Pagina 4 di 7 primaprima 1234567 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 31 a 40 su 70

Discussione: Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

  1. #31
    Utente Registrato L'avatar di christian trento
    Registrato dal
    Sep 2006
    residenza
    TRENTO (TN) 194 s.l.m. Capoluogo regionale del T.A.A.
    Messaggi
    4,130

    Predefinito Re: Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

    La devastazione forestale è stata immane nelle Alpi centro-orientali, probabilmente mai in passato le foreste subirono un dato delle proporzioni simili.

    Ma non sono solo state le foreste a rimetterci (che comunque rappresentano per tutti noi un patrimonio inestimabile), anche alcuni paesi sono stati ridotti in condizioni pietose.

    Ecco Dimaro, in Val di Sole, un grazioso paese ora irriconoscibile almeno in una sua parte.. e li una donna ha perso la vita nella propria abitazione sommersa dal fango. La colpa è stata del torrente Noce che è esondato gettando a valle una marea di sassi, detriti e fango


    https://www.lavocedeltrentino.it/201...r6HdDJQmjnE3o0

  2. #32
    Utente Registrato L'avatar di Fabio_Vr
    Registrato dal
    Jul 2006
    residenza
    Poiano di Valpantena (VR)
    Messaggi
    1,117

    Predefinito Re: Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

    Come già scritto nell‘altro thread, sono semplicemente sgomento ed incredulo. Non avrei mai pensato che una tale devastazione su larga scala sarebbe stata possibile. Spesso si legge che "dobbiamo abituarci a certi eventi". Con quale cinismo ci si può abituare a scenari simili? Vedere le mie montagne così devastate è come togliermi un pezzo di cuore. Non ce la faccio proprio.

  3. #33
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimo M.
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caldiero (VR)
    Messaggi
    7,011

    Predefinito Re: Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

    Mi riferiscono di danni anche a Sega di Ala oltre passo Fittanze. Qualcuno conferma?

    Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

  4. #34
    Presidente L'avatar di Paolo
    Registrato dal
    Jul 2006
    residenza
    Verona
    Messaggi
    4,887

    Predefinito Re: Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

    Purtroppo credo che i danni diretti o indiretti di questa ecatombe saranno molteplici oltre all'aspetto puramente estetico:

    1) Minore tenuta dei pendi a causa della perdita del collante naturale rappresentato dagli alberi di alto fusto e conseguente ruscellamento in caso di intensi eventi piovosi---> maggior rischio di alluvioni a valle...
    2) Minore assorbimento co2 ...maggior irraggiamento del suolo...
    3) Maggiore "tentazione" a riutilizzare il suolo scoperto per scopi diversi dalla ri-forestazione.
    4) Sentieri montani da ripulire e risegnalare

    Per rispondere alla domanda di Massimo direi che sicuramente ci sono danni un po' in tutto il comprensorio prealpino (quindi presumo anche a Sega di Ala) restando vicino a Verona sia nella Valle di Revolto che anche se in maniera limitata sul Monte Baldo.
    A proposito della foresta di Giazza sono rimasto molto stupito da un articolo di giornale nel quale si scrive che la Foresta di Giazza che è stata fortemente penalizzata dall'ecatombe di alberi come larici/abeti è già manutentata in maniera di sostituire quelle specie (considerate "pioniere" per riforestare la Valle nei primi del '900) con specie più autoctone (es. carpino)...sinceramente non capisco...a me la foresta di Giazza sembrava in buone condizioni...e poi così facendo depauperiamo la biodiversità...voi cosa ne pensate ? Forse Sebastiano può dire qcosa a tal proposito...
    Ultima modifica di Paolo; 04-11-2018 a 00:09
    Stazione Meteo a Verona (Saval) IVERONA56
    Stazione Meteo a Piovezzano http://www.meteocorne.it

  5. #35
    Consiglio direttivo - Moderatore L'avatar di Corrado
    Registrato dal
    Jun 2006
    residenza
    Grezzana
    Messaggi
    11,364

    Predefinito Re: Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

    Secondo me uno dei motivi di questa ecatombe di piante in trentino, bellunese e altopiano di asiago (oltre ad altre zone) sia la mancanza di venti forti
    Per capirci meglio in lessinia e sugli appennini è normale tutti gli anni avere 2/3 bufere di vento che superano i 130 km/h ed ogni 3/4 anni i venti arrivano senza grossi problemi a 160/180 km/h quindi le piante più deboli nei boschi vengono vengono divelte un pò alla volta mentre nei luoghi di questo disastro difficilmente i venti sono molto forti e quando capita(foehn o temporali estivi) ti trovi molti alberi abbattuti( su microscala ripatto a eventi come l'ultimo)
    Capita spesso che quando sono in ferie in val di fiemme che vado a funghi un giorno e il bosco è perfetto ci passo 3/4 giorni dopo in seguito ad un forte temporale e molti alberi risultano spezzati o ribaltati al suolo.
    Quest'anno è accaduto in val di Sadole

    Con questo non voglio dire che quello che è accaduto non sia un evento eccezionale ma che a tutto non c'è solo una spiegazione ma tante cose assieme

    Qui nel veronese le uniche zone molto riparate dai venti hanno subito danni(valle sopra giazza e altre aree più piccole)

  6. #36
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimo M.
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caldiero (VR)
    Messaggi
    7,011

    Predefinito Re: Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

    Quote Originariamente inviato da Corrado Visualizza il messaggio
    Secondo me uno dei motivi di questa ecatombe di piante in trentino, bellunese e altopiano di asiago (oltre ad altre zone) sia la mancanza di venti forti
    Per capirci meglio in lessinia e sugli appennini è normale tutti gli anni avere 2/3 bufere di vento che superano i 130 km/h ed ogni 3/4 anni i venti arrivano senza grossi problemi a 160/180 km/h quindi le piante più deboli nei boschi vengono vengono divelte un pò alla volta mentre nei luoghi di questo disastro difficilmente i venti sono molto forti e quando capita(foehn o temporali estivi) ti trovi molti alberi abbattuti( su microscala ripatto a eventi come l'ultimo)
    Capita spesso che quando sono in ferie in val di fiemme che vado a funghi un giorno e il bosco è perfetto ci passo 3/4 giorni dopo in seguito ad un forte temporale e molti alberi risultano spezzati o ribaltati al suolo.
    Quest'anno è accaduto in val di Sadole

    Con questo non voglio dire che quello che è accaduto non sia un evento eccezionale ma che a tutto non c'è solo una spiegazione ma tante cose assieme

    Qui nel veronese le uniche zone molto riparate dai venti hanno subito danni(valle sopra giazza e altre aree più piccole)
    Sicuramente se venti a 180km/h fossero la normalità ci sarebbe stata una selezione... bisogna vedere che tipo di bosco ci sarebbe stato..

    Questo un video del Canada
    https://www.facebook.com/severeweath...1594011968167/
    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

  7. #37
    Consiglio direttivo - Moderatore L'avatar di Corrado
    Registrato dal
    Jun 2006
    residenza
    Grezzana
    Messaggi
    11,364

    Predefinito Re: Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

    Quote Originariamente inviato da Massimo M. Visualizza il messaggio
    Sicuramente se venti a 180km/h fossero la normalità ci sarebbe stata una selezione... bisogna vedere che tipo di bosco ci sarebbe stato..

    Questo un video del Canada
    https://www.facebook.com/severeweath...1594011968167/
    infatti massimo da noi è più normale latifoglia che abeti già questa è una selezione, più facile abbattere abete e pini per il vento che un latifoglia da quello che vedo storicamente in giro

  8. #38
    Consiglio Direttivo L'avatar di ulisse
    Registrato dal
    Jul 2006
    residenza
    Castel D'Azzano (VR) - 50mt s.l.m. 6 Km a sud di Verona.
    Messaggi
    10,268

    Predefinito Re: Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

    Ottima osservazione Corrado..

    Inviato dal mio PRA-LX1 utilizzando Tapatalk
    Se proprio volemo far calcossa femo del ben.De mal ghene' inbisogno intorno.
    MAI CA NEVEGA!!!!

  9. #39
    Utente Registrato L'avatar di christian trento
    Registrato dal
    Sep 2006
    residenza
    TRENTO (TN) 194 s.l.m. Capoluogo regionale del T.A.A.
    Messaggi
    4,130

    Predefinito Re: Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

    Dal mio punto di vista l'unico motivo se non il principale per cui l'Adige questa volta fortunatamente non è esondato rispetto al 1966 è attribuibile a quella provvidenziale pausa di diverse ore (dalla prima serata fino alla tarda mattina successiva se non erro) delle precipitazioni. Già l'Adige aveva subito un notevole rialzo, arrivo' se non erro intorno ai 4.50 (??) per poi scendere nel corso della notte e in mattinata, quindi per aumentare nuovamente e questa volta sensibilmente fino a 5.50 circa al ponte S. Lorenzo di Trento. Se non ci fosse stata quella pausa di parecchie ore, la seconda piena sarebbe stata ben maggiore di 5.50, avrebbe superato di molto i 6, quindi sarebbe esondato.
    Provvidenziale indiscutibilmente più di ogni altra teoria ed ipotesi la lunga pausa di precipitazioni tra la prima piena e la seconda più consistente

  10. #40
    Consiglio Direttivo L'avatar di ulisse
    Registrato dal
    Jul 2006
    residenza
    Castel D'Azzano (VR) - 50mt s.l.m. 6 Km a sud di Verona.
    Messaggi
    10,268

    Predefinito Re: Devastazione forestale sulle Alpi centro-orientali

    Sicuramente la pausa precipitazioni ha impedito un disastro epocale. Su questo nessun dubbio.

    Inviato dal mio PRA-LX1 utilizzando Tapatalk
    Se proprio volemo far calcossa femo del ben.De mal ghene' inbisogno intorno.
    MAI CA NEVEGA!!!!

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •