGU, anche e soprattutto a causa di questa "brutta abitudine", purtroppo invalsa da qualche tempo (direi da quando c'e' l'Osservatorio) di sovrapporre eventi in sede e all'Osservatorio..........

riprendo qui il discorso perchè mi sembra questa la discussione giusta...
io non faccio parte del consiglio però resto dell'idea che sarebbe meglio spostare solo la serata del CAV lasciando invariata al venerdì quella dell'OMB

MicheleC14
23-02-2007, 20:19
Allora: che giorno vi andrebbe bene èper la riunione/attività in sede?

Ciao carissimi PGU e CYRRUS :laugh

Dall'ultima riunione del CD è emerso che l'attività è orientata a restare Venerdì mentre le altre attività in Osservatorio, visto anche gli impegni del Baldo Festival di questa primavera-estate e le giornate in cui le scolaresche potrebbero essere più comode a visitare l'Osservatorio, saranno portate a Martedì - Giovedì - Sabato (ovviamente raramente ci saranno 3 serate impegnate in un unica settimana in OMB, questo può accadere in particolari circostanze, come quest'estate, quando la sede sarà chiusa!!!).
La sovrapposizione di attività OMB-CAV non ci saranno,
l'unica eccezzione, è mi scuso se accadrà ancora, potrò essere io o Flavio
infatti se succede come pochi giorni fa... che c'era da confermare un supernova per Stefano Moretti o fotografare una nova... il piacere ed il dovere di contribuire e documentare l'evento andando in Osservatorio penso che tutti i lettori del forum lo capiscano!
Attenzione non voglio fare il polemico o quello che si giustifica sempre dico solo che se ci sono eventi importanti da documentare o (in casi rari) persone di prestigio da accolgiere in Osservatorio proprio venerdì, e beh! 2 persone possono anche andare a Novezzina e le altre 100 - 150 - 200 seguire l'attività in Sede!
Mi auguro che da questo topic nascano anzi si rafforzino le nostre amicizie, e comunque sono sicuro che parlandone con serenità le cose si risolveranno almeno io sono sereno e non tengo nessun rancore!

PS Come nuovo responsabile del sito mi scuso ancora per non aver aggiornato
la galleria delle immagini, con pazienza e l'aiuto di altri collaboratori l'aggiornamento verrà fatto! Ciao a tutti! :salut

PGU
23-02-2007, 21:06
Dall'ultima riunione del CD è emerso che l'attività è orientata a restare Venerdì


:triste
Il CD non poteva che decidere questo, non mi aspetto nulla da anni dal CD, ormai. ... e con me persone connosciute e meno conosciute. :arrflame
Il CD non giungerà mai a decisioni "coraggiose" e lungimiranti!

Purtroppo l'esigenza sentita da parecchi è invece quella di CAMBIARE GIORNO DI RIUNIONE!!!
Inoltre ci saranno tante persone, astrofili, là fuori... che al Circolo non verranno solamente perché ci riuniamo il Venerdì...

Il Venerdì secondo il mio parere è ormai inadeguato, a causa di "brutte abitudini" astronomiche e non astronomiche e comportamenti "insensibili" ed "irresponsabili" che si sono creati in questi anni.
Questo al di là del fatto che venga dedicato un giorno indifferente alle attività in osservatorio. sapete benissimo che le cose poi rimarranno tal e quali a quelle di adesso, e si creeranno altri "incidenti".

Persopnalmente mi sto rassegnando e mi msto sempre piùconvincendo che questo Circolo non corrisponde più alle mie aspettative, e mi mette sempre più a disagio, nonostante da qualche anno, dopo la mia famosa "crisi nera" astronomica, cercassi di "rientrare" almeno nell'ambiente "umano".



Mi auguro che da questo topic nascano anzi si rafforzino le nostre amicizie, e comunque sono sicuro che parlandone con serenità le cose si risolveranno almeno io sono sereno e non tengo nessun rancore!


Perfettamente d'accordo con quello che dici, quoto in pieno. A livello individuale nulla di polemico o nessun rancore, anzi!.
Ma ho fatto la mia bandiera una questione, non iniziata da me, tra l'altro e nemmeno proposta in maniera esplicita, che che secondo me è ormai un necessario e giusto rimedio a molti "vizi" e mentalità granitiche che non si vogliono arrendere e non vogliono accorgersi ai molti cambiamenti che vi sono stati , alle esigenze di persone (astrofili) magari in gamba di alle quali di fatto ne viene impedito la frequentazione del Circolo. ... e tra un po' potrei essere di questa shiera..... di nuovo. :triste (scommetto che qualcuno non ne vede l'ora :devil )

Ed ora, ebbene sì, vengo in sede.....

Cyrrus
26-02-2007, 12:31
Penso che la decisione del CD che Michele ci riferisce costituisca un passo in avanti; magari piccolo, ma significativo. Capisco la perplessita` di PGU, ma stavolta io sarei orientato ad essere un po' piu` fiducioso e ottimista. :si
Il principio della "non coincidenza" tra serate in sede e serata presso l'Osservatorio e` di per se` un principio da porre come fondamentale, a prescindere dalla scelta dei giorni specifici scelti per l'una o l'altra tipologia di attivita`. :apll
Poi si potra` eventualmente decidere che in sede ci si trova il giovedi` e non piu` il venerdi`, e allora si sposteranno le serate in Osservatorio, supponiamo, al martedi`, al venerdi` e al sabato.

Penso che sarebbe utile collaborare tutti insieme per far seguire a questo primo risultato altri passi nella direzione di migliorare la situazione e risolvere un problema che sul finire dell'anno scorso ha fatto allontanare e "infastidire" piu` di una persona (non solo me).
Condivido in pieno anch'io l'auspicio di Michele, che da questo topic si possano rafforzare le nostre amicizie, e risolvere con serenita` i problemi sul tavolo.
Con questo spirito di disponibilita` e collaborazione, faccio alcune richieste/proposte al CD:

1) la decisione presa dal CD sulla "non coincidenza" (da quando andra` in vigore?) andrebbe in qualche modo ufficializzata, formalizzata (e` stata pubblicata in bacheca?), e riportata sul sito, sui volantini, ecc., in modo da fare chiarezza sui giorni dedicati alle varie attivita` dell'associazione (di sicuro sarebbe una cosa gradita ai soci);

2) nel caso di serate osservative non programmate, organizzate all'ultimo minuto e coincidenti con altre attivita` in sede, dovrebbe diventare obbligatorio informare, prima della serata stessa, il CD e chi fa attivita` in sede quella sera;

3) la discussione sull'eventuale spostamento della serata di ritrovo in sede dal venerdi` ad altro giorno dovrebbe comunque avere luogo fin da subito (in ogni caso dovrebbe valere il principio della "non coincidenza").

Mi piacerebbe molto ascoltare l'opinione del Consiglio Direttivo su questi punti.

ciao e grazie per la collaborazione :si :salut

MicheleC14
26-02-2007, 13:10
Grazie a te Cyrrus per la disponibilità!
L'impegno è quello di non far sormontare attività importanti,
voglio dire, ...ma parlo personalmente..., che se uno degli operatori dell'Osservatorio deve andare, per esempio a fotografare una variabile
o un asteroide, può farlo a patto di non portarsi gente con se e che quindi
comporterebbe l'intervento di più operatori per le norme di sicurezza,
questa ad esempio è una delle regole che sono state discusse in sede dal CD...
quindi l'emergenza OSSERVATORIO che per pura fatalità cade in coincidenza di una serata in SEDE non diventerà un uscita osservativa fuori ordinanza! :si
Verrà sicuramente fatto un regolamento che comprende anche le tue proposte!
Il CAV deve tornare il fulcro degli astrofili a Verona, ma è anche vero che l'Osservatorio del Monte Baldo deve essere funzionante in presenza di fenomeni ed eventi importanti in quanto è a tutti gli effetti in Italia assieme ai due siti è il nostro biglietto da visita e occorre portare avanti anche i programmi di astrofotografia e di ricerca!:si
:salut

Fabio.C
26-02-2007, 14:44
io volevo capire una cosa prima di tutto e cioè il perchè la vecchia sede è rimasta aperta a Parona mentre il corso si svolge a Quinzano? a cosa è dovuto questo fatto?

Sergio
26-02-2007, 18:13
I locali sono di proprietà del Comune e sono loro che concedono o meno le sale. Quest'anno in concomitanza con il nostro corso la Circoscrizione aveva programmato delle loro manifestazioni. Ergo, ci hanno concesso come riparazione la sala consigliare della Circoscrizione.:arrflame

Paolo
27-02-2007, 19:29
Sala che comunque non è male, certo che non è più il "riferimento" per antonomasia per noi astrofili ma....a proposito Sergio non mi sono ancora iscritto come posso fare ? C'è nessuno che mi porta un tagliandino ? :laugh

pedro2005
28-02-2007, 19:31
Premetto che io non sono iscritto al CAV, e sono venuto solo una volta.
Ci tengo a precisarlo subito.
E non conosco neppure le esigenze del circolo e della sala del comune.
Ma mi sembra che avere il ritrovo il Venerdì sera sia un'errore, e non da poco.
Un'astrofilo ha due sere la settimana ove può tranquillamente fare quello che vuole: il Venerdì notte ed il Sabato notte.:sorr
Se pensiamo che non sempre il cielo ci è amico, che a volte capita l'imprevisto, è un'errore "buttare" una delle due sere libere settimanali.:arrflame
Sempre che uno la settimana non lavori, allora cambia tutto.
Sono venuto una volta, era già in programma da tempo... e quella sera dopo settimane di nebbia e nuvole era sereno.
Pensate un pò come mi sentivo...:ouch
D'ora in poi vengo SOLO se nuvoloso o piovoso.
A me piace osservare e fotografare il cielo, e se per venire al CAV devo rinunciare a questo... rinuncio al CAV.
Scusate se sono andato "dritto", ma ho solo detto la mia idea.
Ciao:salut

Fabio.C
01-03-2007, 01:03
riprendo qui il discorso perchè mi sembra questa la discussione giusta...
io non faccio parte del consiglio però resto dell'idea che sarebbe meglio spostare solo la serata del CAV lasciando invariata al venerdì quella dell'OMB

infatti pedro quando io avevo postato il messaggio qui sopra citato era in riferimento a quello che hai detto anche tu.. secondo me le uscite in OMB hanno poco senso se organizzate nei giorni durante la settimana (esclusi i casi in cui potrebbe esserci un evento particolare) questo a mio modo di vedere e perchè il giorno seguente c'è sempre da lavorare e la cosa si fa critica quindi dalla mia spero che l'OMB apra soprattutto il fine settimana dove è più pensabile poter fare le ore piccole.. poi se sarà diversamente pazienza non è che NON VENGO PIU' anzi solo che è vero, il concetto fondamentale è quando arriva il venerdì non è simpatico trovarsi nella situazione di dover essere indecisi se andare in OMB o al CAV

Cyrrus
01-03-2007, 15:11
Allora... vediamo di ricapitolare...
Mi pare che ci siano due esigenze molto sentite, indipendenti l'una dall'altra:
1) garantire in modo chiaro e condiviso che le uscite organizzate presso l'Osservatorio non si sovrappongano con le serate programmate in sede a Parona;
2) spostare il giorno di riunione in sede dal venerdi` sera ad un altro giorno della settimana, o per lo meno discutere su un eventuale spostamento (fermo restando il principio 1) della non sovrapposizione)

Per quanto riguarda il punto 1) Michele ci ha informato che il CD ha gia` deciso di programmare le attivita` dell'Osservatorio in serate diverse dal venerdi`, e questo e` gia` un buon risultato.
E` importante che a questo segua una formalizzazione dei questa decisione, cioe` che venga emesso, come Michele stesso ha promesso, un regolamento che dovra` essere tassativamente rispettato da tutti.
Le eccezioni potranno certo esserci, ma a condizione che rimangano tali, e che non diventino la regola.
Inoltre, secondo me, nei casi di attivita` "inevitabili" e non spostabili, che debbano avvenire in concomitanza con serate in sede, dovra` essere obbligatorio informare tutti i membri del CD e le persone coinvolte nell'attivita` programmata a Parona. Si tratta di una regola di buon senso, che pero` purtroppo non e` stata rispettata ultimamente. :triste :ouch
Siete d'accordo?
Attendo quindi una prima bozza del regolamento.

Per quanto riguarda il punto 2), credo che la cosa da fare sia indire un sondaggio per vedere le diverse opinioni sul giorno di riunione preferito.
E` chiaro che, se dovesse essere deciso un giorno diverso dal venerdi`, bisognera` di conseguenza spostare le attivita` di Novezzina per salvaguardare il principio 1).
Cosa ne pensate? Creo il sondaggio?

ciao

Paolo
01-03-2007, 20:33
Visto che il forum è uno strumento libero nel quale ognuno può esprimere la sua opinione (sempre nel rispetto del regolamento naturalmente) non vedo perchè non lanciare questo sondaggio che certamente NON è ufficiale ma serve a capire se c'è questa volontà tra una parte dei soci "forumisti".

Per me Paolo aprilo pure!!! :si
Ciao! :salut

PGU
02-03-2007, 19:51
Premetto che io non sono iscritto al CAV, e sono venuto solo una volta.
Ma mi sembra che avere il ritrovo il Venerdì sera sia un'errore, e non da poco.
....
Scusate se sono andato "dritto", ma ho solo detto la mia idea.


:si :apll :apll :apll :masperem :apll

PGU
02-03-2007, 19:57
Allora... vediamo di ricapitolare...
Mi pare che ci siano due esigenze molto sentite, indipendenti l'una dall'altra:
1) garantire in modo chiaro e condiviso che le uscite organizzate presso l'Osservatorio non si sovrappongano con le serate programmate in sede a Parona;


Aggiungo e puntualizzo io... attenzione:
uscite presso l'osservatorio, all'osservatorio e comunque qualsiasi tipo di uscita!!!
Insomma: il "sacro" venerdì deve divenire non più sacro per la riunione del Circolo ma casomai il giorno per antonomasia per l'astronomia pratica ed osservativa!!!

...e se c'è brutto... tutti in pizzeria o al bar o al cinema.... :birrax tanto cara ad una buona fetta di attuali "astrofili" del Circolo.

Fabio.C
05-03-2007, 14:58
ok per il sondaggio ma non sarebbe meglio tener privato i nomi di chi vota?

Cyrrus
06-03-2007, 10:14
Forse e` vero, ma temo che per modificare questa opzione occorra ricreare il sondaggio (chiedo conferma di questo agli esperti dell'amministrazione del forum :masperem )
Se preferite che il voto sia "segreto", fatemi sapere e vediamo cosa si puo` fare!
ciao! :salut

MicheleC14
06-03-2007, 14:47
Per me non è un problema il fatto che il voto sia pubblico!
Ero veramente indeciso :confused: ,
anch'io come PGU sono d'accordo che il Venerdì sarebbe bello che fosse dedicato alle uscite pratiche! ...:triste
Però espongo 2 problemi:

1 ...personale... Sabato mattina lavoro ad eccezione di farmi cambiare il turno
con un mio collega (molto difficile), quindi ritengo che Venerdì sera sia più adatto per l'attività astronomica in sede o in via eccezionale per fotografare qualcosa di importante senza però fare le ore piccole.
Sabato lo trovo migliore per le uscite! Dal Lunedì al Giovedì ho altri impegni :comp

2 I neo iscritti cioè coloro che fanno il corso di astronomia penso, ma rimane cmq un mio parere, abbiano desiderio di venire in sede per seguire le conferenze preferibilmente di Venerdì in quanto difficilmente il Sabato mattina lavorano e vedono nel Venerdì sera, appunto, un momento per rilassarsi e farsi affascinare dalle conferenze e dai nostri racconti :loverat ,
poi tanti nel week end devono stare con la propria famiglia e svolgere altre attività :abbraccio !

PS fra le tante cose da rivedere c'è anche la decisione del target di difficoltà da dare alle conferenze, ricordiamoci che il circolo è fatto in piccola parte da
esperti e persone che pensano alle stelle anche quando dormono:laugh :si
ma coloro che fanno presenza, numero e pubblicità al circolo sono coloro che
desiderano essere affascinati da semplici ed appassionanti conferenze/racconti :loverat in quanto per loro l'astronomia è un momento magico che spesso viene vissuto al circolo e non approfondito a casa,

NO! Difficult and serious
:old :confused: :confused: :confused: :confused: :confused: :confused:

OK! Simple and happy
:laugh :loverat :loverat :loverat :loverat :loverat :loverat :loverat


questo momento infatti coincide con la serata del Venerdì sera
in quanto fa da ponte fra la settimana lavorativa ed il fine settimana trascorso in famiglia o con altri impegni! :ouch :plow :abbraccio
La scelta di spostare questa data va sicuramente incontro agli astrofili
di un certo livello :laurea (pochi) ma va contro alla grande massa!
:confused: :sorr :triste :confused: :eek: :sorr :eek: :cool: :triste :confused:

Questo significa che il circolo può diventare un gruppo di astrofili di nicchia e quindi la divulgazione va a farsi benedire!
Lo sò è difficile fare le proprie osservazioni, le proprie foto,
le conferenze, mettersi a disposizione dei nuovi soci, ma se amiamo la materia
non dovrebbe essere un peso, il vero problema del circolo è questo:
CI SONO PERSONE CHE HANNO CAPACITA' FUORI DAL COMUNE
ma che sono pigre!!!
Siamo almeno in una trentina e più di astrofili ingamba! :si
Alle conferenze espongono sempre quei 6 o 7 a rotazione! :si
In Osservatorio si è cominciato un corso dove si sono iscritti almeno in 10-12
e l'ha portato a termine solo 1! :si :triste
Statisticamente il CIRCOLO gode di persone con buone capacità ma non è costante!
Cosa facciamo? Facciamo diventare il circolo un gruppo di nicchia :laurea :cool:
o un gruppo aperto a tutti :laugh :eek: :confused: :triste :sorr :D :arrflame
dove in primo piano c'é la divulgazione? :confused: ........:laugh

Questo però resta un parere personale! Meglio parlarne assieme una sera!
:salut

Fabio.C
06-03-2007, 20:31
anch'io ho votato però volevo far intendere che ovviamente il mio voto è riferito guardando i miei impegni e le mie comodità :canna ... poi fermo restando che magari il sabato rimane a disposizione dell'OMB a differenza del sondaggio per me una sera vale l'altra perchè da lunedì a sabato lavoro sempre e quindi il problema dell'alzarsi il giorno dopo mi rimane in ogni caso.

roberto
07-03-2007, 19:16
che sappia io è sempre stato il Venerdi, cambiare sera penso che possa creare qualche problema a molti di voi.
dedicare il venerdi alle uscite in fondo sarebbe giusto in fondo faccio cosi pure io
vi ricordo che i veri astrofili da campo sono molto pochi, alzi la mano chi è stato in osservatorio (o in montagna) più di 5 volte da inizio anno.
la domanda giusta sarebbe, chi rinuncerebbe alla solita pizza per un uscita osservativa?
Biondani

MicheleC14
07-03-2007, 20:37
Grazie Roberto del tuo intervento! E' un piacere leggere il tuo msg nel forum!
Io alzo la mano, più di 5 volte e altre 3 fuori via di Domenica pomeriggio! :si

Ciao!:salut

Cyrrus
07-03-2007, 20:39
No, non e' sempre stato il venerdi': come gia' detto all'inizio di questa discussione, qualche anno fa la serata di riunione era il giovedi', e molti soci ancora lo ricordano. :si

Vorrei invitare tutti ad esprimere il proprio parere attraverso il sondaggio appositamente creato. Stanno circolando catene di e-mail con enormi liste di destinatari, in cui ognuno dice la sua, ma se non si trasferisce la discussione qui sul forum, utilizzando il sondaggio per esprimere la propria preferenza, si ottiene solo il risultato di invadere la rete con pesanti catene di e-mail senza contribuire a far capire l'orientamento prevalente dei soci e dei simpatizzanti.

Come si e' piu' volte ricordato, questo sondaggio non ha alcuna pretesa decisionale, ci mancherebbe!
Vuole soltanto essere uno strumento per raccogliere l'opinione di piu' persone possibili, e per aiutare ed orientare chi dovra' poi prendere una decisione.
Pero' facciamo in modo di votare qui, senza disperdere e-mail che difficilmente possono essere prese in considerazione...

A proposito dei rischi paventati da Michele, sono assolutamente d'accordo con lui sul fatto che non dobbiamo permettere che il Circolo diventi un club d'elite; ma non sono convinto che spostare la serata di ritrovo dal venerdi' ad un altro giorno debba necessariamente comportare una trasformazione in questo senso dell'Associazione.
Le serate "divulgative" del venerdi' generalmente finiscono intorno alle 22.30, per cui l'eventuale spostamento ad altro giorno della settimana non sarebbe una cosi' grande sciagura per chi lavora! Casomai le serate in Osservatorio si protraggono tipicamente fino ad ore tarde (anche considerando la distanza di Novezzina dalla citta'), e il venerdi' e il sabato sarebbe una collocazione ideale per esse.

ciao! :salut

Alessio
08-03-2007, 11:03
Per quanto riguarda la fattibilità del sondaggio, sono d'accordo sul fatto di tastare il terreno con un sondaggio (ho appena partecipato), ma la decisione la ritengo esclusiva di un'assemblea, anche straordinaria. :si Prima si dovrebbe dare la possibilità a tutti di conoscere le motivazioni della proposta, i cambiamenti che questo apporterebbe ai vari appuntamenti/impegni del Circolo, questo anche tramite avviso inviato via posta agli iscritti. Queste idee sono già state evidenziate sul forum, quindi la mia intenzione era di rendere noto che anch'io le condivido.
Per meri motivi personali io manterrei la serata il venerdì, ma un eventuale cambiamento di serata non avrebbe alcun influenza sul numero di serate a cui parteciperei.
Se il sondaggio evidenziasse che più di qualche socio ne sente la necessità mi schiererei con chi richiede la discussione in assemblea.
Vedo di buon occhio anche un certo coordinamento del direttivo per cercare di limitare, se non evitare, le sovrapposizioni di serate.
Alessio

elviroinama
08-03-2007, 14:38
per me è vanno bene sia il venerdì che il giovedì, anche se purtroppo non sarprò impegnarmi con continuità alle attività del circolo.
vorrei anche fare un pò di pubblicità al sito piuttosto informale "disastrofotografi.it" che ho voluto attivare anche per fare emergere e dare visibilità ad appasionati fotografi anonimi e non associati. un'attività parallela e di stimolo, non competitiva
mi farebbe piacere un giudizio da aprte vostra.
elviro

MicheleC14
08-03-2007, 21:39
Eccola qua!!! :ouch :eek: :arrflame
Da Sergio non aspettavo che questa risposta. :triste

Scusate se lo dico fuori dai denti, e senza nessuna polemica o rancore, ma conoscendo ormai molto bene fatti persone e comportamenti all'interno del Circolo, la trovo una risposta totalmente insoddisfacente, ed evasiva!

Quando in qualche post addietro, scrissi testualmente (cito me stesso):

mi riferivo anche e soprattutto PROPRIO A QUESTO TIPO DI ATTEGGIAMENTI, PROPRIO A QUESTO TIPO DI RISPOSTE!

Quindi, per favore, PARLIAMONE, AFFRONTIAMO IL PROBLEMA fuori dalle sedi istituzionali, indiciamo sondaggi, referendum, informiamo la gente, ma per cortesia, non "evadiamo" il problema delegando ad un'occasione formale, lontana e sbrigativa! Invito tutti ad essere mentalmente più ELASTICI!

Qualcuno, per cortesia dica senza timore se è d'accordo o non d'accordo con me... mi faccio "paladino" di questa mozione, e potrei proporre anche l'apertura di un sondaggio sul forum, se mi sarà permesso.

Grazie della pazienza, e.... scusatemi
ciao


...:si
Sono sincero sto leggendo attentamente tutto il topic solo ora, per rivedere alcune cose ... cito questo passaggio di PGU per introdurre una mia considerazione,
concordo con PGU sul fatto che bisogna essere più elastici!
Non mi maledicano quelli che sentiranno questa frase:

la paura di molti coordinatori del circolo è di creare delle tensioni soprattutto ai nuovi soci e di avere delle conseguenze negative del tipo:
delusione per l'organizzazione e conseguente perdita della fiducia +
la perdita economica delle entrate €...:eek: in quanto il circolo sta in piedi
anche perché si fa fronte ad una spesa di base, di gestione e questa la compensano in buona parte le iscrizioni dei soci...:si


Grazie all'osservazione di CYRRUS cerco di ridimensionarmi un po' e non faccio altro che dargli ragione
sul fatto che lo spostamento della serata non comporta tutti questi problemi...
prendo atto di questo e...

Allora ritorno un attimo indietro facendo una riflessione sul mio precedente topic:

La finalità del Circolo numero 1 qual'è ? :

1 Fare divulgazione a coloro che si avvicinano all'astronomia? :confused:

2 Ritrovarsi fra amici a parlare di astronomia e delle esperienze visute
trascorrendo un serena serata a chiacchierare? :birrax

3 Farci scuola fra noi (esperti):old , nel senso buono intediamo:comp ?
Dando priorità a tematiche impegnative e che formino chi già a talento
ed è particolarmente predisposto per apporfondire la materia!

4 Svolgere attività da soli o per piccoli gruppi e poi condividerli con
il gruppo più grande :cool: ?

5 Far vedere al mondo intero che anche a Verona ci sono persone che fanno crescere l'astronomia grazie anche al loro piccolo contributo?

Guardate! Secondo me sono tutti ottimi propositi!
Ma in una comunità grande è difficile gestirli con impegno e costanza TUTTI!

PER LA SCELTA DELLA SERATA CAV
Rivaluto il fatto della decisione del giorno in quanto mi sto convinciendo
grazie anche a voi
che forse altro giorno CAV sede e Uscite o OMB VEN+SAB siano
la scelta più giusta, ma occorre motivare anche i neo iscritti, che per la maggior parte di loro sono incuriositi dalla teoria, occorre anche, visto che tanti il Venerdì e Sabato vogliono dedicarsi alla pratica, cercare di trascinare i pigri del circolo alle uscite e dando un senso ulteriore a questa eventuale scelta di cambiamento!
Questo lo dico per evitare che molti soci facciano poi i solitari!
Ok quelli che lavorano bene da soli, si sà, meglio che abbiano i loro spazi,
il mio intento è quello di far riscoprire le uscite di gruppo dove chi fra fotografi, fra osservatori con strumenti ed osservatori ad occhio nudo
facciano nascere attività vera e cofronto sul campo ed una disponibilità anche
all'insegnamento pratico per i neo soci!

Scusate per le mie ZUPPE DEL CASALE :laugh ma da astrofotografo per i miei
primi 2 anni trascorsi da solitario adesso che sono del Circolo mi riscopro ancora in parte solitario finché pratico, ma sento di vitale importanza la condivisione delle proprie esperienze e poter offrire le mie capacità !!!
Gli astrofli veri sono un po' così hanno bisogno dei loro spazi per dar sfogo alla
loro vena artistica, ma poi hanno bisogno di un continuo confronto e
supporto con altri appassionati!

Allora spero che una sera al CAV magari alla prima occasione si possa già pianificare qualcosa... ma di grande stavolta e che coinvolga tutti i soci potenzialmente bravi a divulgare l'astronomia sia teorica che pratica. :cool: E che la pratica sia anche di gruppo e non solo una volta al mese !
Allora nasce un senso se il Venerdì si decide di fare le uscite, perché no anche una volta alla settimana!
CI METTEREI LA FIRMA!!!

Ciao! Michele:salut

FlavioCastellani
08-03-2007, 23:19
Beh, un lato positivo c'è...
Ora sappiamo per sicuro che molte e-mail che di soci del circolo che credevamo disattivate sono in effetti utilizzate...:devil

Che casino ragazzi; :ouch mi è sembrato di essere ai tempi dell'inquisizione, quando avere idee diverse o proporre diversi punti di vista era di per sè un peccato che meritava il rogo. :arrflame

Speravo che tutto ciò almeno servisse a portare qualche nuovo iscritto qui nel forum... ma è sperare troppo.:braccia

Comunque, condivido appieno le considerazioni di Michele e personalmente sono un convinto sostenitore che un giorno diverso dal venerdì sarebbe preferibile.

Ciao a tutti

PGU
09-03-2007, 21:49
che sappia io è sempre stato il Venerdi, cambiare sera penso che possa creare qualche problema a molti di voi.


Allora ritorno a scrivere per mettere ancora una volta "i puntini sulle i"
Scusate se vado diretto 8scusa Roberto) ma... quello che dice Roberto è sbagliato
Brevemente ribadisco quello che sho scritto ad inizio topic:
Una volta al Circolo ci si trovava di GIOVEDI!!! (per i dettagli andate pure a leggere i messaggi iniziali). Si è cambiato al Venerdì circa 15 anni fa preché, diciamo così, le condizioni, appunto, all'epoca, erano cambiate da poter pensare che era meglio scegliere questo giorno della settimana.



dedicare il venerdi alle uscite in fondo sarebbe giusto in fondo faccio cosi pure io

Questo denota proprio la poca 2sensibilità" che è
Considero da sempre (ripeto *da sempre*) una cattiva abitudine quella di andare ad osservare il Venerdì quando c'è riunione in sede. Sia ben chiaro che ovviamente non è proibito ma tant'è.... è unaspecie di mancanza di rispetto. Il Venerdì dovrebbe essere quasi "sacro" per il confronto l'aggiornamento, l'attività ed il ritrovo in sede (non parlo solo della "dimensione conferenze"). E' FARE ASTRONOMIA anche questa!!!!! Ed' è molto più importante di quanto possa sembrare, soprattutto quelli che snobbgano questo approccio all'astronomia.
Visto che questa abitudine ed "insensibilità" come la considero io, è ormai di dominio pubblico da molti anni; è utile, secondo me "battezzare" il venerdì come il giorno per le possibili uscite ivi comprese quelle per l'attività in osservatorio.
Dedicando alla riunione un'altra serata. :cool:
Tantissime associazioni, cittadine e non anche di "nottambuli" si ritrovano in altrei giorni della settimana. Non vedo che cosa possa impedire a noi di fare altrettanto.
Non vedo nemmeno nessuna difficoltà anche per chi non è un astrofilo pratico di venire alla riunione in un giorno diverso... a parte le disponibilità e gli impegni personali diversi e variegati per ogniuno di noi, scommetto per questi "astrofili" che volessero venire in sede ogni natno non farebbe differenza venire il martedì piuttosto che il lunedì o Giovedì....
Non vado oltre coi i miei commenti, più volte esposti qui.



vi ricordo che i veri astrofili da campo sono molto pochi, alzi la mano chi è stato in osservatorio (o in montagna) più di 5 volte da inizio anno.


... E che cosa c'entra??? qual'è il senso?
Questo no

la domanda giusta sarebbe, chi rinuncerebbe alla solita pizza per un uscita osservativa?
Biondani[/QUOTE]

Anche qui è un ragionamento non fattto nella maniera giusta. Infatti c'è tra i "pizzazioli" o il "pizza's group" come uno dei componenti si è autonominato, cì chi lo fa già... non preoccuparti, e non ha difficoltà nel farlo. Forse non ne sei al corrente!
La domanda giusta è "chi tra i "pizzaioli" è disposto a dedicare un altro giorno della settimana alla giusta e piacevole ritrovo con pizza? forse qualcuno, forse nessuno.... e allora perché non dedichiamo il Venerdì a questo "liberandolo" dalla riunione in sede? Spostiamo il ritrovo ad un altro giorno della settimana così il venerdì si può andare a mangiare una pizza, in osservatorio, sotto le stelle.... ecc. ecc.:loverat

E' così semplice ragazzi.... ormai!! :devil

PGU
09-03-2007, 22:17
....
Scusate per le mie ZUPPE DEL CASALE :laugh ma da astrofotografo per i miei
primi 2 anni trascorsi da solitario adesso che sono del Circolo mi riscopro ancora in parte solitario finché pratico, ma sento di vitale importanza la condivisione delle proprie esperienze e poter offrire le mie capacità !!!
Gli astrofli veri sono un po' così hanno bisogno dei loro spazi per dar sfogo alla
loro vena artistica, ma poi hanno bisogno di un continuo confronto e
supporto con altri appassionati!
...


Quoto solo in parte il tuo intervento.
Sono d'accordo quasi in tutto, se non in tutto quello che dici, dico solo:

Scopo del CAV? Tu hai specificato 5 punti, ebbene, sono tutti giusti e molto validi, ma io dico che c'è semplicemente un modo per definire lo scopo del nostro Circolo: è sintetizzato nell'articolo 2 del nostro statuto, dove si parle di favorire l'incontro di appassionati di astronomia e creare occasioni di confronto e studio della materia per scopo di crescita e diffusione culturale tra la cittadinanza (non sono le parole testuali)
Meglio di questa defiinizione non c'è nient'altro... :masperem :si

Poi, riallacciandomi sempre a quanto hai scritto, se proprio si cambiasse tra qualche tempo il giorno di riunione, nnon vedrei, allora vincolante il fatto che dopo sarebbe d'obbligo il ritrovarsi ogni settimana. Lo favorirebbe certo, ma non certo bisogna metterwsi intesta che se si libera il Venerdì deve essere necessariamente utilizzato in ogni caso per uscite programmate.
Non vedo obblighi. Io vedo solo come un modo per liberarsi di un problemia attuale, realte, che molti non riescono e non vogliono rendersi conto dell'esistenza, né tanto meno risolvere.
Io la vedo come un crearsi una nuova opportunità, un voltare pagina nelle granitiche logore nostre abitudini, un "cambiare aria" ormai, uno "snellire" le nostre proposte non so se rendo l'idea.
Ma questo non deve trasformarsi nell'obbligo di "sostituire" l'attività in sede che si faceva di venerdì con qualcosa di "pratico" a tutti i costi.
Beninteso: si avrà più margine di manovra per attività organizzate uscite ed osservazioni anche ufficiali ed in osservatorio, quelle che tu enumeri e proponi, michele, e ben vengano allora! :si perché non più "assillate" da attività parallele in sede, e quindi ci sarà più tempo spazio e stimolo per svolgerle proporle e parteciparvi, ma ripeto: in ogni caso non lo vedo come un obbligo dover fare a tutti i costi qualche cosa di venerdì. Ci sarà solo più "tempo" per noi, per gli astofili pratici, per chi va ad osservare in gruppo, o meno, per chi vuole rirtrovarsi in pizzeria.... o anche al cinema.... ecc. :comp

roberto
11-03-2007, 20:36
astrofilo (dal greco astro, "stelle", filos "amico") è un dilettante appassionato di astronomia, senza qualifiche professionali, appunto "amico delle stelle". Un astrofilo possiede generalmente un piccolo telescopio e passa molte notti all'aperto osservando e fotografando il cielo.

Le attività principali dell'astrofilo sono variegate: osservazione del cielo notturno ad occhio nudo, al binocolo e al telescopio, fotografia di oggetti celesti mediante il telescopio (o astrofotografia), ricerca di comete e di altri oggetti.

Gli astrofili sono spesso organizzati in gruppi, detti gruppi astrofili. I gruppi sono spesso necessari, date le non trascurabili necessità logistiche e di materiale per una buona osservazione del cielo: occorre spostarsi lontano dalle città (necessari mezzi di trasporto), possono essere utili telescopi di diverso tipo (ognuno porta il suo), alcune foto astronomiche sono molto impegnative in termini di tempo richiesto (ci si dà il cambio).

Alcuni gruppi astrofili possono avere attrezzature di tutto rispetto, a volte addirittura un piccolo osservatorio astronomico con cupola. Più spesso, un gruppo astrofilo è fornito di tre o quattro piccoli telescopi, ma non è insolito che il valore totale dell'attrezzatura sia di decine di migliaia di euro. Il mercato ha visto nascere industrie specializzate nel fornire telescopi e accessori fatti su misura per l'astrofilo. Le qualità più apprezzate sono la compattezza e la leggerezza, per poter essere meglio trasportati.

A differenza di alcune scienze, in astronomia i dilettanti possono portare contributi importanti in almeno alcune aree: prima di tutto nella divulgazione astronomica, avvicinando la gente all'osservazione del cielo ed organizzando serate e visite. Ma anche in settori più scientifici: l'osservazione di stelle variabili e stelle doppie sono spesso trascurate dagli astronomi professionisti, perché gli oggetti da sorvegliare sono tantissimi, le osservazioni noiose e solo alcune porteranno a risultati. Un vero e proprio esercito di astrofili si dedica con passione a queste misure, giungendo a volte a pubblicare articoli nelle riviste scientifiche del settore. Anche la ricerca di supernovae è molto gettonata dagli astrofili, così come la ricerca di nuove comete.

In generale, tutti i settori astronomici imprevedibili (come l'apparizione di nuove comete) dove gli oggetti abbiano una luminosità sufficiente per essere osservati con piccoli telescopi possono ricevere un contributo dagli astrofili.

Da più di trent'anni circa le attività di osservazione e divulgazione sono coordinate dall'UAI (Unione Astrofili Italiani), associazione nazionale e punto di riferimento per tutti gli astrofili, che riunisce oltre 150 associazioni astrofile sparse per la penisola. Periodicamente vengono promosse campagne osservative e serate di divulgazione astronomica pubblica

se il prossimo venerdi (splendida serata) devo recarmi al circolo per sentir parlare di buchi neri...l'osservatorio rimane chiuso con un bel catello indicante:
chiusura per serata di divulgazione teorica.
viva il termine astrofilo
Biondani Roberto socio"ribelle"
Osservatorio Fiamene codice B23

roberto
11-03-2007, 20:48
da internet: termine astrofilo
http://it.wikipedia.org/wiki/Astrofilo
roberto

Cyrrus
11-03-2007, 22:25
Tanto per sgombrare il campo da malintesi ed errate interpretazioni, va ricordato (ma è una cosa che sicuramente è chiara ai più) che l'astronomia, come ogni scienza, è costituita da un aspetto teorico e da un aspetto, diciamo così, pratico.
E' ovvio che le attività caratteristiche cui un astrofilo tipicamente si dedica sono di carattere pratico (osservazione del cielo in tutte le sue diverse accezioni), ma esiste una sfera "teorica" della scienza astronomica che non può e non deve assolutamente essere trascurata da un Circolo Astrofilo degno di questo nome.
Guai se il CAV cessasse di fare attività divulgativa, chiamatela pure teorica, o didattica, in sede, o presso le scuole (come ci è imposto anche dallo Statuto), presso associazioni, enti, ecc. Cerchiamo di non mettere in dubbio perfino questa che mi sembra una assoluta ovvietà!
Da che mondo e mondo ogni corso di astronomia, così come di qualsiasi altra disciplina, deve prevedere un'attività teorica preparatoria. Non si può andare allo sbaraglio ad osservare se non hanno per lo meno dei rudimenti minimi a livello teorico. Tutte le associazioni astrofile fanno questo, ci mancherebbe altro!
Esistono inoltre, nell'ambito delle attività che si svolgono in sede o presso altri enti, iniziative che vanno al di là della sfera meramente teorica, e sfuggono anche ad una troppo semplicistica suddivisione tra "teoria" e "pratica"; e mi riferisco qui anche ad eventi che stabiliscono stimolanti ponti tra l'astronomia ed altre discipline, e che hanno un vasto pubblico di riferimento.
Non dimentichiamo che il Circolo non si deve occupare soltanto di chi è già astrofilo a pieno titolo, ma, per Statuto, deve fare arrivare il suo messaggio di sensibilizzazione a tutta la cittadinanza, nelle sue diverse sfumature di conoscenza, preparazione ed inclinazione, e per fare questo deve sapere utilizzare diversi strumenti e diversi linguaggi.
Altra questione è quella che attiene ai gusti personali di ciascuno: molti di noi, e tra questi evidentemente Roberto, preferiscono la sfera "pratica", l'osservazione, la fotografia, ecc. e preferiscono frequentare le attività osservative del Circolo a scapito di quelle teoriche e divulgative.
Ma questo non ci esenta dall'obbligo, assolutamente fondamentale, di rispettare i gusti e le inclinazioni di tutti; e ci sono moltissime persone che possono essere attratti dagli aspetti teorici dell'astronomia come e più che da quelli pratici. Parallelamente, così come ci sono persone che, all'interno del Circolo, si occupano principalmente di "guidare" il pubblico durante le uscite osservative, ci sono molti soci che si impegnano nella divulgazione di tematiche astronomiche prevalentemente teoriche.
A tutte queste persone un astrofilo che voglia veramente definirsi tale deve portare rispetto. E il rispetto deve tradursi in una serie di fatti concreti: primo fra tutti riconoscere la pari dignità di quelle attività di divulgazione che si svolgono in sede rispetto a quelle di carattere osservative (PGU molto opportunamente definisce addirittura "sacre" le attività del venerdì che si svolgono in sede), e quindi non snobbarle, scavalcarle, calpestarle, come spesso purtroppo è accaduto.

MicheleC14
11-03-2007, 22:34
:triste
Ne parlavamo proprio in Osservatorio M. Baldo con Flavio
è un vero peccato che gli astrofili pratici del circolo che vogliono fare un salto di qualità in più siano pochissimi...
E vero che anche tanti soci storici si vergognano o sono timidi e pigri quando gli si propone
di fare una conferenza anche semplice, cavoli dobbiamo darci una mano!
La divulgazione teorica (molto importante come dice l'amico Cyrrus) e la pratica
dobbiamo coltivarla per migliorarci continuamente ma se abbiamo deciso di
venire al circolo dobbiamo condividerla almeno con chi può capirci e
condividere le nostre stesse sensazioni/esperienze/emozioni, sta a noi diventare anche un po'
furbi a formarci dei seguaci anno dopo anno per far si che la grande massa non si leghi
solo ai soliti 4 o 5 esperti ma che si crei un vero spirito di gruppo e collaborazione.
Di base il nostro circolo ha sempre un grande gruppo di soci che ruota
attorno al corso di astronomia, pochi restano gli anni a seguire e tanti
abbandonano, se togliamo quelli che fanno il corso di astronomia, di
soci storici restano la metà (da 150 a 75) di questi 75 riusciamo a
organizzare un progetto formato da due grandi gruppi di cui uno che
tirano verso la divulgazione (teorici, di supporto anche al CD)
- conferenzieri generali (tutti quelli bravi in qualcosa, tutti a rotazione
anche i pratici)
- conferenzieri tecnici (tutti quelli specializzati in un settore tecnico)
- divulgatori alle uscite e al colloquio attivo post conferenza con i neo iscritti
tutti quelli che hanno frequentato il corso di astronomia e che da
neo appassionati legano fra gli esperti del CAV e i nuovi iscritti

e un'altro
gruppo che tira verso la pratica (di cui un sottogruppo di visualisti e
l'altro di fotografi promotori anche di attività come) ,
gruppo pianeti (osservazione-disegni-webcam ecc... 4-5 persone)
gruppo sole (osservazione-disegni-webcam ecc... 4-5 persone)
gruppo luna (osservazione-disegni-webcam ecc... 4-5 persone)
gruppo deep sky (astrofotografia in Osservatorio 2-3 persone)
gruppo asteroidi (astrometria in Osservatorio 2-3 persone)
gruppo meteore (OMB o anche da casa basta occhio-carta e penna)
gruppo comete-fotometria-ricerca supernovae
(4-5 astrofotografi molto preparati a rotazione/turni...)

Scusate se sogno un po' :ouch :triste è vero almeno la metà ha
problemi familiari, però a mio avviso se la cosa è ben organizzata
e con obiettivi veramente importanti la faccenda può cambiare
e di tanto! :si

Forse questo discorso è fuori tema con la decisione della serata di riunione
al CAV ma la mia paura è che quando sarà importante fare delle scelte tecniche per saper gestire bene in contemporanea CAV e OMB
se mancano le persone allenate e pronte a giocarsi le proprie carte (capacità)
a prescindere dal fatto che sai che all'uscita/conferenza veranno 100 o solo 10 persone
e cmq poco importa perché quello che conta è essere consapevoli di fare un servizio e farlo fatto bene
(più ci si impegna e più ci si mette a disposizione delle persone, sapendoci fare, e più si ha successo)
:ouch azz mi sa che allora quei 75 soci storici diventeranno
meno. molto meno! (Troppo impegnativo!!!)
Amici diamoci dentro !!! :masperem
Facciamoci scuola uno con l'atro e diamo sempre il massimo nelle cose!
Fase sucessiva divulgare il forum nelle conferenze al Cav
altrimenti ci facciamo le ZUPPE DEL CASALE solo fra noi!
:salut

roberto
12-03-2007, 14:19
solitamente chi si avvicina all'astronomia necessita del contatto con astrofili con una buona dose di esperienza.
io siono nato dopo una conferenza del C.A.V in zona stadio oltre 10 anni fa (compimenti a Pinazzi e Zanaro).
L'astronomia teorica è fondamentale per carità ma il neofita il curiso che viene in osservatorio vuole guadare dentro ad un oculare.
ricordiamoci pure che il circolo non solo serve nuove leve ma deve anche coltivare le vecchie, tra queste i pratici dai visuali ai astrofotografi(spesso solitari non per loro necessità).
Di osservatori cè pure il mio, prossimamente sarà aperto al pubblico, vi garantisco però molta pratica e poca teoria.
ps io questa sera sono li
Biondani roberto

Cyrrus
13-03-2007, 12:24
A mio modo di vedere, pensare di scindere il Circolo in due grandi gruppi di soci, uno dedicato agli aspetti teorici o divulgativi e l'altro focalizzato sulla pratica osservativa sarebbe un grave errore, e potrebbe addirittura rappresentare l'anticamera di una scissione all'interno del Circolo.
Secondo me i problemi che abbiamo attualmente nascono dal fatto che, dopo l'apertura dell'Osservatorio, non e` stato ancora trovato un buon equlibrio nel rapporto tra Novezzina e Parona, tra attivita` osservative e attivita` in sede. Un tempo, senza Osservatorio, il baricentro di tutte le attivita` era a Verona (Parona), per cui non c'erano grosse difficolta` a conciliare tutto; con l'Osservatorio si e` enormemente espansa una parte di attivita` che a che fare con quanto viene fatto a Novezzina, e questo, che di per se` e` ovviamente una cosa ottima, ha avuto pero` alcuni impatti negativi, soprattutto dal punto di vista organizzativo.
Spaccare i soci tra teorici e pratici non ha senso: la forza del Circolo sta nella sua unitarieta` e nel fatto che chi si iscrive puo` usufruire sia dellla meravigliosa risorsa che c'e' sul Monte Baldo, sia dell'attivita` divulgativa e della "sede" intesa come luogo di ritrovo, di discussione, di aggiornamento tra appassionati. Non si tratta di far scegliere tra l'una e l'altra cosa, occorre che entrambe le cose siano a disposizione di tutti, senza esclusivita` o sovrapposizioni.
La risposta al problema sta, a mio parere, in una migliore organizzazione che ci si deve dare. E l'organizzazione passa attraverso una serie di regole, di modalita` da seguire senza anarchie e senza improvvisazioni. Il regolamento sulla non sovrapposizione delle serate e` un esempio di regola. Una migliore regolamentazione dei giorni da dedicare alle varie attivita` e` un'altra (eventualmente cambiando il giorno di ritrovo). I gruppi di lavoro sui diversi settori andrebbero ripresi come modalita` organizzativa: il gruppo Informatica che coordinavo era forse l'unico che aveva funzionato, gli altri si erano persi per strada, ma se non si lavora a gruppi in modo organizzato e coordinato e' ovvio che prima o poi ci si pesta i piedi e si creano problemi e malcontenti.

MicheleC14
13-03-2007, 14:40
Forse mi propongo con un po' di pretese e magari vado giù di brutto!
E' vero ... cercherò di essere più equilibrato! :ouch :comp
Il mio intento non era di scindere il circolo in due gruppi distinti (indipendenti)
ma di creare 2 gruppi che collaborano all'interno di una associazione
dove al momento di divulgare l'astronomia a neo iscritti lo si faccia in gruppo
e con reciproca collaborazione (conferenze, grandi eventi, grandi uscite ecc...) ma nei momenti di confronto e di ricerca verso i propri interessi (nel campo) si possa dedicare del tempo con chi può apprezzare veramente un tema teorico o un'osservazione, torno a ripetere come ci siamo già letti in passato che
la sovrapposizione di attività in un circolo per molti, specialmente i nuovi soci
non è molto simpatica e mette spesso a disagio, però amichevolmente
ti sto parlando Cyrrus e non solo a te, te lo dico col cuore in mano,
piuttosto di farla dietro alle spalle delle persone è meglio che le cose siano
serenamente mediate/organizzate/preavvisate.
Io sinceramente spero che un'altro giorno in sede e il week end (Venerdì)
ad osservare/fotografare non diventi perdere di vista
sia l'una che l'altra realtà! Ciao e speriamo che le cose si sistemino! :si :salut

Cyrrus
14-03-2007, 16:40
piuttosto di farla dietro alle spalle delle persone è meglio che le cose siano serenamente mediate/organizzate/preavvisate

Benissimo, siamo d'accordissimo su questo :si
La questione e` proprio questa: creare un insieme di linee guida e regolamenti semplici, chiari e rigorosi per essere sicuri che le persone siano correttamente informate e che non ci sia invece anarchia su cose delicate come la programmazione delle serate e degli eventi in sede e in osservatorio.
Lo so, non sara` facile arrivare a questo risultato, ma secondo me e` fondamentale per potere regolamentare la complesse attivita` che vengono svolte da CAV; come primo passo e` importante che tutti, in particolare nel CD, siano d'accordo con questo approccio.
Cosa ne pensi?

:salut

MicheleC14
14-03-2007, 20:46
Si direi che devono esserci delle regole di base, delle linee guida ma
soprattutto per chi si comporta scorrettamente !
Sta poi alle persone di buon senso mettere in pratica le regole nel rispetto di tutti !
Il consiglio in questo senso è impegnato a trovare delle soluzioni
in modo tale da far funzionare bene sia la realtà STORICA del CAV e
gli impegni dell'Osservatorio in modo tale che
le attività non si scavalchino più che
si sormontino (è più giusto il primo termine) questo è già un buon inizio.
Però se di fronte ad una richiesta urgente di operatori in Osservatorio per una visita di persone esterne alla realtà CAV o per emergenze di monitoraggio o di
ripresa di un fenomeno astronomico importante ci si impegnarà ad avvisare i
responsabili di consiglio, il realtore della conferenza ed i soci che
alcuni colleghi (come il sottoscritto) saranno impegnati in (attività/opportunità di rilievo importanti)
questo potrà succedere poche volte in quanto gli impegni presi con
ATI - D.C. e Com. di Ferrara di Mte Baldo porteranno ad avere buone probabilità di visite in OMB il Martedì ed il Giovedì (per il 2007)!
Io sono con te per quanto riguarda il discorso di rispetto fra i soci
ma voglio essere nello stesso tempo sereno di poter decidere
se in una determinata circostanza il mio contributo e capacità
sono più utili/importanti in una conferenza in sede o in una uscita pratica.
Tu invece cosa ne pensi? Ci si può in qualche modo venire incontro
se manteniamo un rapporto di fiducia e di correttezza?
Ciaoooooooooooooo!!!:sorr :salut

Cyrrus
14-03-2007, 21:11
Michele, direi che e' sicuramente un buon inizio. :si :apll
Avremo modo di discutere piu' in dettaglio la questione dei regolamenti, sempre che tu gli altri consiglieri abbiate piacere che io dica la mia su questioni che in realtà, non essendo più nel CD, non mi competono!
Certo, come dici tu, le eccezioni potranno esserci, ma come ho sempre detto l'importante è parlarsi sempre, comunicare, valutare insieme il da farsi, sempre nel rispetto di una linea guida generale che deve essere elaborata ed accettata da tutti.
Tornando per un attimo alla questione del giorno della settimana, vedo che il sondaggio non decolla molto :triste :ouch Sta prevalendo il giovedì come giorno preferito, ma il campione dei votanti è ancora molto piccolo :ouch :braccia
Forza, votate! :old

sbindator
14-03-2007, 21:39
Ho votato per il venerdì.

