Pagina 8 di 8 primaprima ... 45678
Visualizzazione dei risultati da 71 a 78 su 78

Discussione: Gennaio: monitoriamo l'indebolimento del Vortice polare

  1. #71
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimo M.
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caldiero (VR)/San Valentino di Badia c. (VR)
    Messaggi
    5,706

    Predefinito Re: Gennaio: monitoriamo l'indebolimento del Vortice polare

    Oggi effettivamente i modelli fanno venir voglia di primavera, ma è un continuo cambiare da un giorno all'altro. Credo che quest'anno la previsione a medio e lungo termine dei GM abbia avuto molte difficoltà interpretative. Questa difficoltà è probabilmente derivata dallo scontro tra una zonalità atlantica sparata e un blocco siberiano altrettanto forte in cui si registrano valori al suolo che non si vedevano da anni.

    Questo scontro sembra continuare e la Siberia è lontana dall'Italia ma aggrappiamoci allo spago 15 e accendiamo i ceri e i ventilatori verso W-SW



    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

  2. #72
    Utente Registrato L'avatar di christian trento
    Registrato dal
    Sep 2006
    residenza
    TRENTO (TN) 194 s.l.m. Capoluogo regionale del T.A.A.
    Messaggi
    3,717

    Predefinito Re: Gennaio: monitoriamo l'indebolimento del Vortice polare

    Massimo con tutto rispetto.... non è questione di quest'anno, è SEMPRE COSI' . I modelli negli ultimi anni detto fuori dai denti fanno letteralmente schifo, sono di un'inaffidabilità unica anche a breve distanza. Ne stanno parlando proprio in questi giorni sui vari forum meteo nazionali.
    Rendiamoci conto, ma rendiamoci conto davvero una volta per tutte che qualcosa in meteorologia non sta quadrando e più si va avanti piu' si fatica a prevedere il tempo anche a medio/breve termine. Ai tempi di Caroselli, Baroni eccetera almeno quello che avrebbe fatto a 2/3 giorni di distanza veniva previsto con una buona percentuale di risultato, in sostanza gli errori c'erano ma erano fisiologici, sicuramente minori e meno eclatanti di oggi. Oggi è una cosa a dir poco pietosa... dai davvero, cerchiamo di essere obiettivi e di vedere la realtà dei fatti. Modelli, radar, satelliti ecc, soldi gettati al vento... piu' si va avanti e piu' si regredisce in questa materia...

  3. #73
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimo M.
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caldiero (VR)/San Valentino di Badia c. (VR)
    Messaggi
    5,706

    Predefinito Re: Gennaio: monitoriamo l'indebolimento del Vortice polare

    Quote Originariamente inviato da christian trento Visualizza il messaggio
    Massimo con tutto rispetto.... non è questione di quest'anno, è SEMPRE COSI' . I modelli negli ultimi anni detto fuori dai denti fanno letteralmente schifo, sono di un'inaffidabilità unica anche a breve distanza. Ne stanno parlando proprio in questi giorni sui vari forum meteo nazionali.
    Rendiamoci conto, ma rendiamoci conto davvero una volta per tutte che qualcosa in meteorologia non sta quadrando e più si va avanti piu' si fatica a prevedere il tempo anche a medio/breve termine. Ai tempi di Caroselli, Baroni eccetera almeno quello che avrebbe fatto a 2/3 giorni di distanza veniva previsto con una buona percentuale di risultato, in sostanza gli errori c'erano ma erano fisiologici, sicuramente minori e meno eclatanti di oggi. Oggi è una cosa a dir poco pietosa... dai davvero, cerchiamo di essere obiettivi e di vedere la realtà dei fatti. Modelli, radar, satelliti ecc, soldi gettati al vento... piu' si va avanti e piu' si regredisce in questa materia...
    Non ho seguito i forum nazionali ma sono convinto che i modelli siano in continuo miglioramento soprattutto nel medio. Nel long è matematica la bassa attendibilità a causa del caos delle variabili in gioco. I modelli non servono solo a fare le previsoni ma anche simulazioni e aiutano a capire meglio il comportamento dell'atmosfera che ha ancora tanti risvolti da indagare. Il radar e i satelliti servono anche per scopi di Protezione Civile. Per cui evviva la ricerca .... sono altri gli sprechi di soldi...
    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

  4. #74
    Utente Registrato L'avatar di christian trento
    Registrato dal
    Sep 2006
    residenza
    TRENTO (TN) 194 s.l.m. Capoluogo regionale del T.A.A.
    Messaggi
    3,717

    Predefinito Re: Gennaio: monitoriamo l'indebolimento del Vortice polare

    Ma come fai Massimo a sostenere questo se sempre ultimamente ci sono stravolgimenti dei modelli da run a run? Fidati, se lanci un dado o la monetina hai molta più probabilità di indovinare il tempo! I modelli ti presentano uno scenario per poi cambiartelo e stravolgertelo radicalmente e puntualmente nel giro successivo... ogni modello, ogni volta è sempre la solita solfa. Ribadisco, uno schifo sotto questo punto di vista. Modelli fallimentari/spazzatura ed inutili al 100% già dopo 2/3 giorni di distanza, altro che lungo termine. Il lungo termine è ancora fantascienza
    Pieno le "bip" ad indovinare il tempo per il giorno dopo in questi tempi... e ancora mi parli di miglioramenti?? Mah... davvero non mi capacito come ci sia ancora gente che crede nei miglioramenti previsionali (senza offese naturalmente, sia chiaro)! Basta osservare GFS, Reading, UKMO ecc.. uno dice una cosa, l'altro l'esatto OPPOSTO, poi il giro successivo si danno il cambio.. .il giorno dopo è estate, quello prima c'era il burian.
    La meteorologia volenti o nolenti è l'unica scienza in regressione... e su questo ne sono sempre più convinti moltissime persone, meteoappassionati compresi. C'è ancora molto, troppo da migliorare anche nelle previsioni a medio/breve termine... La ricerca è ovviamente positiva se porta poi a dei risultati... se è sempre fallimentare e rappresenta uno spreco di soldi allora il discorso cambia.

  5. #75
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimo M.
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caldiero (VR)/San Valentino di Badia c. (VR)
    Messaggi
    5,706

    Predefinito Re: Gennaio: monitoriamo l'indebolimento del Vortice polare

    Quote Originariamente inviato da christian trento Visualizza il messaggio
    Ma come fai Massimo a sostenere questo se sempre ultimamente ci sono stravolgimenti dei modelli da run a run? Fidati, se lanci un dado o la monetina hai molta più probabilità di indovinare il tempo! I modelli ti presentano uno scenario per poi cambiartelo radicalmente nel giro successivo... ogni modello, ogni volta è sempre la solita solfa. Ribadisco, uno schifo sotto questo punto di vista. Modelli fallimentari ed inutili al 100% già dopo 2/3 giorni di distanza, altro che lungo termine. Il lungo termine è ancora fantascienza
    Pieno le "bip" ad indovinare il tempo per il giorno dopo ultimamente in questi tempi... e ancora mi parli di miglioramenti?? Mah... davvero non mi capacito come ci sia ancora gente che crede nei miglioramenti previsionali! Basta osservare GFS, Reading, UKMO ecc.. uno dice una cosa, l'altro l'esatto OPPOSTO, poi il giro successivo si danno il cambio.. .il giorno dopo è estate, quello dopo ancora c'è il burian. Semplicemente incredibile
    Se vuoi sapere se piove tra sette giorni è meglio che tiri la monetina... Nel medio long si guardano le tendenze a scala planetaria per cercare di dare una risposta a domande del genere:

    - tiene il blocco asiatico?;
    - avverrà il condizionamento?;
    - la MJO come tende?

    Dai modelli si guarda quello che possono dare e sono convinto che anche te preferisci consultare i modelli che guardare le previsioni su mass media o siti noti... Per fare ciò bisogna sapere cosa possono dare e accontentarsi perchè la previsione numerica è molto meglio di una volta. Quello che è in regressione è la competenza delle persone che interpretano i modelli .... Oggi i modelli sono disponibili a tutti e questo forse fa male alla scienza e anche alla passione meteo.
    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

  6. #76
    Socio Estremo Meteo4 L'avatar di Simone
    Registrato dal
    Jun 2006
    residenza
    Verona/Padova
    Messaggi
    8,095

    Predefinito Re: Gennaio: monitoriamo l'indebolimento del Vortice polare

    Quote Originariamente inviato da christian trento Visualizza il messaggio
    Ma come fai Massimo a sostenere questo se sempre ultimamente ci sono stravolgimenti dei modelli da run a run? Fidati, se lanci un dado o la monetina hai molta più probabilità di indovinare il tempo! I modelli ti presentano uno scenario per poi cambiartelo e stravolgertelo radicalmente e puntualmente nel giro successivo... ogni modello, ogni volta è sempre la solita solfa. Ribadisco, uno schifo sotto questo punto di vista. Modelli fallimentari/spazzatura ed inutili al 100% già dopo 2/3 giorni di distanza, altro che lungo termine. Il lungo termine è ancora fantascienza
    Pieno le "bip" ad indovinare il tempo per il giorno dopo in questi tempi... e ancora mi parli di miglioramenti?? Mah... davvero non mi capacito come ci sia ancora gente che crede nei miglioramenti previsionali (senza offese naturalmente, sia chiaro)! Basta osservare GFS, Reading, UKMO ecc.. uno dice una cosa, l'altro l'esatto OPPOSTO, poi il giro successivo si danno il cambio.. .il giorno dopo è estate, quello prima c'era il burian.
    La meteorologia volenti o nolenti è l'unica scienza in regressione... e su questo ne sono sempre più convinti moltissime persone, meteoappassionati compresi. C'è ancora molto, troppo da migliorare anche nelle previsioni a medio/breve termine... La ricerca è ovviamente positiva se porta poi a dei risultati... se è sempre fallimentare e rappresenta uno spreco di soldi allora il discorso cambia.
    Anche a me qualcosa non torna in effetti.. per anni di modelli ne ho osservati tanti e non avevo ricordi di così frequenti ribaltoni..
    Sicuro non avevo ricordi di così tanti inverni insignificanti. Se ( semplice ipotesi di studio) inverni insignificanti (anomalie termiche positive continue) sulla stessa zona (tipo la P.P ) vogliono dire condizioni sinottiche diverse dalla media allora potremmo ipotizzare che i modelli meglio leggessero quelle precedenti e peggio quelle foriere di anomalie.
    Metto nuova della carne al fuoco e faccio due domande:
    1. Prima di dire che i modelli peggio vedono le evoluzioni sinottiche abbiamo definito una zona geografica di analisi? Dettaglio la domanda: pensiamo vadano peggio dappertutto o solo in sede Euro/mediterranea?
    Esempio Usa: la mi pare che le configurazioni siano sempre abbastanza ben centrate.
    2. Non è che è cambiato il nostro modo umano di elaborare / processare le informazioni che i modelli meteo ci forniscono?
    Non è che una volta quei professionisti della Meteo erano più bravi a fiutare eventuali problemi o più “modesti” nell’accettare i limiti dei modelli stessi?
    Per chiarire con una similitudine presa dal mondo delle corse una volta un grande pilota di auto doveva saper fare la doppietta adesso non serve certo più..
    Ultima modifica di Simone; 17-01-2018 a 23:32

  7. #77
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimo M.
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caldiero (VR)/San Valentino di Badia c. (VR)
    Messaggi
    5,706

    Predefinito Re: Gennaio: monitoriamo l'indebolimento del Vortice polare

    Infatti di fronte ad un incertezza così dei modelli che propongono sostanzialmente 2 scenari si deve andare ad intuito/esperienza.

    Non è che i modelli lancino la monetina in configurazioni casuali ma nel medio long sono altalenanti tra i due scenari che continuano a proporre in alternanza senza dare un'indicazione definitiva. E questi scenari sono essenzialmente:
    - la continuazione del trend con zonalità atlantica sparata dal Canada che si confronta con il blocco Russo-Siberiano;
    - l'attenuazione della zonalità atlantica con finalmente uno sblocco della W2 che assumerebbe maggior convergenza verso il polo e una possibile retrogressione continentale.

    Ovviamente l'intuito mi farebbe propendere per la continuazione del trend modificato dalle normali variazioni dovute all'avanzamento della stagione. Dico questo perché non vedo all'orizzonte forzanti troposferiche e stratosferiche in grado di modificare questa impostazione. Il condizionamento avrebbe potuto dare uno scossone ma la troposfera quest'anno sembra troppo rigida...
    Per quanto riguarda la seconda ipotesi i modelli continuano a posticiparla per cui è evidente che c'è qualche fattore che non colgono che impedisce l'instaurarsi di questo WR. Probabilmente questo fattore è il condizionamento in corso che magari non si manifesta con AO+++ ma piuttosto con un VPT continuamente forte in area canadese.
    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

  8. #78
    Consiglio direttivo L'avatar di Angelo
    Registrato dal
    Jun 2006
    residenza
    Milano Città Studi, 122m slm
    Messaggi
    10,601

    Predefinito Re: Gennaio: monitoriamo l'indebolimento del Vortice polare

    Secondo me avremo si un allentamento della tensione zonale, ma l'hp ce lo troviamo sulla testa, al massimo qualche -2 -4 da est nei momenti migliori.

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •