Pagina 1 di 45 1234511 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 442

Discussione: Gennaio 2017: fai un pò come ti pare

  1. #1
    Consiglio direttivo L'avatar di Angelo
    Registrato dal
    Jun 2006
    residenza
    Milano Città Studi, 122m slm
    Messaggi
    10,233

    Predefinito Gennaio 2017: fai un pò come ti pare

    Mi prendo la responsabilità di aprire la discussione per Gennaio
    Diciamo che la situazione generale non è terribile: dopo una fase di VP compatto, ci sono vari segnali di una nuova fase più dinamica, con un wave 2 pattern, ossia due onde planetarie, su Pacifico e Atlantico.
    Questa tendenza andrà confermata, vedremo quanto l'hp delle Azzorre saprà effettivamente "farsi valere".
    Sembra scongiurato anche il pre condizionamento da ESE cold (anche qui a breve lo sapremo per certo), mentre l'MJO non sembra dare una grossa mano agli hp sub tropicali per avere radici salde e generare blocchi duraturi alle correnti zonali.

    In questo contesto "non male" ci scontriamo contro la tendenza del'hp a prediligere l'Europa centro occidentale anziché l'atlantico orientale, motivo per cui "nel nostro orticello" l'Inverno, per ora, è non pervenuto.

    Per l'inizio di Gennaio si vede una modifica decisa rispetto alla situazione di Dicembre, con velocità zonali elevate e vp compatto, tornando indietro verso dinamiche già viste in Ottobre/Novembre, quindi con VP più disturbato e varie colate fredde sull'Europa orientale. Probabilmente noi resteremo ai margini, almeno all'inizio.
    NEL DUBBIO DAGHENE!!!

  2. #2
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimo M.
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caldiero (VR)/San Valentino di Badia c. (VR)
    Messaggi
    4,646

    Predefinito Re: Gennaio 2017: fai un pò come ti pare

    Eh eh…. Bravo Angelo

    Diciamo che oltre al probabile fallimento del condizionamento l’altra notizia positiva è la tenuta del blocco termico Asiatico-siberiano, nonostante la forte accelerazione del getto Atlantico. Blocco che, oltre a tenere, mantiene a tratti quella corrente a getto polare che si inserisce nel breaking atlantico inviando verso l’Europa nord orientale continui impulsi d’aria fredda. L’alta pressione Atlantica è il risultato del breaking e si tratta quindi di una figura dinamica non collegata per ora alla spinta subtropicale. Sempre grazie al blocco il waves train viene deviato verso SE lungo quella linea immaginaria che collega l’Islanda al mediterraneo occidentale.
    Se si fa un’animazione dell’altezza dell’1.5PVU si nota come questi impulsi caldi dinamici diventino delle bolle calde intrappolate tra il getto polare e quello subtropicale e credo che la tenuta del blocco termico di questi giorni sia dovuta proprio alla mancanza della convenzione tropicale che evita la formazione di onde lunghe sul lato Atlantico, che in questa fase sarebbero deleterie per il blocco termico.



    Ora come hai evidenziato la traiettoria del waves train non ci è proprio favorevole ma qualche spostamento più ad ovest potrebbe regalarci qualche sbuffo dal Rodano. Favorito comunque il lato nord delle Alpi.
    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

  3. #3
    Utente Registrato L'avatar di zorro
    Registrato dal
    Jan 2007
    residenza
    Vago di Lavagno (VR)
    Messaggi
    3,405

    Predefinito Re: Gennaio 2017: fai un pò come ti pare

    Mancano solo 13 giorni ragazzi, solo 13 giorni...




  4. #4
    Utente Registrato L'avatar di StormVR
    Registrato dal
    Jul 2009
    residenza
    Dossobuono (VR)
    Messaggi
    5,752

    Predefinito Re: Gennaio 2017: fai un pò come ti pare

    Dai facci il regalo!!

  5. #5
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimiliano
    Registrato dal
    Jul 2006
    residenza
    San Briccio di Lavagno-Verona
    Messaggi
    22,999

    Predefinito Re: Gennaio 2017: fai un pò come ti pare

    Prese per il fondello
    ha sempre fatto caldo e ha sempre nevegado....el le farà ancora!

  6. #6
    Utente Registrato
    Registrato dal
    Jul 2006
    Messaggi
    5,502

    Predefinito Re: Gennaio 2017: fai un pò come ti pare

    Vedrete che siamo alla vigilia del nuovo evento, ci siamo 1929 / 1956 / 1985 ... la frequenza è giusta
    Chi è amante della natura stà notando segnali strani specie negli animali.
    Quante persone che pensano di essere serie ci sono in giro ma alla fine sono solo dei paiasi.

  7. #7
    Consiglio direttivo L'avatar di Angelo
    Registrato dal
    Jun 2006
    residenza
    Milano Città Studi, 122m slm
    Messaggi
    10,233

    Predefinito Re: Gennaio 2017: fai un pò come ti pare

    Quote Originariamente inviato da Massimo M. Visualizza il messaggio
    Eh eh…. Bravo Angelo

    Diciamo che oltre al probabile fallimento del condizionamento l’altra notizia positiva è la tenuta del blocco termico Asiatico-siberiano, nonostante la forte accelerazione del getto Atlantico. Blocco che, oltre a tenere, mantiene a tratti quella corrente a getto polare che si inserisce nel breaking atlantico inviando verso l’Europa nord orientale continui impulsi d’aria fredda. L’alta pressione Atlantica è il risultato del breaking e si tratta quindi di una figura dinamica non collegata per ora alla spinta subtropicale. Sempre grazie al blocco il waves train viene deviato verso SE lungo quella linea immaginaria che collega l’Islanda al mediterraneo occidentale.
    Se si fa un’animazione dell’altezza dell’1.5PVU si nota come questi impulsi caldi dinamici diventino delle bolle calde intrappolate tra il getto polare e quello subtropicale e credo che la tenuta del blocco termico di questi giorni sia dovuta proprio alla mancanza della convenzione tropicale che evita la formazione di onde lunghe sul lato Atlantico, che in questa fase sarebbero deleterie per il blocco termico.



    Ora come hai evidenziato la traiettoria del waves train non ci è proprio favorevole ma qualche spostamento più ad ovest potrebbe regalarci qualche sbuffo dal Rodano. Favorito comunque il lato nord delle Alpi.
    Si Massimo, è vero che la Siberia è "isolata" ma questo accade spesso e volentieri. Quest'anno anche una parte di Russia Europea è abbracciata, cosa che ultimamente non era capitata spesso, ma al di là degli Urali è fatto praticamente certo. Il risultato è un getto unico in uscita dall'Asia verso il Pacifico, molto veloce e molto "grande" poiché nasce dalla fusione del getto polare e sub tropicale. Sono d'accordo con te che l'hp mostrato in atlantico dalla mappa non ha una spinta subtropicale ma nasce dall'ondulazione della corrente a getto polare, tuttavia non sono d'accordo che sia il risultato di un ramo "di ritorno" dal Polo. Non abbiamo, in sede polare, una zona di alta pressione abbastanza importante per determinare un vero disturbo alla Corrente a Getto principale. Piuttosto quella ondulazione atlantica è figlia di una situazione transitoria, teoricamente difficile da mantenere in vita, che normalmente vede gli hp adagiarsi verso l'Europa occidentale e non in piano atlantico, anche per opera delle anomalie di temperatura oceaniche. Non che l'oceano da solo spieghi la posizione del Getto, ma se questo per motivi dinamici non è molto teso, allora le temperature oceaniche hanno "gioco facile" nel modulare la Jet Stream. E come sappiamo, tra Islanda e Groenlandia, grosso modo e a fasi alterne, c'è la presenza del famoso blob freddo che mal si concilia con hp di blocco. E infatti è andata spesso così ultimamente.
    NEL DUBBIO DAGHENE!!!

  8. #8
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimo M.
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caldiero (VR)/San Valentino di Badia c. (VR)
    Messaggi
    4,646

    Predefinito Re: Gennaio 2017: fai un pò come ti pare

    Si anche la Russia europea e comunque la Siberia è molto fredda con aree molto estese sotto i -40° al suolo.


    Per il getto antizonale non serve una vera e propria HP ma basta il forte gradiente termico tra le aree in deficit artico le aree fredde russo-siberiane. Questo getto invia dei nuclei di vorticità che seguono in modo retrogrado la costa russa dell'oceano artico in direzione della scandinavia e che si inseriscono nell'ondulazione del breaking atlantico.


    La presenza di aria più calda del normale al centro del polo e aria più fredda del normale su russia e siberia lo si vede dall'altezza della tropopausa ma anche dalle anomalie dei geopotenziali ad alta quota.


    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

  9. #9
    Consiglio direttivo
    Registrato dal
    Jun 2006
    residenza
    Urbana (PD) / Este (PD)
    Messaggi
    15,283

    Predefinito Re: Gennaio 2017: fai un pò come ti pare

    stamane c'era addirittura un abbozzo di wave 3 concomitante altre altre 2 in ecmwf


    http://www.wetterzentrale.de/de/topk...d=OP&h=0&tr=24

  10. #10
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimo M.
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caldiero (VR)/San Valentino di Badia c. (VR)
    Messaggi
    4,646

    Predefinito Re: Gennaio 2017: fai un pò come ti pare

    NAM che sembra stabilizzarsi a 1.7



    Probabilmente quest'anno 1.7 è la soglia di condizionamento cioè è il limite oltre il quale la troposfera stoppa il VPS. Non appena si creano le condizioni di trasmissione di quantità di moto il VPT fa sentire la sua presenza. Quest'anno i giochi li comanda il VPT e tutto sommato lo si era capito già a novembre quando il VPS era succube dell'attività d'onda troposferica. Poi con la maturazione stagionale c'è stata la redistribuzione del core tra Asia e Nord America e questo passaggio ha certamente rappresentato un rischio ma anche un'opportunità. Il passaggio ha azzerato temporaneamente l'attività d'onda permettendo da un lato l'approfondimento del VPS con il rischio di condizionamento e dall'altro ha causato un approfondimento anche del VPT con il rischio di abbattimento del blocco termico. Abbiamo tuttavia testato che il blocco termico comanda la troposfera e oggi ci ritroviamo in mano un patrimonio che potrebbe essere speso nel proseguo della stagione. Il patrimonio non è rappresentato solo dall'immenso bacino freddo alle porte dell'Europa, ma anche da un VPS pieno di energia che potrebbe essere spesa ("più avanti") per la sua instabilizzazione e per la nascita di ESE di tipo warm. Ovviamente tra i piedi abbiamo sempre quella tendenza di HP invadente nel mediterraneo occidentale ma confido che avrà vita breve....
    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •