http://www.meteogiornale.it/news/read.php?id=19153
Copiose nevicate in montagna, piogge persistenti in pianura

Piogge di moderata intensitÓ hanno insistito per tutto il giorno in pianura. Nelle ultime 24 ore sono caduti fino a 50 cm di neve fresca nel bellunese. Forte vento di "Bora-Scirocco": gelide sensazioni per buona parte della giornata.

Siro Morello: 29-11-2008 ore 22:32

Nella giornata di venerdý una perturbazione Ŕ giunta sulla regione portando con sÚ un carico di precipitazioni che hanno coinvolto la regione per buona parte della giornata.
Nelle prime ore del mattino Ŕ stata la zona pi¨ sudoccidentale della regione ad essere colpita dal maltempo, poi via via anche le restanti zone, piogge e nevicate hanno fatto la loro comparsa.

Come avevo giÓ scritto nel precedente articolo, in pianura inizialmente vi sono state delle deboli nevicate, sostituite quasi subito da nevischio o graupel in alcuni casi. Con il definitivo salto del cuscinetto freddo, per merito dei venti di natura sciroccale, Ŕ stata la pioggia ad insistere per buona parte della giornata.

Gli accumuli maggiori, in pianura,si sono avuti a Chioggia loc. Sant'Anna con 49 mm, a seguire Adria Bellombra con 44.4 mm. Pi¨ generalmente si pu˛ dire che molte zone di pianura hanno superato i 15 mm, ma senza poter dare una precisa collocazione geografica all'intensitÓ delle piogge.

La vera notizia arriva invece dal settore montano, lý infatti a farla da padrone sono state le copiose nevicate, gli accumuli di fresca nelle ultime 24 ore hanno toccato i 50 cm nell'area dolomitica. Nell'area prealpina i massimi accumuli hanno raggiunto i 40 cm. Nel complessivo dell'area montana (dolomitica e prealpina) gli accumuli sono stati generalmente superiori a 20 cm, inferiori a tale limite solo nelle localitÓ che hanno avuto un tramutamento da neve a pioggia nel corso delle ore. Nel bollettino emesso dal Centro Valanghe di Arabba il pericolo di valanghe ha subito un innalzamento dal grado 2 al grado 3.

Una vera e propria nevicata da cuscinetto si Ŕ avuta in Valbelluna, localitÓ come Feltre e Belluno, poste a 3-400 metri circa di quota nel fondovalle, sono state colpite da una intensa nevicata per tutta la durata delle precipitazioni. Nella fascia prealpina che protegge la Valbelluna dall'intrusione di correnti miti, la quota neve invece si attestava giÓ sugli 800 m in serata, riporto questo fatto per farvi capire cosa voglia dire la presenza di un cuscino freddo in una valle chiusa.

Anche il vento nella giornata di ieri ha fatto parlare di sÚ per la forza con cui ha soffiato per buona parte della giornata. La provenienza da NE potrebbe trarre in inganno, e molti potrebbero dire che si trattava di bora. In realtÓ, nella maggior parte delle situazioni perturbate, i venti che soffiano sulla pianura veneta sono una conseguenza della deviazione orografica del vento di scirocco, che appunto invece di provenire da SE ruotano da NE.
Le velocitÓ massime di molte localitÓ hanno superato i 40 km/H, 62.2 km/h la velocitÓ massima raggiunta a Rosolina, nelle vicinanze del Delta del PO.
Per buona parte del giorno il windchill Ŕ stato inferiore a 0░, durante le raffiche pi¨ forti ha sfiorato i -10░, perci˛ nonostante le temperature comprese tra 3░ e 7░, le sensazioni sono state di una giornata molto gelida.

Per la collaborazione si ringrazia www.centrometeodolomiti.it
(erroneamente avevo scritto .com ...)

ę Meteogiornale