Pagina 2 di 2 primaprima 12
Visualizzazione dei risultati da 11 a 16 su 16

Discussione: La nevicata del secolo: gennaio 1954

  1. #11
    Socio Estremo Meteo4 L'avatar di lamiera
    Registrato dal
    Jun 2006
    residenza
    ADRIA (RO)
    Messaggi
    13,034

    Predefinito Re: La nevicata del secolo: gennaio 1954

    Quote Originariamente inviato da ulisse Visualizza il messaggio
    Si si ben 5 cm in 3 giorni piu' o meno
    Non go parole !!!
    SO MASSA VECIO PER PERDERE "TEMPO" !

  2. #12
    Utente Registrato
    Registrato dal
    Jul 2006
    Messaggi
    5,517

    Predefinito Re: La nevicata del secolo: gennaio 1954

    Quote Originariamente inviato da lamiera Visualizza il messaggio
    Non go parole !!!
    Complessivamente 20 cm. nel Gennaio 1954, 5,0 cm. nei primi giorni dell'anno poi verso fine mese mei sembra il 27 nevicata da raddolcimento.
    Ricordo che una volta in biblioteca a Verona lessi alcuni articoli dell'Arena dove si parlava di problemi per la neve in provincia specie nella bassa, sarebbe importante ritrovarli e postarli.
    Quante persone che pensano di essere serie ci sono in giro ma alla fine sono solo dei paiasi.

  3. #13
    Consiglio Direttivo L'avatar di ulisse
    Registrato dal
    Jul 2006
    residenza
    Castel D'Azzano (VR) - 50mt s.l.m. 6 Km a sud di Verona.
    Messaggi
    11,784

    Predefinito Re: La nevicata del secolo: gennaio 1954

    Quote Originariamente inviato da lamiera Visualizza il messaggio
    Non go parole !!!
    Diciamo che poi ci salvo' in quel mese la nevicata del 27 con altri 15 cm circa.Ma il botto vero e proprio per il Nord-Italia di neve ci fu nei giorni 4-5-6 gennaio .Quando da noi soffio' inesorabile il Malefico e dagli altri nevico'..
    Se proprio volemo far calcossa femo del ben.De mal ghene' inbisogno intorno.
    MAI CA NEVEGA!!!!

  4. #14
    Consiglio direttivo L'avatar di Marco C.
    Registrato dal
    Jun 2006
    residenza
    Urbana (PD) / Montagnana (PD)
    Messaggi
    15,650

    Predefinito Re: La nevicata del secolo: gennaio 1954

    è stato un 11 febbraio 2013 più freddo e moltiplicato per 3 giorni nel miglior periodo dell'anno

  5. #15
    Utente Registrato L'avatar di re laurino
    Registrato dal
    Jan 2013
    residenza
    VR-S.Martino B.A.-Auronzo di Cadore(BL) 880 mt.
    Messaggi
    35

    Predefinito Re: La nevicata del secolo: gennaio 1954

    Quote Originariamente inviato da Marco C. Visualizza il messaggio
    Probabilmente fu l'episodio maggiore del secolo scorso...ho trovato questo racconto che riguarda Caorle (VE)



    A gran nevera
    Forse sono cambiati i tempi, da quando ero bambino e fino ai giorni
    nostri ne ho viste tante di nevicate, e anche di una certa intensità, tanto
    che nell’immediato dopoguerra, ripresa la scuola, la mia insegnante
    Signorina Luigia Urban (“Signorina Gigiotta”) ci diceva: “Neve cadente,
    scuola vacante” forse per il fatto che eravamo anche 40 alunni per
    classe e molti venivano dalla campagna, anche da 3 – 4 chilometri di
    distanza, impossibilitati a raggiungere la scuola in bicicletta per
    l’impraticabilità delle strade: pertanto le nevicate erano una divina
    provvidenza per noi alunni.
    Ma come quella dei primi giorni di gennaio 1954 mai e poi mai ne
    avevo viste: ve la racconto. Era il 2 gennaio, andammo a pescare per la
    prima volta con la barca a motore, era lo stesso bragozzo con cui
    pescavamo a vela col papà. La giornata era fredda e verso sera il cielo
    divenne nuvoloso; tirava un forte vento di tramontana o grecale e tutta
    la flotta peschereccia fece ritorno in porto. Verso mezzanotte iniziò a
    nevicare, ma così copiosamente che al mattino ne era caduta già 10 –
    15 centimetri, in certi posti, spinta dal vento, era molto più alta.
    Continuò a nevicare tutto il 3, tutto il 4, e fino a mezzogiorno del 5,
    giorno e notte: in qualche posto superava il metro di altezza tanto da
    costringerci a fare dei camminamenti per andare alla fontana ad
    attingere l’acqua.
    All’angolo di “Campo Sponzetta” dove abitavo, più precisamente
    nel campiello della fontana “pompa”, alcuni ragazzi con pale e badili ne
    accumularono talmente tanta da farne un capanno (o “cason”) che,
    vuotato all’interno, poteva ospitare diverse persone.
    Il giorno 7 si dovevano celebrare i funerali di un mio prozio, fratello
    del nonno materno “Giovanni Vio” che abitava dove ora sorge la sala 11
    giochi: vi si raccolsero decine di uomini che, armati di badili e scope,
    prepararono un camminamento fino al Duomo e quindi al cimitero.
    Era talmente tanta la neve che si dovette ammucchiare agli angoli
    dei campielli, all’incrocio delle calli, formandone mucchi enormi che,
    anche a causa di una grande bora che da fine gennaio resis***** per
    oltre una settimana battendo ogni record, ove non esposti al sole erano
    ancora visibili a Pasqua che in quell’anno cadde il 18 aprile!
    Tarsillo Marchesan
    Probabilmente è vero per il Veneto Orientale, ma non per il Veronese ed il resto del Nord: per VR il record è del febbraio del '29, per la Pianura Padana occidentale ed il T.A.A. credo che il gennaio 85 sia quasi imbattibile.

  6. #16
    Utente Registrato L'avatar di christian trento
    Registrato dal
    Sep 2006
    residenza
    TRENTO (TN) 194 s.l.m. Capoluogo regionale del T.A.A.
    Messaggi
    5,018

    Predefinito Re: La nevicata del secolo: gennaio 1954

    Quote Originariamente inviato da re laurino Visualizza il messaggio
    Probabilmente è vero per il Veneto Orientale, ma non per il Veronese ed il resto del Nord: per VR il record è del febbraio del '29, per la Pianura Padana occidentale ed il T.A.A. credo che il gennaio 85 sia quasi imbattibile.


    Qui senz'altro il gennaio 1985 fu decisamente migliore e rimane imbattibile. Trento da quanto riportato su cronache Rai e wikipedia fu il capoluogo d'Italia piu' colpito dalla famosa nevicata del gennaio 85 denominata successivamente "nevicata del secolo"... duro' 4 giorni e caddero fino a 150 cm. di neve in città in un singolo evento (la stagione chiuse con circa 200 cm. d'accumulo stagionale, intorno ai 210 a Trento Sud).
    Ovviamente ci furono grossi disagi, corrente elettrica in tilt (nei sobborghi collinari rimasero senza luce e gas 2/3 giorni), traffico paralizzato ecc...

    Un paio di foto scattate dal papa' di un utente trentino...


    Qui siamo nei pressi di Piazza Dante a pochi passi dal Palazzo della Regione... come potete vedere forte nevicata ancora in corso con ulteriori cm., entrate dei negozi sommerse. Purtroppo non ci sono foto ad evento appena concluso, prima dell'assestamento.
    "Curiosità": il palazzo di fronte, se non erro proprio il piano dove c'è la luce è dove oggi ci sono gli uffici di Meteotrentino e della Protezione Civile.





    Ecco lo stesso punto da google maps (maggio 2012)




    Qui Piazza Duomo.. mucchi alti anche 4 metri, per giorni (come successe poi anche nel 2006 e 2009) la neve fu scaricata nel fiume Adige perché non si sapeva piu' dove metterla




    Piazza Dante



Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •