Tendenze termiche estive dal 1960 ad oggi - cause antropiche e non

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts
  • Massimo M.
    Socio Estremo Meteo4
    • Aug 2014
    • 9455

    Tendenze termiche estive dal 1960 ad oggi - cause antropiche e non

    Come diceva Angelo il riscaldamento da noi è stato fortemente influenzato dall’urbanizzazione ma probabilmente anche da altri fattori antropici e climatici ciclici. Io credo che il principale fattore antropico (ma probabilmente vi è stato anche un contributo climatico ciclico o legato all’AWG/WG) sia stata la minor umidità relativa dell’aria nei bassi strati. Le cause antropiche di questa mancanza sono riconducibili a:
    -Aumento della superficie urbanizzata dei suoli;
    -Variazione delle colture agricole con riduzione della superficie fogliare;
    -L’utilizzo diffuso delle colture in serra che di fatto comportano gli stessi effetti dell’urbanizzazione ai fini del bilancio E-P.
    Ci sono tuttavia delle cause climatiche dovute ad un clima più arido che si è manifestato con una prima tendenza a partire dalla fine degli anni 60 e un forte incremento di questa tendenza a partire dagli anni 90. Di fatto nella nostra regione le aree con bilancio idroclimatico E-P positivo si sono spostate molto più a nord.
    Per valutare questi effetti la prima cosa che mi è venuta in mente è stata quella di analizzare il trend delle temperature massime medie mensili e di quelle minime medie mensili nei mesi di maggio, giugno luglio e agosto. In teoria in questi mesi grazie al forte irraggiamento solare non si generano fenomeni di inversione termica in grado di alterare lo scambio termico radiativo suolo atmosfera. Ho scelto il periodo 1960 – 2014 in modo da prendere dentro sia la precedente fase AMO sia le anomale estati anni 70, sia la prima parte degli anni 60, molto piovosa.
    Ho considerato la stazione manuale di Vicenza dell’ex. Magistrato alle Acque che ha registrato i dati fino al 2004 (termine delle registrazioni termometriche). In teoria la stazione dovrebbe essere sempre stata localizzata in un contesto urbano per cui non ha subito un effetto urbanizzante diretto nel periodo di registrazione. In realtà la posizione effettiva della stazione non la conosco con precisione per cui se qualcuno ha questa informazione e conosce meglio la storia urbanistica del luogo di posizionamento può informarci meglio. Dal 2010 al 2014 sono stati inseriti i dati della stazione automatica ARPAV di Vicenza Sant’Agostino (ci sarebbero anche quelli dal 2005 al 2009 a pagamento). Non so se le due stazioni possano essere considerate omogenee.



    Last edited by Massimo M.; 24-05-2015, 22:40.
    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco
  • lamiera
    Socio Estremo Meteo4
    • Jun 2006
    • 13034

    #2
    Re: Tendenze termiche estive dal 1960 ad oggi - cause antropiche e non

    Ciao Massimo , in realta' il problema dei dati omogenei é notevole , io ho raccolto i dati del magistrato delle acque e quelli di arpav , per alcuni anni le rilevazioni facevano capo alla stessa ubicazione ma ricevuti da enti diversi , ebbene a parita' di anno ci sono dei dati sconfortanti , differenze assurde di temperature , inspiegabili ! Allora ho iniziato a controllare i dati della mia stazione con i dati arpav , pochissime differenze di decimi , nonostante la differenza in termini di distanza tra me e loro . Allora mi chiedo ? Perché il consorzio di bonifica ha sempre medie più basse anche a parità di anno rispetto ai dati arpav ? Ma soprattutto tutti i dati pre arpav sono solo indicativi ma non precisi come noi vorremmo che fossero. E allora come si fa a rispondere con dati inequivocabili alla tua leggittimissima domanda ?
    SO MASSA VECIO PER PERDERE "TEMPO" !

    Comment

    • lamiera
      Socio Estremo Meteo4
      • Jun 2006
      • 13034

      #3
      Re: Tendenze termiche estive dal 1960 ad oggi - cause antropiche e non

      Credo che tra i pochi in possesso di dati omogenei ci sia Samurai con i dati del botanico di Padova , stesso , luogo , stesso ente , a sto punto , credo che la sua voce sia importantissima in questa discussione
      SO MASSA VECIO PER PERDERE "TEMPO" !

      Comment

      • lamiera
        Socio Estremo Meteo4
        • Jun 2006
        • 13034

        #4
        Re: Tendenze termiche estive dal 1960 ad oggi - cause antropiche e non

        Oppure i dati del grande Emilio altrettanto omogenei da quel che ho capito dal Max
        SO MASSA VECIO PER PERDERE "TEMPO" !

        Comment

        • lamiera
          Socio Estremo Meteo4
          • Jun 2006
          • 13034

          #5
          Re: Tendenze termiche estive dal 1960 ad oggi - cause antropiche e non

          Max , saresti in grado di darci i risultati termici di Verona , suddivisi per medie decennali ?
          SO MASSA VECIO PER PERDERE "TEMPO" !

          Comment

          • Corrado
            Consiglio direttivo - Moderatore
            • Jun 2006
            • 11615

            #6
            Re: Tendenze termiche estive dal 1960 ad oggi - cause antropiche e non

            Lamiera i dati di bellavite non sono omogenei purtroppo,i luoghi della stazione sono diversi anche se in un contesto sempre molto urbanizzato
            http://meteogrezzana.altervista.org/img/

            Comment

            • Corrado
              Consiglio direttivo - Moderatore
              • Jun 2006
              • 11615

              #7
              Re: Tendenze termiche estive dal 1960 ad oggi - cause antropiche e non

              Per Vicenza forse e dico forse esiste il modo per avere le medie prima del 2009 se poi massimo riesci a confrontarli con i dati che hai
              http://meteogrezzana.altervista.org/img/

              Comment

              • Massimo M.
                Socio Estremo Meteo4
                • Aug 2014
                • 9455

                #8
                Re: Tendenze termiche estive dal 1960 ad oggi - cause antropiche e non

                Se serve una mano ci sono.
                Il Magistrato alle acque aveva numerose stazioni con rilevazioni dai primi del 900. Alcune addirittura dal 1850. Nel 2005 sono state dismesse. Purtroppo le nuove stazioni ARPAV sono state realizzate in luoghi diversi e questo comporta sicuramente una grave perdita di omogeneità. Però credo che il dato delle misurazioni effettuate con le stazioni manuali del magistrato alle acque possa essere considerato omogeneo, salvo errori grossolani di trascrizione. Qualcuno l'ho trovato anch'io ma su altre stazioni. Quindi fino al 2004 l'analisi grafica secondo me è attendibile, oltre probabilmente meno.
                non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

                Comment

                • Corrado
                  Consiglio direttivo - Moderatore
                  • Jun 2006
                  • 11615

                  #9
                  Re: Tendenze termiche estive dal 1960 ad oggi - cause antropiche e non

                  Sant'Agostino parte dal 2009 prima non ci sono dati
                  Immagino che sia la data di installazione della stazione
                  http://meteogrezzana.altervista.org/img/

                  Comment

                  • Massimo M.
                    Socio Estremo Meteo4
                    • Aug 2014
                    • 9455

                    #10
                    Re: Tendenze termiche estive dal 1960 ad oggi - cause antropiche e non

                    Ho preso qualche informazione sulla posizione della centralina ed emerghe che: Dal 1960 al 1978 la centralina di Vicenza è ubicata in Contrà Mure San Rocco presso la sede del Genio Civile di Vicenza in un contesto urbano. Nel giugno del 1978 gli strumenti furono trasferiti a cura dell’Ufficio Idrografico presso la nuova sede della stazione termometrica e pluviografica di Vicenza situata a sud del centro urbano della città non lontano dalla Villa Capra - La Rotonda e quindi in un contesto periurbano. La distanza tra i due posizionamenti era circa 3 km.
                    Quindi in realtà non è omogeneo nemmeno il dato del magistrato alle acque.
                    non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

                    Comment


                    • #11
                      Re: Tendenze termiche estive dal 1960 ad oggi - cause antropiche e non

                      primo: non ho capito dove si evince che il clima sia diventato più "arido"....
                      dove sono i dati di un periodo precedente che dimostrerebbero che prima era "diverso", oppure dov'è una media storica di questo parametro con la quale confrontarsi, così come si fa con la temperatura?

                      secondo: il discorso urbanizzazione... sono d'accordo che le zone fortemente urbanizzate (città capoluogo) possano essere fortemente influenzate climaticamente, ma sono dubbioso sul fatto che questo fattore influisca significativamente sul resto del territorio...
                      e siccome le aree soggette a isola di calore + serre ecc ecc saranno si e no l'uno per cento del territorio veneto (in collina-montagna tendente a zero), si capisce che climatologicamente l'influenza sarebbe minima... ed è ovvio che se al posto di un campo ci faccio un parcheggio in quella ristretta area avrò un microclima diverso, mi pare normale...
                      che poi in quelle aree abitino moltissime persone è secondario per me, il clima non è quello "dove abita la maggior parte della gente", è quello del territorio in generale... o no?

                      Comment

                      • lamiera
                        Socio Estremo Meteo4
                        • Jun 2006
                        • 13034

                        #12
                        Re: Tendenze termiche estive dal 1960 ad oggi - cause antropiche e non

                        In poche parole è davvero difficile trarre delle conclusioni
                        SO MASSA VECIO PER PERDERE "TEMPO" !

                        Comment

                        • Massimo M.
                          Socio Estremo Meteo4
                          • Aug 2014
                          • 9455

                          #13
                          Re: Tendenze termiche estive dal 1960 ad oggi - cause antropiche e non

                          Che il clima Veneto sia più arido è un dato di fatto


                          Almeno fino al 2008. Dal 2008 credo siamo passati ad una nuova fase più umida

                          Per quanto riguarda il consumo di suolo ti sbagli di un ordine di grandezza.
                          Media Veneto al 2012 12.1%. Se poi ci concentriamo nel triangolo VE-TV-PD penso si superi il 50%.
                          Last edited by Massimo M.; 25-05-2015, 14:19.
                          non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

                          Comment


                          • #14
                            Re: Tendenze termiche estive dal 1960 ad oggi - cause antropiche e non

                            Originariamente inviato da Massimo M. Visualizza il messaggio
                            Che il clima Veneto sia più arido è un dato di fatto


                            Almeno fino al 2008. Dal 2008 credo siamo passati ad una nuova fase più umida

                            Per quanto riguarda il consumo di suolo ti sbagli di un ordine di grandezza.
                            Media Veneto al 2012 12.1%. Se poi ci concentriamo nel triangolo VE-TV-PD penso si superi il 50%.
                            interessante... grazie
                            il dato termico è significativo, quello pluvio estivo secondo me è dipendente da AMO sostanzialmente, o cmq da fattori su macroscala....

                            consumo del suolo al 12% ok ... ma quanto è l'aumento negli ultimi 2-3 decenni (quelli con t alta ? secondo me il grosso è stato nei 60-70-80...
                            boh, mettiamo pure che le aree cementificate siano raddoppiate nel recente ventennio, quindi 6% in più rispetto a prima, quanto possono influire sul clima veneto totale, medio? per me poco, matematicamente...
                            certo nella percezione influiscono moltissimo perchè magari il 70-80% della gente abita lì, nella fascia da te indicata + VR....

                            Comment

                            • Angelo
                              Consiglio direttivo
                              • Jun 2006
                              • 12323

                              #15
                              Re: Tendenze termiche estive dal 1960 ad oggi - cause antropiche e non

                              Bel post Massimo!



                              Purtroppo è dura dire qualcosa, dati omogenei negli ultimi 60 anni sono difficilissimi da trovare. In teoria Villafranca AM potrebbe averli, ma santo cielo, vatti a fidare di quei dati. Credo che lo storico del meteo4, pur con un cambio di sede degli anni 60 se la memoria non m'inganna, potrebbe essere utile. Peccato che i dati di Emilio si fermino a fine anni '90.
                              Insomma non se ne esce.

                              Secondo il mio modestissimo parere una zona x della pianura padana è più probabile che abbia visto un aumento più significativo delle temperature minime anziché delle temperature massime, per il semplice motivo che è assai probabile che la citata "zona x" abbia subito una notevole cementificazione dal dopoguerra ad oggi. Più cemento significa certamente più radiazione riflessa durante il giorno, meno umidità causa meno vegetazione che evapo-traspira ma, soprattutto, grande scambio di calore nelle ore serali.

                              Poi attenzione che grandi centri urbani come Milano, sono in grado di abbattere la radiazione totale di almeno un 10% rispetto alla limitrofa campagna a causa delle polveri in sospensione.

                              Se, invece, avessimo i dati di una stazione meteo di aperta campagna, rimasta inalterata o quasi negli ultimi 60 anni, allora i risultati non sarebbero così scontati e non saprei cosa aspettarmi. Beh un notevole aumento delle temperature medie, questo si, ma la distribuzione.... difficile da dire. Sarebbe davvero molto interessante vedere quanto la media trimestrale estiva sia sia alzata dagli anni '70 agli anni '10 (1°c di sicuro, ma minimo, forse qualcosa che somiglia più a 1.5°C o 2°C), sarebbe interessante vedere l'igrometria e la ventilazione.

                              In teoria la ventilazione a livello globale è diminuita a causa della maggiore rugosità superficiale del pianeta (per cause antropiche ovviamente), ma localmente non ne sarei così sicuro. Da un punto di vista igrometrico sarebbe del tutto lecito attendersi un netto calo tra la media anni '70 e la media anni '10, ma non saprei dire se i dew point siano diminuiti o aumentati, forse sono rimasti quasi uguali.

                              Infine sull'aumento più concentrato nelle massime, non ne sarei tanto sicuro, credo che in aperta campagna l'aumento sia simile ma non ho nessun dato per affermarlo.
                              https://www.meteoarena.com/

                              Comment

                              Working...