Pagina 13 di 13 primaprima ... 3910111213
Visualizzazione dei risultati da 121 a 124 su 124

Discussione: Febbraio 2019: Inverno finito o recupero in zona cesarini?

  1. #121
    Utente Registrato L'avatar di christian trento
    Registrato dal
    Sep 2006
    residenza
    TRENTO (TN) 194 s.l.m. Capoluogo regionale del T.A.A.
    Messaggi
    4,483

    Predefinito Re: Febbraio 2019: Inverno finito o recupero in zona cesarini?

    Allora Angelo vedrai che si verificherà il contrario, primavera piuttosto perturbata e fresca. Si verifica spessissimo il contrario di quello che gli indici e le siglette varie suggeriscono.
    Mi sarei più preoccupato del contrario. A mio avviso se i modelli sono pessimistici, abbiamo buone probabilità invece di vivere una primavera dinamica.
    Prono a scommetterci..

  2. #122
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimo M.
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caldiero (VR)
    Messaggi
    7,722

    Predefinito Re: Febbraio 2019: Inverno finito o recupero in zona cesarini?

    Quote Originariamente inviato da christian trento Visualizza il messaggio
    Allora Angelo vedrai che si verificherà il contrario, primavera piuttosto perturbata e fresca. Si verifica spessissimo il contrario di quello che gli indici e le siglette varie suggeriscono.
    Mi sarei più preoccupato del contrario. A mio avviso se i modelli sono pessimistici, abbiamo buone probabilità invece di vivere una primavera dinamica.
    Prono a scommetterci..
    Spero che l'antiscienza abbia ragione ma temo per una prima parte della primavera ancora povera di precipitazioni.... mi sa che dovremo aspettare l'attività convettiva...
    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

  3. #123
    Consiglio direttivo L'avatar di Angelo
    Registrato dal
    Jun 2006
    residenza
    Monza centro, 160m slm
    Messaggi
    11,584

    Predefinito Re: Febbraio 2019: Inverno finito o recupero in zona cesarini?

    Quote Originariamente inviato da christian trento Visualizza il messaggio
    Allora Angelo vedrai che si verificherà il contrario, primavera piuttosto perturbata e fresca. Si verifica spessissimo il contrario di quello che gli indici e le siglette varie suggeriscono.
    Mi sarei più preoccupato del contrario. A mio avviso se i modelli sono pessimistici, abbiamo buone probabilità invece di vivere una primavera dinamica.
    Prono a scommetterci..
    Fosse così semplice... Gli indici non dicono proprio niente, l'interpretazione è tutt'altro che univoca ed ha un che di "artistico" più che di scientifico, motivo per cui vale tutto e il contrario di tutto.

    Inviato dal mio Nexus 5X utilizzando Tapatalk

  4. #124
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimo M.
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caldiero (VR)
    Messaggi
    7,722

    Predefinito Re: Febbraio 2019: Inverno finito o recupero in zona cesarini?

    Le condizioni meteorologiche rappresentano un insieme di processi stocastici in cui le leggi fisiche alla base dei modelli di calcolo determinano delle grandezze statistiche... per fare un esempio, se prendiamo un centimetro cubo di atmosfera, tra una settimana le particelle che sono contenute in quel piccolo volume saranno sparse per mezzo mondo.... é quindi impossibile prevedere la traiettoria di una singola particella perchè una particella può assumere infinite traiettorie. Con le leggi della fisica dell'atmosfera è invece possibile determinare con una certa precisione dove si possono concentrare le particelle (HP) e dove tendono a non concentrarsi(LP).

    Con gli indici teleconettivi si effettua invece una stima esclusivamente probabilistia di processi meteorologici a medio e lungo termine oppure di caratteristiche climatiche su scale oltre il mese e fino a decenni.

    Ad esempio se la NAO è anti-correlata con l'acqua precipitabile sul Mediterraneo per cui un indice tendenzialmente positivo comporta statisticamente poca acqua disponibile sul Mediterraneo, ma questo non vuol dire che la settimana prossima non pioverà..



    Il PNA è ovviamente fortemente correlato con l'area di determinazione ma mostra anche un'ottima correlazione con con l'ondulazione del getto in uscita dagli States, mentre sull'Europa il segnale è più debole.. un pò quello che accaduto in questi giorni: il PNA negativo ha creato una forte ondulazione e una grande ondata di gelo negli USA occidentali ma poi tale ondulazione non è riuscta a forzare la NAO


    Se guardiamo ad indici che hanno una variabilità su scale più lunghe come l'AMO si nota con chiarezza statistica che un oceano Atlantico più caldo (AMO+) è correlato ad un rinforzo della cella di Hadley

    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •