Visualizzazione dei risultati da 1 a 3 su 3

Discussione: Optimum climatico medioevale

  1. #1
    Consiglio direttivo - Moderatore L'avatar di Corrado
    Registrato dal
    Jun 2006
    residenza
    Grezzana
    Messaggi
    11,168

    Predefinito Optimum climatico medioevale


  2. #2
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimo M.
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caldiero (VR)/San Valentino di Badia c. (VR)
    Messaggi
    5,091

    Predefinito Re: Optimum climatico medioevale

    Le prime misurazioni di temperatura risalgono al 1650 e poco dopo nacque la prima rete meteorologica che interessava Italia e mitteleuropa. Dal 1850 iniziarono le misurazioni nel nord America e sola da un centinaio di anni Asia. Si trattava comunque di una parte limitata del pianeta e di misurazione non ancora coerenti ed omogenee. Solo dagli anni 70, grazie all’utilizzo dei satelliti, abbiamo un monitoraggio globale sia delle temperature ai vari livelli dell’atmosfera sia dei parametri che riguardano il bilancio radiativo.
    La ricostruzione delle temperature precedenti riguarda la paleoclimatologia ed avviene in modo indiretto con lo studio degli isotopi del carbonio, con lo studio degli insetti, delle specie vegetali e altro. Quindi reputo tali ricostruzioni imprecise e un errore di più o meno 1 °C può starci. Il paleo-clima può dare indicazioni su tendenze climatiche ma a mio avviso non può stabilire variazioni dell’andamento termico più piccole di 1°C.
    Quindi sono molto dubbioso sia su chi sostiene che il medioevo sia stato più caldo, sia su chi sostiene che le attuali variazioni termiche sono le più alte del post-glaciale.
    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

  3. #3
    Consiglio direttivo L'avatar di Wetter_Sergy
    Registrato dal
    Jul 2006
    residenza
    Altavilla Vicentina - 45 mt slm
    Messaggi
    1,563

    Predefinito Re: Optimum climatico medioevale

    Infatti il vero quesito da porsi non è "fa più caldo oggi, nel picco dell' Optimum climatico medioevale, o durante l'epoca romana, o all'epoca dei dinosauri?", bensì " per quale motivo negli ultimi 30 anni si è assistito ad una escalation termica così imponente senza che vi sia una forzante esterna all'atmosfera terrestre (leggi maggiore attività solare) in grado di giustificarla?

    Se la risposta che si dà a tale quesito è credibile si può anche essere legittimamente scettici sul problema del riscaldamento globale.

    Perché, beninteso, non avendo misurazioni scientifiche attendibili sul clima pre-800 si possono fare congetture di tutti i tipi senza poter essere smentiti, e gli indizi indiretti che si usano per la ricostruzione paleoclimatica sono perfettibili, non perfetti.
    Ultima modifica di Wetter_Sergy; 12-10-2017 a 16:30
    ... sempre lo ringrazierò, finchè avrò vita

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •