Pagina 13 di 15 primaprima ... 39101112131415 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 121 a 130 su 143

Discussione: Inverno 2023-2024

  1. #121
    Utente Registrato
    Registrato dal
    Jul 2020
    Messaggi
    68

    Predefinito Re: Inverno 2023-2024

    Il variare dell'EA prevede che il trend delle onde planetarie in area Euro Atlantica sia così disposta.

    EA NEGATIVO



    GPT più elevati in Nord atlantico orientale tra Azzorre e UK , GPT più bassi in Europa e mediterraneo occidentale e GPT più alti in Europa e mediterraneo orientali.

    Viceversa con EA POSITIVO

    image hosting for website

  2. #122
    Consiglio direttivo L'avatar di Massimiliano
    Registrato dal
    Jul 2006
    residenza
    San Briccio di Lavagno-Verona
    Messaggi
    23,640

    Predefinito Re: Inverno 2023-2024

    Premetto: discussione davvero interessante.
    Poi ognuno ha le proprie convinzioni riguardo i motivi per cui questi indici ci siano così sfavorevoli, come sapete bene. io credo che tutto dipenda dagli sconvolgimenti causati dalle attività umane, detto questo che è il mio punto di vista, il post merita attenzione.
    ha sempre fatto caldo e ne farà di più!

  3. #123
    Utente Registrato
    Registrato dal
    Sep 2006
    Messaggi
    1,492

    Predefinito Re: Inverno 2023-2024

    In linea di massima, sono d'accordo con quanto detto da Massimo e Angelo. Secondo me l'intervento nefasto dell'omino nero sul pianeta terra non può spiegare da solo questo cambiamento così repentino del clima degli ultimi anni, soprattutto in Europa, ma non solo È possibile che ad un inconfutabile aumento della temperatura su scala globale, si sommi un cambiamento "naturale" su scala temporale e territoriale più breve. Il grosso problema secondo me è capire se almeno il ciclo "naturale" e' ancora, come dice la parola, ciclico (periodi più caldi e/o siccitosi e periodi più freschi e/o piovosi) e quindi in grado di controbilanciare almeno in parte il riscaldamento globale di fondo, oppure se, si è raggiunto davvero un punto di non ritorno, in cui il GW di fondo si porta dietro tutto il resto, e allora son davvero dolori. Purtroppo, e questo vale secondo me anche e per gli esperti, tendiamo sempre a sopravvalutare le nostre conoscenze attuali. Ci dimentichiamo che 150 anni fa comunicavamo solo con la nostra voce e ora pensiamo che possano bastare un po' di palloni aerostatici, un po' di boe negli oceani (pochissime in profondità) per spiegare tutte le recondite interconnessioni tra tropo e stratosfera, per non parlare dell'influenza delle correnti oceaniche sulla ristretta porzione emersa del globo. Non sappiamo nemmeno, se non a grandi linee, come è composto la parte ipogea del nostro pianeta che rappresenta quasi il 100% della massa totale che sta sotto il nostro sedere (migliaia di kilometri) e nessuno ipotizza che in qualche modo possa avere delle influenze sulla nostra troposfera (una decina di kilometri!!). Nella mia ignoranza mi viene da dire: pazzesco. D'altronde non si parla di quello che non si conosce. Ma tornando a quel poco (secondo me eh!!) che conosciamo, non ci resta quindi che osservare, osservare e annotare, creare indici e tentare di abbozzare qualche previsione sul futuro. Il problema è che il clima del pianeta in questo periodo cambia troppo velocemente, e temo quindi che tutto quello che è successo nei decenni precedenti non ci servira' una cicca per fare previsioni sui decenni futuri. Questo è il mio pensiero..

    Inviato dal mio CPH1907 utilizzando Tapatalk
    Siamo una fluttuazione quantica del nulla, ma non ce ne dobbiamo vergognare.

    Caldiero (Vr) Pedemontana Est Verona

  4. #124
    Utente Registrato
    Registrato dal
    Jul 2020
    Messaggi
    68

    Predefinito Re: Inverno 2023-2024

    Buonasera Ragazzi !

    Un info a tutti voi.
    E' noto che il globo è ricoperto per 3/4 da acqua e questa dato il suo peso specifico maggiore quanto a calore latente e sensibile rilasciato comanda sia il trend delle T globali troposferiche, sia la circolazione atmosferica.
    Il pacifico è lo specchio d'acqua più grande ed è noto il suo peso specifico maggiore rispetto agli altri oceani.
    Qui nel link qui sotto troviamo nel portale oceanico del NOAA i dati riguardo alle T delle sst nella zonal ENSO 3.4

    https://stateoftheocean.osmc.noaa.gov/sur/pac/nino4.php

    Qui sotto il dato stesso

    Dal momento che, basta guardare ai dati, il trend delle SST dell'oceano pacifico seguono il trend termico di ENSO ( El Nino southern Oscillation )
    e a seguire il trend delle T troposferiche seguono il trend delle SST dell'oceano pacifico, dove si può estrapolare l'influenza umana nella circolazione atmosferica dal momento che ENSO è considerato un fenomeno naturale e presente da millenni ??

    Qui ENSO 3.4



    Qui le SST del Pacifico



    Qui il trend delle T troposferiche globali

    upload images


    L'influenza umana sicuramente c'è, ma dai dati, non si vede....

  5. #125
    Socio Estremo Meteo4 L'avatar di Massimo M.
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caldiero (VR)
    Messaggi
    9,446

    Predefinito Re: Inverno 2023-2024

    Quote Originariamente inviato da gianni Visualizza il messaggio
    Buonasera Ragazzi !

    Un info a tutti voi.
    E' noto che il globo è ricoperto per 3/4 da acqua e questa dato il suo peso specifico maggiore quanto a calore latente e sensibile rilasciato comanda sia il trend delle T globali troposferiche, sia la circolazione atmosferica.
    Il pacifico è lo specchio d'acqua più grande ed è noto il suo peso specifico maggiore rispetto agli altri oceani.
    Qui nel link qui sotto troviamo nel portale oceanico del NOAA i dati riguardo alle T delle sst nella zonal ENSO 3.4

    https://stateoftheocean.osmc.noaa.gov/sur/pac/nino4.php

    Qui sotto il dato stesso

    Dal momento che, basta guardare ai dati, il trend delle SST dell'oceano pacifico seguono il trend termico di ENSO ( El Nino southern Oscillation )
    e a seguire il trend delle T troposferiche seguono il trend delle SST dell'oceano pacifico, dove si può estrapolare l'influenza umana nella circolazione atmosferica dal momento che ENSO è considerato un fenomeno naturale e presente da millenni ??

    Qui ENSO 3.4



    Qui le SST del Pacifico



    Qui il trend delle T troposferiche globali

    upload images


    L'influenza umana sicuramente c'è, ma dai dati, non si vede....
    Credo che nel primo grafico le temperature siano determinate al netto del trend (detrended)

    Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

  6. #126
    Utente Registrato
    Registrato dal
    Jul 2020
    Messaggi
    68

    Predefinito Re: Inverno 2023-2024

    Quote Originariamente inviato da Massimo M. Visualizza il messaggio
    Credo che nel primo grafico le temperature siano determinate al netto del trend (detrended)

    Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

    Si.
    Restano le anomalie SST dell'oceano pacifico il quale determinano il trend delle T globali troposferiche ( l'acqua ha una capacità termica superiore 800 volte all'aria ).
    I cali e le crescite delle SST pacifiche coincidono comunque con i trend di Nino o di Nina.
    Ninas sempre più alte termicamente...

  7. #127
    Utente Registrato
    Registrato dal
    Sep 2006
    Messaggi
    1,492

    Predefinito Re: Inverno 2023-2024

    Quote Originariamente inviato da gianni Visualizza il messaggio
    Si.
    Restano le anomalie SST dell'oceano pacifico il quale determinano il trend delle T globali troposferiche ( l'acqua ha una capacità termica superiore 800 volte all'aria ).
    I cali e le crescite delle SST pacifiche coincidono comunque con i trend di Nino o di Nina.
    Ninas sempre più alte termicamente...
    Quindi se ho ben capito, Gianni, aumento delle T delle acque superficiali degli oceani che determinano un aumento delle T. medie della troposfera, e non viceversa, giusto?.

    Inviato dal mio CPH1907 utilizzando Tapatalk
    Siamo una fluttuazione quantica del nulla, ma non ce ne dobbiamo vergognare.

    Caldiero (Vr) Pedemontana Est Verona

  8. #128
    Utente Registrato
    Registrato dal
    Jul 2020
    Messaggi
    68

    Predefinito Re: Inverno 2023-2024

    Quote Originariamente inviato da Flavio65 Visualizza il messaggio
    Quindi se ho ben capito, Gianni, aumento delle T delle acque superficiali degli oceani che determinano un aumento delle T. medie della troposfera, e non viceversa, giusto?.

    Inviato dal mio CPH1907 utilizzando Tapatalk
    Beh, dal momento che l'acqua ha una capacità termica ( calore specifico ) 800 volte superiore all'aria e comunque c'è più acqua che aria a sto mondo, direi che è OVVIO di si :)

  9. #129
    Utente Registrato
    Registrato dal
    Sep 2006
    Messaggi
    1,492

    Predefinito Re: Inverno 2023-2024

    Quote Originariamente inviato da gianni Visualizza il messaggio
    Beh, dal momento che l'acqua ha una capacità termica ( calore specifico ) 800 volte superiore all'aria e comunque c'è più acqua che aria a sto mondo, direi che è OVVIO di si :)
    Bene, se è così, quali sono le ipotesi più quotate per spiegare il continuo riscaldamento degli oceani?. Grazie.

    Inviato dal mio CPH1907 utilizzando Tapatalk
    Siamo una fluttuazione quantica del nulla, ma non ce ne dobbiamo vergognare.

    Caldiero (Vr) Pedemontana Est Verona

  10. #130
    Utente Registrato
    Registrato dal
    Jul 2020
    Messaggi
    68

    Predefinito Re: Inverno 2023-2024

    Quote Originariamente inviato da Flavio65 Visualizza il messaggio
    Bene, se è così, quali sono le ipotesi più quotate per spiegare il continuo riscaldamento degli oceani?. Grazie.

    Inviato dal mio CPH1907 utilizzando Tapatalk
    Le ipotesi sono l'influenza umana tramite il rilascio di maggiore co2 in atmosfera il quale una volta catturata la radiazione infrarossa in uscita re irradia in tutte le direzioni compresi gli oceani.
    Il tutto , il quale sembra lineare si ferma a dei dubbi.
    - se aumenta il calore dal basso, ovvero si riscaldano gli oceani, aumenta la cessione di calore per convezione e diminuisce quella per irraggiamento e da sotto questo punto di vista anche se c'è maggiore co2 in atmosfera, non c'è re irradianza dal momento che c'è meno assorbimento ( meno radiazione infrarossa in uscita ).
    Questo è confermato dal continuo riscaldamento troposferico e dal parallelo continuo raffreddamento stratosferico.

    - l'assorbimento della probabile energia re irradiata dalla co2 agli oceani si inserisce in quella già ricevuta nello stesso momento da quella solare.
    A dire, si mischia e non c'è modo di separare e determinare ciò che è effetto naturale ( radiazione solare ) e ciò che ha origine antropica dalla maggiore co2 in atmosfera.

    - gli oceani una volta assorbito il calore non lo rilasciano subito, ma il rimescolamento verticale lo fa rilasciare diluito nel tempo e fai conto che la circolazione termo salina globale ha scientificamente uno stimato ciclo a tempo di circa 7/800 anni.
    Come a dire, ciò che vedi apparire come anomalia oceanica oggi potrebbe essere benissimo calore assorbito chissà quando...

    In base a questo, l'influenza umana c'è eccome.
    Ma non c'è modo di distinguerla da quella naturale.

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •