PDA

Visualizza la versione completa : Maso L.P.D. Observatory - Luna, Pianeti e Stelle doppie



MicheleC14
11-08-2007, 09:38
Per ora vi rendo omaggio di una raccolta di
fotografie di test eseguite dal nuovo osservatorio
dedicato a LUNA, PIANETI, STELLE DOPPIE L.P.D.
OBSERVATORY.

Saluti a tutti e cieli sereni
Michele Bortolotti :salut:salut:salut

Marcon
11-08-2007, 18:24
Se questi sono i test...mi immagino come verranno le vere foto! :eek:

Idalprete
15-08-2007, 16:56
Se questi sono i test...mi immagino come verranno le vere foto! :eek:

Complimenti ragazzi, vi mando il mio appoggio almeno morale visto che non posso fare molto altro per ora... Spero di potervi fare una visitina nel prossimo futuro!

Ivano

Idalprete
27-08-2007, 11:19
Ciao ragazzi, come va con l'osservatorio planetario? Siete riusciti a sfruttare qualche serata? Vi siete iscritti alla mailing-list di Hires, è il modo migliore per tenersi aggiornati!

Saluti da Ivano

p.s. Venerdi torno in Italia, si puo' fare un salto all'osservatorio nel fine settimana o la settimana prossima?

MicheleC14
27-08-2007, 12:22
Ciao Ivano la settimana prossima
pensavo nei primi giorni di dedicarmi
a qualche ripresa Lunare e di stelle doppie
ma a notte fonda (verso mattina) provo verso
mattina perché sono in ferie e spesso
sento che il seeing migliore è proprio in quelle ore. :si
Non solo ho l'est e parte del nord non visibili
mentre sud zenit e ovest sono liberi (appare un albero)
ecco un altro motivo per aspettare mattina! :canna

Da metà settimana invece in poi (5-8 Settembre)
vado in omb per fare un po' di deep sky con
la Pentax ist dl:ang, dovrò anche andare da Pedro :cool:
teniamoci in contatto via cell. perchè qualsiasi
giorno/sera di bel tempo e seeing stabile
possiamo fare qualcosa. :si

Intanto per questa settimana ho visto che il
meteo non promette niente di buono. :arrflame
Accidenti doppio e triplo accidenti!

Un po' di pausa non fa mai male! :salut

Idalprete
27-08-2007, 16:55
Ciao Michele,

Hai ragione per quanto riguarda il seeing, anni fa avevo usato la mia collezione di osservazioni per studiare il suo andamento stagionale e diurno e il effetti le ore dopo la mezzanotte sono generalmente le migliori. Tempo permettendo, posso farti un colpo di telefono per metterci d'accordo?
Ciao,

Ivano

MicheleC14
27-08-2007, 18:06
OK Ivano sentiamoci nel week end allora! oKKKK!

:salut:salut:salut

Idalprete
28-08-2007, 12:07
Cari planetofili,
Vi rilancio questa comunicazione di Albino Carbognani, responsabile del programma pianeti remoti.
Ammetto che non è proprio un pianeta "amichevole" su cui fare esperienza... Comunque puo' valer la pena cimentarsi, quando non ci sono altri oggetti!


Recentemente, l'atmosfera di Urano ha mostrato un notevole aumento di
attivita', specialmente nella regione infrarossa dello spettro. Nel
luglio 2004 il Keck Telescope nelle Hawaii ha ripreso numerosi sistemi
di nubi presenti nell'emisfero nord. Nell'agosto 2006 una ripresa di
Urano da parte dell'HST ha mostrato, per la prima volta, una macchia
scura e allungata, posta alla latitudine di 27 gradi nord, delle
dimensioni di 1700x3000 km. Lo sviluppo di questa macchia scura puo'
essere un segnale dell'imminente primavera dell'emisfero nord di Urano
(dopo decenni passati nell'oscurita' nel 2007 la visione e'
finalmente equatoriale!), ed e' possibile che il pianeta possa sviluppare
un'attivita' atmosferica piu' simile a quella di Nettuno.

Anche la sempre maggiore luminosita' che la regione polare sud ha
mostrato in questi anni e' un evento rimarchevole (ripreso da
Gasparri nell'IR nel settembre 2004).

Non e' noto quanto rapidamente la meteorologia di Urano possa
rispondere al cambiamento delle condizioni di illuminazione
dell'emisfero nord, tuttavia quanto detto consente di nutrire un
cauto ottimismo sulla visibilita' delle bande nel 2007 e, in ogni
caso, un ottimo motivo per osservare con attenzione il pianeta.

Urano, nel 2007, sara' in opposizione il 9 settembre nella costellazione
dell'Acquario. La magnitudine prevista e' +6.1, mentre il diametro
apparente del disco sara' di 3.7 secondi d'arco.

Durante il transito in meridiano l'altezza di Urano sull'orizzonte
sara' di circa 38 gradi, un valore sufficiente ad impedire che
l'immagine del pianeta venga degradata troppo dalla turbolenza dell'atmosfera
terrestre. In ogni caso, converra' osservare con il pianeta ad almeno
30 gradi sull'orizzonte.

A differenza di Giove e Saturno, le riprese dei filmati con
webcam/telecamere possono essere fatte in un intervallo di tempo di
parecchi minuti, 10-15 puo' essere un valore ragionevole. Infatti,
Urano e' talmente distante dalla Terra che un eventuale dettaglio sul
disco, prima di spostarsi di soli 0.25 secondi d'arco, impiega ben 23
minuti! Questo e' un notevole vantaggio per l'osservatore, perche' maggiore e'
il numero di frame acquisiti e sommati fra di loro, migliore sara' il
rapporto segnale/rumore nell'immagine finale.

Per aumentare la probabilita' di ripresa dei dettagli e' bene usare un
filtro che selezioni la banda infrarossa dello spettro. Infatti, e' a
queste lunghezze d'onda e non in quelle visuali che Urano mostra il
maggio numero di dettagli. Il CCD e' sensibile fino a circa 1.1
micron, quindi si puo' usare un filtro in grado di trasmettere da 0.7
micrometri in poi.

Per migliorare il rapporto segnale/rumore, e' bene che il sensore CCD
sia del tipo monocromatico, cioe' in bianco/nero. Infatti, la matrice
di filtri Bayer di cui sono dotati i sensori a colori, fa si' che un
singolo pixel possa assorbire solo 1/3 della luce incidente, contro il
100% dei sensori in B/N.

Tutte le osservazioni inviate in lista saranno usate per il report
UAI, mi raccomando l'orientamento del disco: sud celeste in alto e
ovest a sinistra, specificate sempre lo strumento e i filtri
utilizzati.

Ciao, Albino

domenicopasqualini
28-08-2007, 19:12
ciao michele
complimenti a te e ai tuoi collaboratori per il nuovo osservatorio e per i programmi futurioKKKK!come sempre sei una fonte inesauribile di idee.ciao:masperem:salut

MicheleC14
04-09-2007, 18:56
Grazie Ivano per la segnalazione! oKKKK!
Urano è un po' ostico vedremo come sarà il mio primo approccio! :confused:


Per Domenico, grazie mille, quando torni facciamo
qualche bella serata assieme! :sioKKKK!

Idalprete
11-09-2007, 09:42
Domenica sera io e Michele siamo stati all'osservatorio per qualche operazione preliminare, tipo verifica della collimazione prove varie ecc. Purtroppo appena sono arrivato io il cielo si è coperto (si, è ufficiale: porto s****) quindi abbiamo dovuto accontentarci per il momento di una collimazione approssimativa che comunque ci ha fatto fare un po' di pratica sullo strumento. Come primo impatto il telescopio e la montatura mi hanno fatto un'ottima impressione, ad un certo punto il fuocheggiatore sul portaoculari ha smesso di funzionare e abbiamo dovuto usare la messa a fuoco sul primario ma l'image shift era veramente contenuto. L'orizzonte dell'osservatorio è un po' 'sporcato' da vari ostacoli, ma proprio in corrispondenza del meridiano c'è un'ottima finestra estesa in entrambe le direzioni per qualche decina di gradi.
Ancora un grazie a Michele per avermi accolto!

Ivano

MicheleC14
11-09-2007, 12:11
:laugh
Nooo no porti s*****
è che quando si ritrovano persone con certe potenzialità
si forma un superpotere/fluido che fa inca***re anche
le forze della natura!
Vedrai che alla prossima andrà meglio, chi la dura la vince!
Prossima volta collimazione precisa su una stella di prima e acquisizione di un filmato con l'ottica correttamente
collimata!
Grazie Ivano ti mando una mail per il nostro prossimo incontro! CIAO! :sorr:salut

Idalprete
26-09-2007, 14:35
A beneficio dei planetofili, riporto questa mail di Albino Carbognani, coordinatore del programma Venere e del programma Pianeti Remoti dell'UAI.
Ricordo per chi possiede una finestra ad est ed una strumentazione adeguata, che il seeing mattutino è in genere molto migliore di quello della prima parte della sera; secondo la mia esperienza empirica, il periodo che va da settembre a novembre è inoltre il migliore dell'anno quanto a stabilità atmosferica (non chiedetemi perché). Insomma, ci sono buone possibilità che Venere vi venga bene anche se è bassa!

Ivano

Carissimi, domenica 23 ho presentato al 40-esimo congresso dell'UAI il
lavoro sull'elongazione est 2007 di Venere, esponendo i risultati delle
vostre osservazioni, presto l'articolo sara' pubblicato sulla rivista
sociale.

Con l'occasione vi ricordo che Venere ora e' ben visibile nel cielo
mattutino e che sarebbe bene avere immagini UV anche in questi orari
scomodi. In particolare, molto importante la ripresa di coppie di
immagini ad almeno 1h di distanza l'una dall'altra per precisare
meglio la curva di velocita' atmosferica del pianeta, specialmente
per le regioni equatoriali. Riprese molto utili anche quelle nell'IR.
Ricordatevi di mettere a fianco dell'immagine elaborata anche l'immagine
raw senza elaborazione, utilissima per la misura della fase.

Molto interessanti anche le riprese CCD multibanda raw, blu, giallo e
rosso (W38A, W15 e W23A) per la misura simultanea della fase in piu'
bande diverse (ricordatevi di aggiungere un IR-Cut per eliminare
l'infrarosso).

In alternativa al CCD va benissimo anche l'osservazione visuale.
Adamoli, nella passata elongazione, ha ottenuto ottimi risultati sia
sulla fase sia nella registrazione dei dettagli atmosferici.

Per che non vuole cimentarsi con le nubi di Venere, ricordo che Urano
ha passato da poco l'opposizione e che presenta le regioni equatoriali
alla Terra dopo 20 anni passati nell'oscurita'. La banda migliore per
riprenderlo e' l'IR con le focali piu' lunghe possibili.

Ciao, Albino