Ciao!

Skydust
15-03-2007, 10:30
La mia votazione ufficiale è per 'altro'.
Propongo che gli incontri al circolo vengano fatti il lunedi mattina, così resta più tempo per fare le uscite e tutte le altre attività qualsiasi sera della settimana.

8-I)

PGU
17-03-2007, 12:06
io siono nato dopo una conferenza del C.A.V in zona stadio oltre 10 anni fa (compimenti a Pinazzi e Zanaro).


Roberto: Abbiamo anche un nome proprio!!! anzi direi che tra amici è molto meglio chiamarsi per nome proprio, :si lasciando i COGNOMI all'usanza vetero-militaresca :laugh :si

Poi nel forum ci si chiama anche per nicknames... :loverat :comp

ciao - PGU - Osservatorio EOS, codice internazionale..... :ouch bah... :canna

PGU
17-03-2007, 12:39
Si direi che devono esserci delle regole di base, delle linee guida ma
soprattutto per chi si comporta scorrettamente !
Sta poi alle persone di buon senso mettere in pratica le regole nel rispetto di tutti !


Intervengo solo con un breve commento.
Sono d'accordo con l'impostazione e le vostre idee ma voglio solo far norate che le REGOLE non bastano ed anzi vengono interpretate come una qualcosa che mina dal profondo la propria "libertà" di fare astronomia.
Quanto a chi si comporta scorrettamente non illudiamoci di mettere in riga queste persone. Ignoreranno volutamente le regole. Questo succede da sempre.
Quanto al rispetto di tutti.... beh.... ritorniamo ad un tema molto recente.... :ouch anzi, attuale! Sono state rispettate persone e attività? :ouch

Insomma le regole non servono molto, ci vogliono altre soluzioni, anche drastiche, per risolvere "alla radice" il problema.

Il cambiamento di giorno può essere (io sono convinto che lo è) una soluzione al problema comune.

Infine: voi discutete di aspetto teorico ed aspetto pratico dell'attività del CAV. aspetto teorico individuato nelle conferenze e divulgazione in sede, aspetto pratico e divulgativo con attività all'OMB.
Ebbene, voglio richiamare sul fatto, ancora una volta che è una visione limitativa! La questione che si discute qui non è solamente limitata a questi 2 aspetti contrapposti. Vorrei infatti anche ricordare che in sede si viene non solamente per ascoltare lezioni corsi e conferenze e per attirare nuovi adepti ma anche e soprattutto per incontrarci tra di noi, e per coinvolgere e stimolare altra gente, vecchi e nuovi alle attività astronomiche (incontri nella sala biblioteca), per confrontarci, per organizzarci, consultarci, leggere, chiedere.... è fondamentale!!! è sacro!!! il Circolo è il luogo di incontro per le nostre attività idee ed esperienze! Non dimentichiamolo!!! Ed anche questi aspetti vanno a scontrarsi con l'attività pratica vera e propria, se fatta nello stesso giorno... :arrflame
Inoltre, ripeto: la questione dell'aspetto pratico non coinvolge i problemi connessi solamente e limitatamente con l'attivià dell'OMB che va eventualmente a scontrarsi con quella in sede. ma si deve parlare e comprendere anche l'attività osservativa e pratica in generale!!, insomma le uscite osservative in gruppo o in solitaria dei singoli astrofili. Roberto, nei suoi interventi qui nel forum, ha in maniera emblematica dimostrato ciò che sto dicendo, ....e mi ci metto anch'io, dài :ang (dato che la mia terrazzina la considero un osservatorio).

Soluzione a tutto questo? ma è naturale: cambiare giorno di riunione per la teoria o il confronto e l'incontro tra gli astrofili!! :si e dedicare a tutto il resto i giorni del week-end.

ciao

Giuliano - PGU
Portabandiera pseudo-ufficiale :Italy del partito del Cambiamento di giorno di riunione :laugh
Osservatorio EOS- codice internazionale... :devil boh....

MicheleC14
17-03-2007, 13:41
Giuliano - PGU
Portabandiera pseudo-ufficiale :Italy del partito del Cambiamento di giorno di riunione :laugh
Osservatorio EOS- codice internazionale... :devil boh....

:laugh Se la bandiera porterà anche il tricolore :Italy ricordati di far cucire
sul tessuto NGC 6633 L'Italia in Cielo :canna :canna :canna
:masperem :masperem :masperem :masperem :masperem

Ok! Per il resto della discussione concordo abbastanza!
Io sarei un po' meno duro e mi arrabbierei meno :old , altrimenti fra qualche
anno la salute va a farsi benedire :dead :laugh !!!
Ciao PGU :salut ci vediamo presto al CAV o in uscita, vedrai che con Fabio C.
posteremo delle news/appuntamenti, per trovarci a fotografare, molto interessanti! :comp

Cyrrus
22-03-2007, 15:15
Cercando di tirare un po' le somme in questo interminabile thread, e tenendo conto anche del sondaggio in corso (anche se la partecipazione e` bassina), direi che per adesso le conclusioni potrebbero essere le seguenti:
1) c'e' di sicuro un diffuso desiderio di cambiare il giorno della settimana in cui hanno luogo le riunioni in sede del Circolo, e il nuovo giorno di ritrovo proposto potrebbe essere ad esempio il giovedi;
2) e` stato riconosciuto che in passato ci sono stati momenti in cui le attivita` in sede sono state trascurate e scavalcate, e attivita` presso l'OMB sono state organizzate nelle stesse serate delle riunioni in sede: il CD produrra` regolamenti e meccanismi per evitare che questo si ripeta in futuro;
Attendiamo quindi che il CD dia seguito a questa discussione con qualche provvedimento rapido, concreto e risolutivo, che venga poi applicato con costanza e con serieta`.
Cambio discorso per un attimo: quest'anno e` il trentennale del CAV! :si C'e' l'intenzione di celebrare in qualche modo questa importante ricorrenza?
ciao :salut

PGU
22-03-2007, 21:52
Cambio discorso per un attimo: quest'anno e` il trentennale del CAV! :si C'e' l'intenzione di celebrare in qualche modo questa importante ricorrenza?
ciao :salut

Spererei che almeno un articoletto sul giornale o citazione -anche tra le righe- in qualsiasi occasione si presenti (conferenze, corsi, articoli, risultati di ricerche.....) venga fatto o proposto.
Io dico: potrebbe anche non servire fare cose in grande o pubblicazioni o manifestazioni per la celebrazione della ricorrenza (n.d.r. tutte le altre associazioni "civili", e comunque nel movimento "associazionistico" di qualsiasi categoria della nostra società lo fanno!! ossia *celebrano* le loro ricorrenze, 10°, 25° 40° ecc. che sia), ma almeno non ripetiamo la totale vergognosa indifferenza ed "ignoranza" a riguardo, anche e soprattutto da parte delle varie cariche e CD dell'epoca, a cui abbiamo assistito nel 2002 durante la ricorrenza del 25° anniversario della fondazione del nostro CAV.