Pagina 1 di 8 12345 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 72

Discussione: Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

  1. #1
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimo M.
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caldiero (VR)
    Messaggi
    7,768

    Predefinito Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

    Sto vedendo delle immagini impressionanti da tanti luoghi alpini .... una devastazione del genere sembra frutto di un film di fantascenza ma purtoppo è avvenuta veramente.

    ALTOPIANO ASIAGO


    VAL DI FASSA/FIEMME


    VAL D'EGA/CAREZZA


    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

  2. #2
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimo M.
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caldiero (VR)
    Messaggi
    7,768

    Predefinito Re: Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

    Sarebbe interessante approfondire le dinamiche meteorologiche e forestali che hanno portato a ciò
    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

  3. #3
    Consiglio Direttivo L'avatar di ulisse
    Registrato dal
    Jul 2006
    residenza
    Castel D'Azzano (VR) - 50mt s.l.m. 6 Km a sud di Verona.
    Messaggi
    10,839

    Predefinito Re: Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

    Un bel disastro niente da dire.Grazie delle foto Massimo...
    Se proprio volemo far calcossa femo del ben.De mal ghene' inbisogno intorno.
    MAI CA NEVEGA!!!!

  4. #4
    Socio Estremo Meteo4
    Registrato dal
    Jul 2006
    residenza
    Cerea (VR) 19m s.l.m.
    Messaggi
    18,534

    Predefinito Re: Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

    Sì, purtroppo confermo, l'ho sentito alle 12.20 per tgr regionale, bel disastro forestale e per le linee elettriche. Speriamo che si proceda al rimpiazzo delle piante abbattute.
    storico dei miei dati su
    www.marcometeocerea.altervista.org

  5. #5
    Consiglio direttivo L'avatar di Angelo
    Registrato dal
    Jun 2006
    residenza
    Monza centro, 160m slm
    Messaggi
    11,605

    Predefinito Re: Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

    Non appena Seba avrà un pò di tempo, lui è senz'altro la persona adatta!

  6. #6
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimo M.
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caldiero (VR)
    Messaggi
    7,768

    Predefinito Re: Nowcasting dal 29 Ottobre al 4 Novembre 2018

    Quote Originariamente inviato da christian trento Visualizza il messaggio
    Ho preso in mano un quotidiano locale, l'Adige... beh, sono sconcertato dall'immane disastro di lunedi' scorso, da rimanere increduli per l'entità dei danni. Mi soffermo sulle trombe d'aria... hanno letteralmente sdradicato decine di migliaia per non dire centinaia di migliaia di piante nelle valli, anche piante enormi, in salute, con radici profonde. Ci sono intere vallate che sono irriconoscibili, interi boschi che non esistono più, la morfologia di botto modificata.
    Distrutto anche il prezioso parco asburgico di Levico Terme che possedeva della piante di pregio che dicono valessero anche 15/20.000 ciascuna... nel perginese le raffiche di vento hanno raggiunto i 150 km/h, nella zona di Levico ci sono state punte prossime ai 200 km/h!!!!!! Addirittura divelti i cartelli stradali in Valsugana. Non basterebbe un libro per elencare tutto ciò che è accaduto, mai e poi mai avrei pensato di "vivere" una situazione simile con danni cosi' enormi e generalizzati un po' a tutta la regione (rendiamoci conto che non stiamo parlando solo di un paese, una valle, una città), ma un disastro ambientale generalizzato. Vien da piangere a vedere certe cose... sembrano i danni degli uragani americani che siamo abituati a vedere in tv. Anche in Val Badia e nella zona di Carezza interi boschi sradicati con vento fino a 130/140 km/h. Tra questa ecatombe (in questo caso il termine non è sprecato) esiste un vero e proprio miracolo. Qui in regione ci sono state 3 vittime (per carità sempre ovviamente troppe perché sempre di persone stiamo parlando), ma visto l'enorme quantità di piante sradicate anche in zone densamente abitate è andata non bene ma di lusso, fosse andata in un altro verso poteva essere una strage in termini di vittime. Ora non so se i dati sono gonfiati... ma venti a 130/150 anche vicini ai 200 km/h qui in regione non si erano mai sentiti. Un'altra cosa... ci sono ancora 5.000 persone senza corrente elettrica da lunedi'. E' stato una devastazione simile ad un uragano di quelli tosti che ha interessato non solo la mia regione, ma anche il bellunese, il Friuli, la Liguria per quanto riguarda il Nord Italia. Un triste, tristissimo quanto inaspettato evento generalizzato che nel modo più assoluto rientrerà nella storia perché probabilmente con questa entità non si era mai riscontrato prima
    Christian è da anni che segui il forum... la terminologia che ha colpito il settore alpino non ha nulla a che vedere con le "trombe d'aria". Si tratta di venti lineari dovuti a downburst o raffiche favoniche.

    Ho aperto una discussione dedicata. Riesci a spostate il msg?

    Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

  7. #7
    Utente Registrato L'avatar di christian trento
    Registrato dal
    Sep 2006
    residenza
    TRENTO (TN) 194 s.l.m. Capoluogo regionale del T.A.A.
    Messaggi
    4,510

    Predefinito Re: Nowcasting dal 29 Ottobre al 4 Novembre 2018

    Non è proprio cosi Massimo... i quotidiani locali (magari posto la foto), parlando di numerose trombe d'aria che hanno colpito le valli. C'è chi ipotizza anche dei "tornado" e vedendo gli incredibili effetti e devastazioni su macroscala geografica, beh, questa volta penso il termine non sia poi cosi' sprecato. Dovresti vedere le immagini per renderti conto. Quando intere vallate vengono devastate in quel modo, quando la morfologia viene modificata, quando interi boschi vengono cancellati, c'è qualcosa di più di venti lineari o raffiche favoniche. Io sinceramente non so che cosa pensare... so solo che quando si toccano i 140/150, punte anche prossime ai 200 km/h in certe vallate (sempre se i dati divulgati sono realistici), siamo di fronte a qualcosa di inspiegabile ed inimmaginabile che nulla a che vedere con semplici venti

  8. #8
    Utente Registrato L'avatar di christian trento
    Registrato dal
    Sep 2006
    residenza
    TRENTO (TN) 194 s.l.m. Capoluogo regionale del T.A.A.
    Messaggi
    4,510

    Predefinito Re: Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

    Ho preso in mano un quotidiano locale, l'Adige... beh, sono sconcertato dall'immane disastro di lunedi' scorso, da rimanere increduli per l'entità dei danni. Mi soffermo sulle trombe d'aria... hanno letteralmente sdradicato decine di migliaia per non dire centinaia di migliaia di piante nelle valli, anche piante enormi, in salute, con radici profonde. Ci sono intere vallate che sono irriconoscibili, interi boschi che non esistono più, la morfologia di botto modificata.
    Distrutto anche il prezioso parco asburgico di Levico Terme che possedeva della piante di pregio che dicono valessero anche 15/20.000 ciascuna... nel perginese le raffiche di vento hanno raggiunto i 150 km/h, nella zona di Levico ci sono state punte prossime ai 200 km/h!!!!!! Addirittura divelti i cartelli stradali in Valsugana. Non basterebbe un libro per elencare tutto ciò che è accaduto, mai e poi mai avrei pensato di "vivere" una situazione simile con danni cosi' enormi e generalizzati un po' a tutta la regione (rendiamoci conto che non stiamo parlando solo di un paese, una valle, una città), ma un disastro ambientale generalizzato. Vien da piangere a vedere certe cose... sembrano i danni degli uragani americani che siamo abituati a vedere in tv. Anche in Val Badia e nella zona di Carezza interi boschi sradicati con vento fino a 130/140 km/h. Tra questa ecatombe (in questo caso il termine non è sprecato) esiste un vero e proprio miracolo. Qui in regione ci sono state 3 vittime (per carità sempre ovviamente troppe perché sempre di persone stiamo parlando), ma visto l'enorme quantità di piante sradicate anche in zone densamente abitate è andata non bene ma di lusso, fosse andata in un altro verso poteva essere una strage in termini di vittime. Ora non so se i dati sono gonfiati... ma venti a 130/150 anche vicini ai 200 km/h qui in regione non si erano mai sentiti. Un'altra cosa... ci sono ancora 5.000 persone senza corrente elettrica da lunedi'. E' stato una devastazione simile ad un uragano di quelli tosti che ha interessato non solo la mia regione, ma anche il bellunese, il Friuli, la Liguria per quanto riguarda il Nord Italia. Un triste, tristissimo quanto inaspettato evento generalizzato che nel modo più assoluto rientrerà nella storia perché probabilmente con questa entità non si era mai riscontrato prima

  9. #9
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimo M.
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caldiero (VR)
    Messaggi
    7,768

    Predefinito Re: Nowcasting dal 29 Ottobre al 4 Novembre 2018

    Quote Originariamente inviato da christian trento Visualizza il messaggio
    Non è proprio cosi Massimo... i quotidiani locali (magari posto la foto), parlando di numerose trombe d'aria che hanno colpito le valli. C'è chi ipotizza anche dei "tornado" e vedendo gli incredibili effetti e devastazioni su macroscala geografica, beh, questa volta penso il termine non sia poi cosi' sprecato. Dovresti vedere le immagini per renderti conto. Quando intere vallate vengono devastate in quel modo, quando la morfologia viene modificata, quando interi boschi vengono cancellati, c'è qualcosa di più di venti lineari o raffiche favoniche. Io sinceramente non so che cosa pensare... so solo che quando si toccano i 140/150, punte anche prossime ai 200 km/h in certe vallate (sempre se i dati divulgati sono realistici), siamo di fronte a qualcosa di inspiegabile ed inimmaginabile che nulla a che vedere con semplici venti
    I quotidiani come al solito sbagliano terminologia. Gli alberi sono chiaramente piegati lungo una direzione lineare....

    Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

  10. #10
    Consiglio Direttivo L'avatar di ulisse
    Registrato dal
    Jul 2006
    residenza
    Castel D'Azzano (VR) - 50mt s.l.m. 6 Km a sud di Verona.
    Messaggi
    10,839

    Predefinito Re: Nowcasting dal 29 Ottobre al 4 Novembre 2018

    Si Christian fidati. Li trombe d'aria non ce ne sono state


    Inviato dal mio PRA-LX1 utilizzando Tapatalk
    Se proprio volemo far calcossa femo del ben.De mal ghene' inbisogno intorno.
    MAI CA NEVEGA!!!!

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •