Visualizzazione dei risultati da 1 a 2 su 2

Discussione: Giugno 2019 a Verona.

  1. #1
    Consiglio Direttivo L'avatar di ulisse
    Registrato dal
    Jul 2006
    residenza
    Castel D'Azzano (VR) - 50mt s.l.m. 6 Km a sud di Verona.
    Messaggi
    10,838

    Predefinito Giugno 2019 a Verona.

    Eccomi a fare un reportage su questo mese di Giugno 2019 a Verona. Venivamo da un Maggio assai fresco e piovoso, come pochissime volte negli ultimi 30 anni. Chi sperava in una continuazione dell'instabilita'e del fresco dell'ultimo mese primaverile e' rimasto ben presto deluso. Gia' dal primo di Giugno infatti, la sinottica generale in Europa e'cambiata profondamente. Una struttura anticiclonica subtropicale marittima, di provenienza sud occidentale, si e' impossessata delle nostre zone portando le temperature a subire un forte incremento in brevissimo tempo. A San Giovanni Lupatoto si passati il 30 Maggio da una massima di 22,9 gradi ai 33 del 4 giugno. Questo dovrebbe far comprendere ai negazionisti del riscaldamento globale quanto il clima sia cambiato, soprattutto negli ultimi 20 anni e in particolar modo nel mese di giugno. Senza ondate di aria particolarmente calda ecco valori termici elevati. Riflettiamoci...Ritornando all'analisi mensile di Giugno 2019, dopo qualche giorno di stabilita meteo con sole e caldo, ecco il giorno 6 approcciarsi sull'Italia settentrionale la coda di una modesta perturbazione atlantica. Temporali a macchia di Leopardo hanno interessato soprattutto il NE e le zone a ridosso dei rilievi. Generalmente i fenomeni son stati deboli sulla nostra provincia (neanche 2 mm a San Giovanni Lupatoto). Qualche zona ha sperimentato per qualche fenomeno piuttosto intenso. Da segnalare i circa 40mm (localmente) in Valpantena, per fortuna senza grandine. Miglioramento poi parziale sulle nostre lande con condizioni atmosferiche variabili e caldo leggermente piu' contenuto, ma sempre ampiamente sopramedia e afoso. Alla fine la prima decade termina sopra di 2,19 rispetto la media 2000/2018. Eccovi adesso una cartina meteo sull'Europa riferita al giorno 6 giugno. Si nota il possente braccio di ferro tra due figure bariche apparentemente antagoniste: sull'Europa occidentale si osserva infatti una circolazione di aria pi fresca ed instabile, non inaspettata eredit di un mese di maggio pi freddo della norma e quindi insolitamente profonda ed intensa per questo periodo dell'anno. Nel mentre, sul Mediterraneo centrale ed orientale, vediamo lo sviluppo conseguente di un'onda altopressoria assai calda di provenienza Africana.

    Nella seconda decade del mese perde d'importanza la circolazione assai fresca ed instabile di origine atlantica, mentre acquista vigore l'influenza portata dalle fasce nticicloniche subtropicali. Per pi giorni quindi il tempo sulle nostre zone si e' mostrato soleggiato, con qualche lieve disturbo solamente sui rilievi Lessinici. Qui pero' i rovesci temporaleschi si sono manifestati debolmente e assai saltuari. La temperatura nel frattempo ha proseguito la sua scalata restando notevolmente sopra la media del periodo. Alla fine,la seconda decade termina sopra di 3,2 rispetto al periodo 2000/2018. Quindi Giugno 2019 si va delineando come assai caldo e terribilmente secco. Questa invece una cartina riferita al 17 giugno, dove si nota la permanenza, su gran parte del Mediterraneo, di una fascia anticiclonica ben distesa e foriera di giornate stabili (soprattutto in pianura) e alquanto calde.

    E arriviamo alla terza decade. Inizialmente, il giorno 22, lo spostamento di una goccia fredda in seno a un flusso piuttosto intenso di venti occidentali atlantici, porta un cambiamento del tempo sul nord Italia. Seppur modesta, questa "incursione"di aria fresca trova terreno fertile nel bollente catino padano, scatenando nubifragi e violente grandinate a macchia di Leopardo. Zone piu' colpite la Lombardia e l'Emilia Romagna. Modena la citt maggiormente presa di mira con grandine di medie-grosse dimensioni e raffiche di vento (downburst) a 110km orari. La nostra provincia resta quasi esente dai fenomeni a parte qualche rovescio temporalesco moderato nella zona del Garda e sui Lessini. Proprio questa goccia fresca preannuncia quelli che saranno gli sviluppi successivi con una feroce ondata di caldo di origine africana dal giorno 23. Gli stati piu'colpiti direttamente risultano essere la penisola Iberica e la Francia e a seguire l'Italia settentrionale. E qui sta l'anomalia. L'aria rovente non ha avuto bisogno di passare sopra il Mar Mediterraneo e calmierare i valori termici iniziali. Seguendo infatti un percorso continentale il caldo africano e'giunto su di noi mantenendo quasi intatte le sue caratteristiche. Isoterme quindi eccezionali sul nord Italia con valori a 850Hpa di 27 gradi a NW e di 25/26 sul Veronese. Cartina a 5500 metri circa del giorno 27 Giugno.

    Dal giorno 23 quindi anche nel Veronese le temperature cominciano a salire inesorabilmente, cosi come l'afa. Ecco la progressione termica avutasi nella stazione davis situata proprio all'interno dell'Arena di Verona, in pieno centro cittadino.
    23)19,4/32,2
    24)22,8/32,8
    25)23,9/34,4
    26)25/35
    27)26,7/38,3
    28)28,9/34,4
    29)25,6/32,8
    30)
    Questi invece i dati dal giorno 23 al giorno 30 della stazione di Verona Villafranca A.M.
    23)15,4/31
    24)18,5/33,4
    25)20,7/34,2
    26)22/36
    27)23/38,1
    28)24,8/34,8
    29)24/33,1
    30)20,2/35,3
    Come ben si nota, il giorno piu'rovente si e'avuto il 27 giugno, con la temperatura massima che si avvicinata al record di ogni tempo. Se per la stazione dell'Arena infatti non si aveva un'archivio storico cospicuo, per Verona Villafranca A.M la massima del 27 giugno di 38,1 stata la seconda punta assoluta di ogni tempo dopo i 39 dell'11 Agosto 2003. Su piu'di 50 anni di rilevazioni. Si deve anche aggiugere che sempre il 27 nella periferia cittadina si sono addirittura superati i 40 gradi per la prima volta. A Cadidavid infatti, la Davis del nostro Maestro statistico Max Veronesi ha raggiunto i 40,3, infrangendo di 0,5 decimi il record precedente. Ricordiamo che il Veronesi rileva i dati dal Gennaio 1985. 40,1 i gradi raggiunti anche nell'altra ultracalda stazione urbana di San Giovanni Lupatoto.
    Temperature altissime associate a valori di umidita'da foresta tropicale!
    Da segnalare inoltre le temperature minime del giorno 28 oscillanti, nella immediata cintura cittadina, tra i 27 e i 29 gradi.Comunque sempre nel corso di venerdi 28 l'insorgenza di una meno calda e moderata ventilazione orientale e'riuscita a stemperare un po'i valori del giorno prima, valori rimasti in ogni caso ancorati sulla soglia dei 35 gradi con punte di 37. Ulteriore flessione il giono 29 con provvidenziale contemporaneo abbassamento dell'umidita relativa. Nuova risalita deila temperatura il 30 con parecchie localita'Veronesi vicino ai 37. Fortunatamente con umidita'relativa molto contenuta. Alla fine la terza decade di giugno finisce a +3,49 dalla media 2000/2018. Passiamo adesso alle fredde cifre(almeno quelle..)riguardanti la mia stazione ultracalda di San Giovanni Lupatoto.




    San Giovanni Lupatoto.
    Eccovi adesso in dettaglio tutto il mese di Giugno 2019 a Sangio.Intanto i 2 dati piu' importanti.Rispetto alla media 2000/2018 di 24,20 gradi questo Giugno 2019 e' terminato a 27,16 gradi da me, finendo a + 2,96. Pluvio mensile di mm 2 rispetto la media di 70.

    Riepilogo mese Giugno 2019.
    Osservatorio metereologico di S.Giov.Lupatoto (VR).

    TEMP MAX MEDIA : 33,29 C
    TEMP MIN MEDIA : 21,04 C
    TEMP MEDIA (ARITMETICA) : 27,16 C
    TEMP MEDIA (PONDERATA) : 27,07 C
    TEMP MAX ASSOLUTA : 40,1 C
    TEMP MIN ASSOLUTA : 15,3 C
    TEMP MAX + BASSA : 27,1 C
    TEMP MIN + ALTA : 26,9C
    ESCURSIONE TERMICA + ALTA :15,7 C
    ESCURSIONE TERMICA + BASSA : 5,8 C

    U.R. MEDIA : 59,42% ( MAX 92% , MIN 25%)
    DP MEDIA : 17,93C ( MAX 26,7 C , MIN 9,1C)
    PRESS ATM MEDIA : 1014,6 hPa (MAX 1022,8 hPa ,MIN 1006,2 hPa)
    VEL VENTO MEDIA : 1,4 Km/h, (MAX 32,2 Km/h)

    N. GG SERENO : 13
    N. GG POCO NUVOLOSO : 12
    N. GG VARIABILE : 4
    N. GG NUVOLOSO : 1
    N. GG PIOGGIA : 2
    N. GG TEMPORALE : 1


    TOT PRECIPIT : 2 mm
    PRECIPIT MAX 1 GG : 1,6 mm (MEDIA 0,1 mm)

    N.B.
    In nero = in media(+/- 0,5)
    In rosso = sopramedia
    In blu = sottomedia




    Collocazione di questo Giugno 2019 rispetto a quelli dal
    2000 al 2018,dal piu' freddo al piu' mite:
    Anno:

    200122,17
    200423,18
    201623,24
    201123,35
    201323,59

    201023,70
    200023,76
    200923,78
    200823,93
    200723,98
    200524,12
    200224,29
    201424,35
    200624,38
    201824,64

    201524,81
    201225,22
    201725,66
    2019 27,16
    200327,64





    La piovosita' di questo Giugno 2019.Questi i mm caduti nel primo mese estivo dal 2000 al 2018.Dal piu' secco al piu' piovoso.
    Anno.mm


    2019 2
    200511
    200618,1
    201219,8
    200121,8
    201535,8
    200940,8
    201745,8
    200450,9
    200261,4
    201463,4
    200367,6

    200773,7
    201389
    201894,6
    200096,7
    2008102
    2010143,4
    2011143,8
    2016148,8





    Ed infine la classifica termica del mese di Giugno dal 1948.Ho omogeneizzato i miei dati prendendo come riferimento quelli del sommo Emilio Bellavite e del nostro Maestro Max Veronesi.Date le differenti ubicazioni delle stazioni prese in esame ho chiaramente considerato le discrepanze termiche medie del mese in questione tra me e loro.Ecco cosa e' saltato fuori:
    197420,01
    198020,07
    196920,39
    199520,40
    197120,48
    197520,48
    197820,52
    196720,68
    199220,73
    195620,73
    196820,75
    198820,78
    198420,86
    199920,93
    197721,01
    198721,01
    198521,10
    199121,16
    198921,24
    197221,36
    198621,56
    196221,58
    195321,63
    195821,82
    198121,98
    196322,07
    199022,14
    200122,17
    198322,19
    195522,46
    199422,48
    197322,57
    199722,57
    197022,63
    196522,67
    195922,8
    195723,04
    196623,16
    197923,16
    200423,18
    201623,24
    194823,25
    199323,27
    196123,27
    197623,28
    194923,3
    199823,31
    196023,33
    201123,35
    199623,40
    198223,46
    195423,47
    201323,59
    201023,70
    200023,76
    200923,78
    200823,93
    200723,98
    200524,12
    195124,23
    200224,29
    201424,35
    200624,38
    196424,57
    201824,64
    201524,81
    195225,1
    201225,22
    195025,63
    201725,66
    2019 27,16
    200327,64


    Solo dopo il Mostro....
    Ultima modifica di ulisse; 01-07-2019 a 21:35
    Se proprio volemo far calcossa femo del ben.De mal ghene' inbisogno intorno.
    MAI CA NEVEGA!!!!

  2. #2
    Consiglio direttivo L'avatar di Angelo
    Registrato dal
    Jun 2006
    residenza
    Monza centro, 160m slm
    Messaggi
    11,604

    Predefinito Re: Giugno 2019 a Verona.

    Quote Originariamente inviato da ulisse Visualizza il messaggio
    Eccomi a fare un reportage su questo mese di Giugno 2019 a Verona. Venivamo da un Maggio assai fresco e piovoso, come pochissime volte negli ultimi 30 anni. Chi sperava in una continuazione dell'instabilita'e del fresco dell'ultimo mese primaverile e' rimasto ben presto deluso. Gia' dal primo di Giugno infatti, la sinottica generale in Europa e'cambiata profondamente. Una struttura anticiclonica subtropicale marittima, di provenienza sud occidentale, si e' impossessata delle nostre zone portando le temperature a subire un forte incremento in brevissimo tempo. A San Giovanni Lupatoto si passati il 30 Maggio da una massima di 22,9 gradi ai 33 del 4 giugno. Questo dovrebbe far comprendere ai negazionisti del riscaldamento globale quanto il clima sia cambiato, soprattutto negli ultimi 20 anni e in particolar modo nel mese di giugno. Senza ondate di aria particolarmente calda ecco valori termici elevati. Riflettiamoci...Ritornando all'analisi mensile di Giugno 2019, dopo qualche giorno di stabilita meteo con sole e caldo, ecco il giorno 6 approcciarsi sull'Italia settentrionale la coda di una modesta perturbazione atlantica. Temporali a macchia di Leopardo hanno interessato soprattutto il NE e le zone a ridosso dei rilievi. Generalmente i fenomeni son stati deboli sulla nostra provincia (neanche 2 mm a San Giovanni Lupatoto). Qualche zona ha sperimentato per qualche fenomeno piuttosto intenso. Da segnalare i circa 40mm (localmente) in Valpantena, per fortuna senza grandine. Miglioramento poi parziale sulle nostre lande con condizioni atmosferiche variabili e caldo leggermente piu' contenuto, ma sempre ampiamente sopramedia e afoso. Alla fine la prima decade termina sopra di 2,19 rispetto la media 2000/2018. Eccovi adesso una cartina meteo sull'Europa riferita al giorno 6 giugno. Si nota il possente braccio di ferro tra due figure bariche apparentemente antagoniste: sull'Europa occidentale si osserva infatti una circolazione di aria pi fresca ed instabile, non inaspettata eredit di un mese di maggio pi freddo della norma e quindi insolitamente profonda ed intensa per questo periodo dell'anno. Nel mentre, sul Mediterraneo centrale ed orientale, vediamo lo sviluppo conseguente di un'onda altopressoria assai calda di provenienza Africana.

    Nella seconda decade del mese perde d'importanza la circolazione assai fresca ed instabile di origine atlantica, mentre acquista vigore l'influenza portata dalle fasce nticicloniche subtropicali. Per pi giorni quindi il tempo sulle nostre zone si e' mostrato soleggiato, con qualche lieve disturbo solamente sui rilievi Lessinici. Qui pero' i rovesci temporaleschi si sono manifestati debolmente e assai saltuari. La temperatura nel frattempo ha proseguito la sua scalata restando notevolmente sopra la media del periodo. Alla fine,la seconda decade termina sopra di 3,2 rispetto al periodo 2000/2018. Quindi Giugno 2019 si va delineando come assai caldo e terribilmente secco. Questa invece una cartina riferita al 17 giugno, dove si nota la permanenza, su gran parte del Mediterraneo, di una fascia anticiclonica ben distesa e foriera di giornate stabili (soprattutto in pianura) e alquanto calde.

    E arriviamo alla terza decade. Inizialmente, il giorno 22, lo spostamento di una goccia fredda in seno a un flusso piuttosto intenso di venti occidentali atlantici, porta un cambiamento del tempo sul nord Italia. Seppur modesta, questa "incursione"di aria fresca trova terreno fertile nel bollente catino padano, scatenando nubifragi e violente grandinate a macchia di Leopardo. Zone piu' colpite la Lombardia e l'Emilia Romagna. Modena la citt maggiormente presa di mira con grandine di medie-grosse dimensioni e raffiche di vento (downburst) a 110km orari. La nostra provincia resta quasi esente dai fenomeni a parte qualche rovescio temporalesco moderato nella zona del Garda e sui Lessini. Proprio questa goccia fresca preannuncia quelli che saranno gli sviluppi successivi con una feroce ondata di caldo di origine africana dal giorno 23. Gli stati piu'colpiti direttamente risultano essere la penisola Iberica e la Francia e a seguire l'Italia settentrionale. E qui sta l'anomalia. L'aria rovente non ha avuto bisogno di passare sopra il Mar Mediterraneo e calmierare i valori termici iniziali. Seguendo infatti un percorso continentale il caldo africano e'giunto su di noi mantenendo quasi intatte le sue caratteristiche. Isoterme quindi eccezionali sul nord Italia con valori a 850Hpa di 27 gradi a NW e di 25/26 sul Veronese. Cartina a 5500 metri circa del giorno 27 Giugno.

    Dal giorno 23 quindi anche nel Veronese le temperature cominciano a salire inesorabilmente, cosi come l'afa. Ecco la progressione termica avutasi nella stazione davis situata proprio all'interno dell'Arena di Verona, in pieno centro cittadino.
    23)19,4/32,2
    24)22,8/32,8
    25)23,9/34,4
    26)25/35
    27)26,7/38,3
    28)28,9/34,4
    29)25,6/32,8
    30)
    Questi invece i dati dal giorno 23 al giorno 30 della stazione di Verona Villafranca A.M.
    23)15,4/31
    24)18,5/33,4
    25)20,7/34,2
    26)22/36
    27)23/38,1
    28)24,8/34,8
    29)24/33,1
    30)20,2/35,3
    Come ben si nota, il giorno piu'rovente si e'avuto il 27 giugno, con la temperatura massima che si avvicinata al record di ogni tempo. Se per la stazione dell'Arena infatti non si aveva un'archivio storico cospicuo, per Verona Villafranca A.M la massima del 27 giugno di 38,1 stata la seconda punta assoluta di ogni tempo dopo i 39 dell'11 Agosto 2003. Su piu'di 50 anni di rilevazioni. Si deve anche aggiugere che sempre il 27 nella periferia cittadina si sono addirittura superati i 40 gradi per la prima volta. A Cadidavid infatti, la Davis del nostro Maestro statistico Max Veronesi ha raggiunto i 40,3, infrangendo di 0,5 decimi il record precedente. Ricordiamo che il Veronesi rileva i dati dal Gennaio 1985. 40,1 i gradi raggiunti anche nell'altra ultracalda stazione urbana di San Giovanni Lupatoto.
    Temperature altissime associate a valori di umidita'da foresta tropicale!
    Da segnalare inoltre le temperature minime del giorno 28 oscillanti, nella immediata cintura cittadina, tra i 27 e i 29 gradi.Comunque sempre nel corso di venerdi 28 l'insorgenza di una meno calda e moderata ventilazione orientale e'riuscita a stemperare un po'i valori del giorno prima, valori rimasti in ogni caso ancorati sulla soglia dei 35 gradi con punte di 37. Ulteriore flessione il giono 29 con provvidenziale contemporaneo abbassamento dell'umidita relativa. Nuova risalita deila temperatura il 30 con parecchie localita'Veronesi vicino ai 37. Fortunatamente con umidita'relativa molto contenuta. Alla fine la terza decade di giugno finisce a +3,49 dalla media 2000/2018. Passiamo adesso alle fredde cifre(almeno quelle..)riguardanti la mia stazione ultracalda di San Giovanni Lupatoto.




    San Giovanni Lupatoto.
    Eccovi adesso in dettaglio tutto il mese di Giugno 2019 a Sangio.Intanto i 2 dati piu' importanti.Rispetto alla media 2000/2018 di 24,20 gradi questo Giugno 2019 e' terminato a 27,16 gradi da me, finendo a + 2,96. Pluvio mensile di mm 2 rispetto la media di 70.

    Riepilogo mese Giugno 2019.
    Osservatorio metereologico di S.Giov.Lupatoto (VR).

    TEMP MAX MEDIA : 33,29 C
    TEMP MIN MEDIA : 21,04 C
    TEMP MEDIA (ARITMETICA) : 27,16 C
    TEMP MEDIA (PONDERATA) : 27,07 C
    TEMP MAX ASSOLUTA : 40,1 C
    TEMP MIN ASSOLUTA : 15,3 C
    TEMP MAX + BASSA : 27,1 C
    TEMP MIN + ALTA : 26,9C
    ESCURSIONE TERMICA + ALTA :15,7 C
    ESCURSIONE TERMICA + BASSA : 5,8 C

    U.R. MEDIA : 59,42% ( MAX 92% , MIN 25%)
    DP MEDIA : 17,93C ( MAX 26,7 C , MIN 9,1C)
    PRESS ATM MEDIA : 1014,6 hPa (MAX 1022,8 hPa ,MIN 1006,2 hPa)
    VEL VENTO MEDIA : 1,4 Km/h, (MAX 32,2 Km/h)

    N. GG SERENO : 13
    N. GG POCO NUVOLOSO : 12
    N. GG VARIABILE : 4
    N. GG NUVOLOSO : 1
    N. GG PIOGGIA : 2
    N. GG TEMPORALE : 1


    TOT PRECIPIT : 2 mm
    PRECIPIT MAX 1 GG : 1,6 mm (MEDIA 0,1 mm)

    N.B.
    In nero = in media(+/- 0,5)
    In rosso = sopramedia
    In blu = sottomedia




    Collocazione di questo Giugno 2019 rispetto a quelli dal
    2000 al 2018,dal piu' freddo al piu' mite:
    Anno:

    200122,17
    200423,18
    201623,24
    201123,35
    201323,59

    201023,70
    200023,76
    200923,78
    200823,93
    200723,98
    200524,12
    200224,29
    201424,35
    200624,38
    201824,64

    201524,81
    201225,22
    201725,66
    2019 27,16
    200327,64





    La piovosita' di questo Giugno 2019.Questi i mm caduti nel primo mese estivo dal 2000 al 2018.Dal piu' secco al piu' piovoso.
    Anno.mm


    2019 2
    200511
    200618,1
    201219,8
    200121,8
    201535,8
    200940,8
    201745,8
    200450,9
    200261,4
    201463,4
    200367,6

    200773,7
    201389
    201894,6
    200096,7
    2008102
    2010143,4
    2011143,8
    2016148,8





    Ed infine la classifica termica del mese di Giugno dal 1948.Ho omogeneizzato i miei dati prendendo come riferimento quelli del sommo Emilio Bellavite e del nostro Maestro Max Veronesi.Date le differenti ubicazioni delle stazioni prese in esame ho chiaramente considerato le discrepanze termiche medie del mese in questione tra me e loro.Ecco cosa e' saltato fuori:
    197420,01
    198020,07
    196920,39
    199520,40
    197120,48
    197520,48
    197820,52
    196720,68
    199220,73
    195620,73
    196820,75
    198820,78
    198420,86
    199920,93
    197721,01
    198721,01
    198521,10
    199121,16
    198921,24
    197221,36
    198621,56
    196221,58
    195321,63
    195821,82
    198121,98
    196322,07
    199022,14
    200122,17
    198322,19
    195522,46
    199422,48
    197322,57
    199722,57
    197022,63
    196522,67
    195922,8
    195723,04
    196623,16
    197923,16
    200423,18
    201623,24
    194823,25
    199323,27
    196123,27
    197623,28
    194923,3
    199823,31
    196023,33
    201123,35
    199623,40
    198223,46
    195423,47
    201323,59
    201023,70
    200023,76
    200923,78
    200823,93
    200723,98
    200524,12
    195124,23
    200224,29
    201424,35
    200624,38
    196424,57
    201824,64
    201524,81
    195225,1
    201225,22
    195025,63
    201725,66
    2019 27,16
    200327,64


    Solo dopo il Mostro....

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •